Larissa Iapichino 6,50: a Boras è finale europea

20 Luglio 2019

Nella rassegna U20 basta un salto all'azzurrina per qualificarsi alla sfida decisiva del lungo. Maullu 72,09 terzo alltime nel giavellotto. Avanti Kaddari, Donola e 4x400 uomini, Dester in corsa nel decathlon


 

di Nazareno Orlandi

Basta un salto a Larissa Iapichino per centrare la finale del lungo agli Europei under 20 di Boras. L’azzurrina apre la giornata con 6,50 e oltrepassa la misura richiesta per la qualificazione diretta (6,35), con un vento alle spalle di +1.0. Domattina tornerà in pedana per la finale alle 11.18. Dopo la straordinaria serata di ieri, con il doppio oro nei 100 metri per Lorenzo Paissan e Vittoria Fontana, comincia con il piede giusto un'altra giornata piena di finali per gli azzurri. Si migliora di oltre due metri nel giavellotto Jhonatam Maullu, 72,09 per diventare il terzo italiano alltime con il nuovo attrezzo, non lontano dal record italiano di Gianluca Tamberi (72,76): finale anche per il sardo di origine brasiliana. Avanza al turno decisivo di oggi pomeriggio pure Dalia Kaddari nei 200 metri, forte del quarto tempo assoluto con 23.64 (+0.6), mentre è eliminata Chiara Gherardi (24.15/+1.0). Può esultare per la finale conquistata anche Mattia Donola nei 200 con 21.24 (-2.0), a sua volta quarto tempo delle semifinali, e invece è una beffa per Lorenzo Ianes, primo degli esclusi con 21.38 (-0.3) a due centesimi dal pass. Una staffetta su due passa il turno e si inserisce nella lotta per le medaglie: è la 4x400 maschile (Michele Bertoldo, Luca Pierani, Riccardo Filippini, Francesco Domenico Rossi) avanti con 3:11.49. Saranno tredici gli azzurrini impegnati in finale nel pomeriggio, mentre Dario Dester e Lorenzo Modugno completeranno il decathlon: va seguito con attenzione il primatista italiano Dester che dopo sette gare è quarto (5558 punti) non lontano dalla zona medaglie.

POMERIGGIO CON 13 FINALISTI - Tredici azzurri in finale nel pomeriggio. Eccoli: Idea Pieroni nell’alto (alle 16.25), Alain Cavagna nei 3000 (16.35), Ludovica Cavalli nei 3000 siepi (17.33), Ivan De Angelis nell’asta (17.50), Eloisa Coiro e Sophia Favalli negli 800 metri (18.00), Nicolò Daniele nei 1500 metri (18.15), Veronica Zanon nel triplo (18.19), Dalia Kaddari nei 200 (18.25), stessa specialità di Mattia Donola (18.35), Elisabetta Vandi nei 400 metri (18.46) e al maschile Edoardo Scotti e Lorenzo Benati sempre nel giro di pista (19.00). 

CLICCA QUI - GUARDA LA DIRETTA STREAMING

STARTLISTS e RISULTATI - FOTO/Photos (credits: Colombo/FIDAL) - ORARIO E AZZURRI IN GARATV E STREAMINGTUTTE LE NOTIZIE/News - LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team - La pagina EA sugli Europei U20

LARISSA: "IN FINALE PER DIVERTIRMI" - È la più piccola (17 anni compiuti giovedì), ma non ha paura di nessuna. Larissa Iapichino vola in finale con 6,50 e con la certezza che domani potrà dire la propria: "Bellissime sensazioni - racconta - sinceramente stamattina non ho pensato molto, mi son detta 'fai quello che hai sempre fatto'. Divertirsi è l'ambizione della finale e vediamo cosa può uscir fuori". La svedese Tilde Johansson la segue nel riepilogo complessivo della prestazioni della mattinata con 6,48 (+1.1), ma neanche tre settimane fa ha saltato il 6,73 che le concede i gradi di favorita: "Abbiamo parlato all'uscita dalla pedana - le parole di Larissa, 6,64 record ai Tricolori di Agropoli il 22 giugno - ci siamo complimentate e le ho fatto l'in bocca al lupo per la finale degli ostacoli che correrà oggi pomeriggio". Tra le altre rivali della figlia d'arte, 6,29 (+0.8) per la svizzera Emma Piffaretti in qualificazione, 6,28 ventoso (+2.8) per la britannica Holly Mills. Al di qua dei sei metri l'altra azzurrina Veronica Crida che saluta con 5,96 (+0.7).

MAULLU: “NO, NON SONO SORPRESO” - A questo punto trema anche il record italiano U20 che Gianluca Tamberi ha stampato dieci anni fa a Novi Sad (72,76): da 69,76 Jhonatam Maullu si proietta un po’ a sorpresa oltre la misura di qualificazione diretta di 72,00. Oltre al fratello maggiore di “Gimbo”, soltanto Daniele Baiocchi (72,58 nel 2004) resta davanti al sardo di origine brasiliana: “Sorpresa per gli altri, ma io sapevo di valere questa misura - dice accennando un sorriso -. Ho sentito il giavellotto uscire bene e adesso un pensierino al record lo faccio”.

200: KADDARI+DONOLA - Entrambi con il quarto tempo delle semifinali: Dalia Kaddari e Mattia Donola si regalano la finale dei 200 metri, la sarda con un 23.64 (+0.6) che rappresenta la seconda prestazione in carriera (dietro al 23.45 corso nel 2018 per l’argento ai Giochi Olimpici giovanili di Buenos Aires), il lombardo con 21.24 e due metri di vento in faccia sul rettilineo.  “Contentissima perché la batteria e la semifinale erano le mie prime due gare all’aperto dopo l’infortunio di aprile”, commenta Kaddari. “In finale vedrete un Donola arrabbiato, ma con la testa sulle spalle”, assicura lo sprinter, che nella propria semifinale incontrava uno dei più quotati, il fisicato irlandese Aaron Sexton (21.13). Delusione per Chiara Gherardi 24.15 (+1.0) e rammarico per Lorenzo Ianes, primo degli esclusi a due centesimi dalla finale, 21.38 (-0.3) per il terzo posto nella prima semifinale: “Ma ci vediamo in staffetta...”.

STAFFETTE, UOMINI OK - Non tradisce la 4x400 maschile azzurra, è  finale agli Europei U20 “Non ci nascondiamo, vogliamo una medaglia!”, dicono in coro Michele Bertoldo, Luca Pierani, Riccardo Filippini e Francesco Domenico Rossi, che in apertura di frazione conclusiva aveva rischiato il contatto con l’ultimo frazionista tedesco al quale era caduto il testimone. L’Italia campione del mondo in carica, senza Edoardo Scotti e Lorenzo Benati impegnati oggi nella finale individuale, avanza con il quarto tempo complessivo (3.11.49, Francia più veloce di tutti nelle batterie con 3:09.96) e punta alle medaglie di domani pomeriggio, nella gara che al solito chiuderà il programma degli Europei. Meno bene, invece, la 4x400 femminile che manca la qualificazione: 3:42.72 per Beatrice Zeli, Alessia Brunetti, Alessandra Bonora ed Eleonora Foudraz. 

IL DECATHLON DI DESTER (dopo 7 prove)
100m: 11.13 (-0.6) PB
Lungo: 6,98 (+0.1)
Peso: 13,44
Alto: 1,94
400m: 48.56 PB
110hs: 14.21 (-0.1) PB
Disco: 39,00

Sabato 20 luglio

Sessione mattutina

9.40 110hs M Decathlon DESTER, MODUGNO
10.10 Lungo F Qualificazione CRIDA, IAPICHINO
10.20 Disco M Decathlon Gruppo A DESTER
10.40 200 F Semifinali GHERARDI, KADDARI
11.10 200 M Semifinali DONOLA, IANES
11.30 Peso F Qualificazione  
11.37 Disco M Decathlon Gruppo B MODUGNO
12.00 4x400 F Batterie ITALIA
12.30 4x400 M Batterie ITALIA
12.40 Asta M Decathlon Gruppo A DESTER
13.00 Giavellotto M Qualificazione Gruppo A MAULLU
13.25 Asta M Decathlon Gruppo B MODUGNO
14.15 Giavellotto M Qualificazione Gruppo B  


Sessione pomeridiana

16.05 Triplo M Qualificazione FEDEL, MONTANARI, TOSTI
16.20 Giavellotto M Decathlon Gruppo A DESTER, MODUGNO
16.25 Alto F Finale PIERONI
16.35 3000 M Finale CAVAGNA
16.50 400hs F Semifinali  
17.15 400hs M Semifinali PUCA
17.33 3000 siepi F Finale CAVALLI
17.35 Giavellotto M Decathlon Gruppo B ev. Dester, Modugno
17.50 Asta M Finale DE ANGELIS
18.00 800 F Finale COIRO, FAVALLI
18.15 1500 M Finale DANIELE
18.19 Triplo F Finale ZANON
18.25 200 F Finale KADDARI
18.35 200 M Finale DONOLA
18.44 Martello F Finale  
18.46 400 F Finale VANDI
19.00 400 M Finale BENATI, SCOTTI
19.16 100hs F Finale  
19.31 110hs M Finale  
19.45 1500 M Decathlon DESTER, MODUGNO


TV E STREAMING -
Tutto in diretta per le quattro giornate di gare nella 25esima edizione dei Campionati Europei under 20 di atletica a Boras, in Svezia. Da giovedì 18 a domenica 21 luglio la rassegna continentale sarà interamente visibile in diretta streaming sul portale Eurovision all’indirizzo https://www.eurovisionsports.tv/. Prevista la trasmissione in diretta streaming sul sito RaiSport all’indirizzo raisport.rai.it per le quattro sessioni con titoli in palio (da venerdì a domenica nel pomeriggio, più la domenica mattina) oltre a un’ampia copertura anche su Eurosport 2, con lunghe dirette quotidiane.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Jhonatam Maullu (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: