Tortu nei 200 stellari: ''La gara più importante''

05 Giugno 2019

Le parole dello sprinter azzurro e dei favoriti Lyles, Norman e Guliyev alla vigilia del Golden Gala Pietro Mennea: giovedì alle 21.25 l'attesissima sfida


 

Una gara stellare. Domani sera alle 21.25 lo stadio Olimpico di Roma è pronto a trattenere il fiato per venti secondi, e molto probabilmente meno, per i 200 metri del Golden Gala Pietro Mennea. L’azzurro Filippo Tortu sbarca tra gli “alieni” della velocità mondiale, in un parterre d’eccezione che da favoritissimi propone gli statunitensi Noah Lyles (19.65 di personal best) e Michael Norman (19.84), e il turco campione del mondo ed europeo Ramil Guliyev (19.76). Per il primatista italiano dei 100 metri è la terza partecipazione consecutiva al Golden Gala, dopo il 20.34 sui 200 di due anni fa che resiste ancora come primato personale (nella distanza che non ha più frequentato dai Mondiali di Londra 2017), e dopo il 10.04 sul rettilineo sotto la Monte Mario nella scorsa stagione, preludio al meraviglioso 9.99 di Madrid che poche settimane dopo lo ha reso il primo sprinter italiano sotto i 10 secondi. A Roma, stavolta, sarà ancora più difficile, a giudicare dalla qualità degli avversari, stelle mondiali sicure protagoniste della rassegna iridata di Doha in autunno. Qui tutte le star dei 200 metri nella volata che potrebbe rivelarsi la più veloce di sempre sul suolo italiano: il riferimento è il 19.82 del 1988 di Carl Lewis al Sestriere.

Filippo Tortu: “Quale occasione migliore di Roma per tornare a correre i 200 metri? Sono molto legato al Golden Gala e ogni volta che partecipo trovo avversari sempre più forti. Sono certo che sarà un’atmosfera unica e conto i minuti per arrivare a domani. Sogno un grande risultato davanti al Presidente della Repubblica, per me è un onore da italiano, da atleta delle Fiamme Gialle e da sportivo. Oltre me e Gimbo Tamberi ci saranno tanti altri azzurri ed è una bella occasione per tutta l’atletica italiana di mettersi in luce. Questa è la gara col livello tecnico più alto che abbia mai affrontato nella mia carriera e voglio confrontarmi con i migliori al mondo: naturalmente il favorito è Lyles, ma anche Norman ha fatto risultati di livello mondiale e Guliyev è il campione iridato. Il mio obiettivo è sempre quello di migliorarmi, magari non soltanto di pochi centesimi. Lyles lo ricordo bene nei 100 ai Mondiali under 20 di Bydgoszcz e soprattutto ricordo… la sua schiena. Speriamo stavolta di vederla da più vicino! Lui ha ottenuto grandissimi risultati, io cerco di seguirlo, e domani è la prima volta che torniamo a correre insieme. I 200 metri potrebbero essere la mia specialità, ma questo ce lo dirà la gara dell’Olimpico: sono molto ottimista di poter esprimere al meglio quello che ho fatto vedere negli ultimi metri dell’esordio sui 100 a Rieti nel 9.97 ventoso. È sicuramente una tappa importante, ma è comunque soltanto un momento di avvicinamento ai Mondiali di Doha, il vero obiettivo della stagione. Nei 200 serve più di una prova per essere perfetti e io non gareggio su questa distanza da quasi due anni. Mi aspetto una curva molto veloce e spero di ‘morire’ un pochino meno di due anni fa negli ultimi metri”.

Noah Lyles (Stati Uniti): “Shock the world again! A essere onesto non so cosa aspettarmi, sono rimasto impressionato anch’io del mio 9.86 di Shanghai, e sono a Roma per spaccare ancora. I Mondiali di Doha? Per ora voglio concentrarmi sui 200, più che sui 100 metri. Ritrovo Filippo Tortu dopo tre anni dai Mondiali under 20 di Bydgoszcz: ero preoccupato per i giamaicani e fui sorpreso che il secondo classificato fosse un italiano. Da allora la mia meccanica di corsa è migliorata, sono cresciuto tanto ma considero questa distanza ancora una sfida per me, per questo sono curioso di capire cosa riuscirò a fare domani nel primo 200 dell’anno”.

Michael Norman (Stati Uniti): “Sono molto entusiasta di poter gareggiare a Roma, tutto sembra andare per il meglio dopo il 19.84 sui 200 e il 43.45 nei 400. So che il meteo sarà ottimo”.

Ramil Guliyev (Turchia): “Dopo il 19.99 sui 200 metri a Doha ho avuto qualche problema, ma ho recuperato. Con che tempo si vince domani? Se le condizioni meteo saranno buone si può scendere a 19.80, e forse anche più veloce. Domani avrò ragazzi forti contro i quali competere, e spero che ci divertiremo tutti insieme”.

FOTO/Photos - ORARIO/Timetable - ISCRITTI/Entries - RISULTATI/Results - TUTTE LE NOTIZIE/News - LA GUIDA GARA PER GARA

DIRETTA TV - Il Golden Gala Pietro Mennea di giovedì 6 giugno sarà trasmesso in diretta tv su RaiSport+HD dalle 20 alle 22. La trasmissione sarà disponibile gratuitamente su tutte le piattaforme: terrestre, via satellite e in diretta streaming sul web, all’indirizzo www.raiplay.it.

BIGLIETTI: VENDITA ONLINE SU TICKETONE
È corsa ai biglietti: possono essere acquistati nei punti vendita di Lis Ticket, Ticketing partner del meeting della Capitale, e sul sito della compagnia, all’indirizzo sport.ticketone.it.

Questi i prezzi dell’edizione 2019 (al netto dei diritti di prevendita):

    Monte Mario Arrivi: 30,00 Euro - Ridotto under14: 15,00

    Monte Mario Partenze: 20,00

    Tribuna Tevere: 15,00

    Distinti Arrivi: 15,00

    Curva Nord e Distinti Nord: 5,00

    Curva Sud: 5,00

È attiva anche la biglietteria del Foro Italico, a Roma (viale delle Olimpiadi 61, ex Ostello: apertura oggi 10:00-13:00, 14:00-17:00, domani fino alle 20).

SEGUI IL GOLDEN GALA PIETRO MENNEA SU Facebook - Instagram @goldengala_roma - Twitter @goldengala_roma



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 GOLDEN GALA