Yokohama, arriviamo: ''Il clima giusto''

26 Aprile 2019

Parlano gli staffettisti azzurri che stanno preparando a Roma le World Relays dell'11-12 maggio. Il presidente FIDAL Giomi: "Si sono messi a disposizione come mai prima"


 

di Nazareno Orlandi

Quindici giorni a Yokohama. Quindici giorni alle World Relays, trampolino di lancio verso i Mondiali di Doha. Scorrono le ultime ore di raduno a Roma, tra il centro di preparazione olimpica del CONI “Giulio Onesti” e le piste del Rosi e della Farnesina per gli staffettisti azzurri che il 3 maggio raggiungeranno il Giappone in vista dell’impegno iridato dell’11 e 12 maggio. Prima della chiusura ufficiale dello stage, servito per rodare la macchina dei cambi e per elaborare le migliori strategie possibili anche alla luce della novità 4x400 mista, il presidente della FIDAL Alfio Giomi ha incontrato e incoraggiato gli staffettisti, insieme al direttore tecnico Antonio La Torre e al responsabile della velocità Filippo Di Mulo. “L’orgoglio di indossare la maglia azzurra sentitelo fino in fondo - l’incitamento del presidente Giomi -. La staffetta rappresenta l’esaltazione di tutto ciò che è l’azzurro, e voi la convocazione l’avete meritata sul campo. Si sente spesso dire che in raduno c’è un bel clima, ma stavolta realmente l’ho toccato con mano: vi siete messi a disposizione come mai prima”. Convinzione, ferocia, determinazione, le parole pronunciate dal DT La Torre: “Ho percepito un clima di grande squadra. Vedere che durante gli allenamenti le ragazze incoraggiano i ragazzi, e viceversa, è un segno di forza che ci portiamo a Yokohama”. Un team che per Di Mulo “ha messo da parte i pensieri dell’attività individuale per dedicarsi alle staffette, mai viste così compatte e motivate”. L’obiettivo è chiaro: qualificare quanti più quartetti ai Mondiali di Doha, proposito che in Giappone si realizza rientrando tra le prime 10 nelle 4x100 e nelle 4x400 e tra le prime 12 nella 4x400 mista, che per la prima volta in Qatar tra fine settembre e inizio ottobre assegnerà medaglie mondiali e poi olimpiche il prossimo anno a Tokyo. 

JACOBS: “NON VEDO L’ORA” - “Dopo Glasgow si riparte con tante motivazioni - assicura Marcell Jacobs (Fiamme Oro), 8,05 nel lungo a Madrid nella stagione indoor - il 2019 è lungo e ci sono tanti obiettivi e molte gare importanti. Non vedo l’ora di cominciare. I 100 metri e il lungo? Inizierò con la velocità, farò qualche gara e poi vedremo come svilupperà la stagione. Stiamo ancora valutando e dopo Yokohama decideremo da dove partire”.


I convocati per la 4x100 maschile: Federico Cattaneo, Eseosa Desalu, Marcell Jacobs, Davide Manenti, Roberto Rigali, Filippo Tortu.


BONGIORNI: “FIDUCIOSE, VOGLIAMO DOHA” -
“I cambi stanno venendo bene, siamo molto fiduciose - il commento di Anna Bongiorni (Carabinieri), tra le veterane della 4x100 azzurra - è importante fare bene a Yokohama perché tutte vogliamo andare a Doha senza dover rincorrere la qualificazione più avanti”.


Le convocate per la 4x100 femminile: Anna Bongiorni, Zaynab Dosso, Johanelis Herrera, Gloria Hooper, Alessia Pavese, Irene Siragusa.


RE: “RADUNO CHE DÀ BRIO” -
“L’obiettivo del raduno era iniziare a entrare in clima gara - sottolinea Davide Re (Fiamme Gialle), sceso lo scorso anno a 45.26 nel giro di pista - c’è molta sintonia tra noi quattrocentisti e stare tutti insieme dà quel brio in più, sempre utile prima di una competizione importante. Il mio primo 400 sarà il 24 maggio a Rieti”. 


I convocati per la 4x400 maschile e la mista: Vladimir Aceti, Daniele Corsa, Matteo Galvan (aggiornamento sabato 29 aprile: risentimento muscolare, niente World Relays), Andrew Howe, Giuseppe Leonardi, Davide Re, Edoardo Scotti, Alessandro Sibilio, Michele Tricca.


LUKUDO: “PERCORSO INIZIATO NELLE INDOOR” -
“Stiamo lavorando bene - racconta Raphaela Lukudo (Esercito), bronzo agli Euroindoor di Glasgow con la 4x400 - abbiamo svolto buoni lavori in questi giorni, sia di squadra, sia individuali. Spero di riuscire a portare avanti il bel percorso iniziato nella stagione indoor”.


Le convocate per la 4x400 femminile e la mista: Chiara Bazzoni, Rebecca Borga, Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo, Marta Milani, Giancarla Trevisan, Virginia Troiani, Elisabetta Vandi.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Gli azzurri della 4x100 (foto FIDAL)


Condividi con
Seguici su: