Indoor: Oki e Zlatan veloci a Parma

23 Dicembre 2017

Sui 50 ostacoli 7.17 per la 18enne emiliana, nella distanza piana lo junior corre in 5.89. A Nizza 7.00 nei 50hs del 19enne Bigoni.


 

Esordio sprint nella stagione indoor per Desola Oki, sul rettilineo del rinnovato PalaLottici di Parma. A due giorni da Natale la 18enne emiliana delle Fiamme Oro, campionessa europea allieve dei 100hs nel 2016, si mette alla prova due volte sui 50 ostacoli correndo 7.22 nella batteria per migliorarsi poi con 7.17 in finale. Nell’elenco dei primati italiani assoluti e promesse, in questa distanza spuria e poco frequentata, il crono indicato è 7.35 di Alessandra Becatti (il 14 febbraio 1987 a Lucca), ma le statistiche IAAF riportano anche un 7.04 ottenuto da Marzia Caravelli a Liévin (Francia), il 14 febbraio 2012, di passaggio in una gara di 60 ostacoli. Il precedente limite nazionale under 20 sui 50hs in sala era invece di Lara Lulli con 7.50 a Lucca il 21 gennaio 1989.

FOLORUNSO 7.33 - Nel Parmameeting di Natale, secondo posto in finale per Ayomide Folorunso. L’altra portacolori delle Fiamme Oro, che quest’anno ha conquistato il titolo continentale under 23 dei 400hs, chiude in 7.33 dopo il 7.45 della batteria e quindi scende sotto la migliore prestazione italiana promesse indoor di 7.35. Alle sue spalle la junior Elisa Di Lazzaro (Cus Parma), primatista nazionale di categoria sui 60hs con 8.22 e appena arruolata nei Carabinieri, terza nella finale dei 50hs in 7.52 mentre si era piazzata seconda in batteria con 7.39.

VIDEO | PARMA: DESOLA OKI 7.17 E AYOMIDE FOLORUNSO 7.33 SUI 50HS INDOOR

ZLATAN DA PRIMATO - Si corre veloce nel nuovo impianto di Parma. Il protagonista della gara sui 50 metri piani è Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena), medaglia d’argento agli Europei U20 di Grosseto con la 4x100 azzurra, che ritocca in due riprese la migliore prestazione italiana juniores al coperto con 5.91 nel turno di qualificazione e 5.89 in finale. Battuto quindi il 5.92 che risaliva a quasi 33 anni fa, stabilito il 5 gennaio 1985 a Lucca da Massimo Falsini.

VIDEO | ALEX ZLATAN 5.89 NEI 50 METRI INDOOR A PARMA

OSTACOLI AL MASCHILE - Nei 50hs uomini lo junior Mattia Montini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) corre in 6.76 e successivamente in 6.73, sulle barriere da un metro, e l’allievo Luca Malanca (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) con 7.09 in batteria firma il crono più rapido di giornata con gli ostacoli da 91 centimetri. Entrambe le gare finora avevano pochi riferimenti statistici: i migliori erano rispettivamente 7.20 dello junior Sergio Barcellona (Palermo, 30 gennaio 2016) e 7.27 dell’allievo Francesco Rebagliati (Nizza, 3 febbraio 2013). [RISULTATI/Results]

BIGONI 7.00 A NIZZA - Venerdì 22 dicembre, a Nizza (Francia), il lombardo Marco Bigoni (Pro Sesto Atletica) ha corso in 7.00 sui 50 ostacoli indoor con barriere da 106 centimetri, superando il limite nazionale juniores al coperto con cronometraggio elettrico fissato in 7.03 da Gianluca Fini a Lucca nel lontano 10 febbraio 1985. Resiste in ogni caso la MPI manuale di 6.7 realizzata da Andrea Pantani a Piombino nel 1984. Il 19enne azzurrino ha poi vinto anche la finale nel meeting di Nizza con 7.05. Alla riunione ha preso parte anche Sofia Bonicalza (Pro Sesto Atletica), che attualmente studia e vive nella città francese: la campionessa italiana juniores dei 200 metri si è migliorata due volte sui 50 in sala con 6.69 e 6.65. (ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia) [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: