Master: prime medaglie mondiali

27 Ottobre 2016

Partita la rassegna iridata “over 35” di Perth (Australia), con sette medaglie per gli atleti italiani


 

Nelle due giornate iniziali dei Campionati Mondiali Master a Perth (Australia), arrivano subito due ori, quattro argenti e un bronzo per la rappresentativa italiana. Sui 5000 di marcia W35 conquista il suo primo titolo iridato individuale Tatiana Zucconi (Italia Marathon Club) in 25:48.27, dopo aver vinto quello a squadre nella scorsa edizione, però quest’anno era già stata protagonista negli Europei non stadia svolti in Portogallo con tre successi. La 39enne romana spicca quindi non solo per la sua altezza (185 centimetri di statura), ma anche grazie ai risultati in una disciplina che ha iniziato a praticare da cadetta, con una pausa di qualche anno a ridosso dell’ingresso nelle categorie master. Una passione condivisa con la mamma Daniela Ricciutelli (Italia Marathon Club), che sfiora il podio nei 5000 di marcia W55 piazzandosi quarta. Nel decathlon M55 sale sul gradino più alto del podio Giorgio Spagnoli (Edera Atl. Forlì) con un totale 6690 punti e un netto vantaggio sugli avversari: lo statunitense Kenneth Thomas è secondo a quota 6282, davanti all’australiano Peter Murray che chiude con 6130. Per il 55enne romagnolo, attivo anche come tecnico di salto con l’asta e prove multiple a Forlì, si tratta del primo alloro internazionale master in carriera. Questo il dettaglio delle sue dieci fatiche: 12.78 sui 100 metri, 5,14 (+2.3) nel lungo, 9,57 nel peso, 1,63 nell’alto e 1:01.89 sui 400 metri, proseguendo con 18.37 (+2.0) nei 100 ostacoli, 33,82 nel disco, 3,10 nell’asta, 32,06 nel giavellotto per concludere con 5:49.86 nei 1500 metri. Sui prati della corsa campestre, disputata nella giornata inaugurale, c’è il secondo posto fra gli M35 di Luigi Del Buono (Sef Stamura Ancona), figlio d’arte di Gianni e fratello di Federica, che fa il paio con l’argento dell’altra marchigiana Denise Tappatà (Pol. Acli Macerata) nella gara W35, mentre Andrea Naso (Atl. Lonato-Lem Italia) si piazza secondo nei 5000 di marcia M55 in 25:39.38.

Ma non finisce qui il bottino per gli specialisti del tacco e punta a Cannington, sulla pista dell’Ern Clark Athletic Centre, visto che al femminile brillano anche l’argento W55 della sassarese Peppina Demartis (Shardana) con 27:27.40 e il bronzo di Manuela Lucaferro (Atl. Lonato-Lem Italia) tra le W50 con 29:32.24.

In questa terza volta australiana della rassegna iridata “over 35”, dopo Melbourne ’87 e Brisbane 2001, si contano già tanti altri piazzamenti a ridosso del podio: sui 5000 di marcia quarto l’ex campione mondiale Walter Arena (Atl. Fortitudo Catania/M50), quinti invece Salvatore Cacia (Atl. Fortitudo Catania/M45), Pasquale Palella (Amatori Masters Novara/M70) e Piergiorgio Andreotti (Atl. Lonato-Lem Italia/M75), nipote del politico Giulio (nella gara vinta dal tedesco Christoph Höhne, oro nella 50 km alle Olimpiadi di Città del Messico nel ’68), poi finiscono sesti Giuseppe Messina (Atl. Fortitudo Catania/M45) e Claudio Penolazzi (Atl. Lonato-Lem Italia/M60). Due finaliste nella velocità: sui 100 W55 quinta Paola Pasini (Atl. Virtus Castenedolo), nella categoria W50 coglie il sesto posto Miriam Di Iorio (Us Aterno Pescara), abruzzese di Vasto, città gemellata proprio con Perth. La terza giornata assegnerà i titoli iridati degli 800 maschili, con cinque italiani in finale, e nei 5000 femminili, oltre a diversi concorsi. Diretta streaming delle gare che si svolgono nell’impianto principale, il Western Australia Athletics Stadium di Mount Claremont, all’indirizzo http://livestream.com/spectrumtv/Perth2016. Cliccando sul link sottostante è possibile consultare il medagliere con i risultati di tutti gli italiani ai Mondiali Master 2016.

Luca Cassai

RISULTATI/Results
TUTTE LE NOTIZIE/News

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il medagliere italiano
- Gli italiani iscritti
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: