Una gara di corsa campestre della categoria CadettiLa lettura dell'articolo 1 dello Statuto della Federazione Italiana di Atletica Leggera, nei commi 1 e 2, riassume la natura e gli scopi dell’Ente:

La Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) associazione senza fini di lucro con personalità giuridica di diritto privato, fondata nel 1898, è formata da tutte le società e associazioni sportive costituite ai sensi della normativa vigente che senza scopo di lucro praticano in Italia l'atletica leggera, ispirandosi al principio di democrazia e di partecipazione di chiunque in condizioni d'uguaglianza e di pari opportunità. (…) La FIDAL promuove, organizza, disciplina e diffonde la pratica dell’atletica leggera in armonia con le deliberazioni e gli indirizzi del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, confederazione delle Federazioni Sportive Nazionali, (CONI), del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) e della Federazione Internazionale di Atletica Leggera (IAAF).

In altre parole, la Federazione Italiana di Atletica Leggera è l’Ente di riferimento per la pratica della disciplina nel nostro Paese, costituito in via democratica dalle rappresentanze delle associazioni sportive ad essa affiliate. La FIDAL è parte sia degli organismi internazionali dell’atletica (la IAAF, ovvero la Federazione mondiale, e l’EA, l’associazione europea), sia del CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano), la Confederazione delle Federazioni Sportive Nazionali Italiane. Tra i vari compiti che fanno capo alla Federazione Italiana di Atletica Leggera, risaltano quelli relativi alla composizione delle squadre nazionali azzurre che prendono parte alle manifestazioni internazionali ad ogni livello (per i Giochi Olimpici, di concerto con il CONI), e l’organizzazione dei campionati nazionali, individuali e di società, di tutte le categorie di tesseramento.

Ma non solo questo, naturalmente. L'impronta sul tessuto sociale nazionale è data dagli innumerevoli rapporti operati sul territorio dalle società affiliate (sono oltre 2.500 i club parte della Federazione, con più di 170.000 tesserati tra atleti, tecnici, dirigenti, giudici), dalle relazioni di tecnici e dirigenti con atleti di tutte le età, dalla partecipazione di questi ultimi alle migliaia di manifestazioni inserite ogni anno nel calendario FIDAL. Un panorama vastissimo, che racchiude l'attività di vertice e quella di base, l'altissimo profilo agonistico e quello di sostegno allo sviluppo dei giovani e alla tutela della salute degli adulti, in un unicum che è, soprattutto, la somma delle tante passioni per l'atletica accese quotidianamente in Italia. Attorno a valori come la lealtà, il rispetto di sé, delle norme di gara e dell'avversario.

La storia della Federazione Italiana di Atletica Leggera è anche la storia dei grandi campioni che hanno vestito la maglia azzurra ai Giochi Olimpici, ai Campionati del Mondo, ai Campionati Europei, ed in tutte le occasioni in cui una rappresentativa italiana ha sfidato quella di altri Paesi. I profili dei più grandi atleti azzurri di sempre possono essere consultati qui, mentre in questa pagina è possibile leggere una scheda sintetica sulla natura di questa straordinaria disciplina.

La Federazione

 

Condividi