Tallinn, le schede degli azzurri




 
Una storia lunga 47 anni: tanto ormai dura l'epopea degli Europei juniores che celebreranno a Tallinn (21/24 luglio) la loro 21^ edizione. Parliamo di 47 anni e non 41, ossia quanti ne sono trascorsi dall'edizione inaugurale di Colombes 1970, perché anche le tre edizioni dei "Giochi Europei juniores" di Varsavia '64, Odessa '66 e Lipsia '68 hanno avuto una valenza tecnica del tutto paragonabile a quella dei Campionati veri e propri (talvolta anche superiore). Salvo, ovviamente il caso di Lipsia nell'agosto 1968: ma solo per il fatto che si svolse pochi giorni dopo l'invasione dell'allora Cecoslovacchia da parte delle truppe del Patto di Varsavia - la reazione militare alla cosiddetta "Primavera di Praga" - e questa contingenza geo-politica ebbe come effetto una generalizzata rinuncia (anche se non "boicottaggio" in senso proprio) da parte dei Paesi dell'Europa Occidentale, compresa l'Italia.

Gli azzurri saranno presenti in Estonia con 52 atleti (35 uomini e 17 donne), la seconda spedizione più numerosa dopo i 53 di Varazdin 1989: una formazione ambiziosa e decisamente compatta, che dovrebbe essere in grado di dar continuità alla serie di lusinghieri risultati che hanno accompagnato nelle ultime stagioni le nostre nazionali giovanili. Purtroppo due possibili carte da medaglia sono venute meno proprio alla vigilia della trasferta: prima l'infortunio in allenamento di Andrea Sanguinetti, giustamente considerato aspirante al podio dei 3000 siepi, poi la controversa vicenda della mancata eleggibilità dell'ostacolista Hassane Fofana, anche lui tra i migliori specialisti stagionali in campo continentale.
Le liste europee stagionali assegnano tuttavia posizioni di vertice ad altri atleti presenti a Tallinn: come Marco Lorenzi e Michele Tricca (rispettivamente 3° e 4° nei 400 metri), Mohad Abdikadar (6° nei 1500 metri), José Bencosme (2° nei 400hs), Gianmarco Tamberi (4° nell'alto), Daniele Secci (1° nel peso), Alessia Trost (5^ nell'alto) e naturalmente il quartetto della 4x400 maschile, potenzialmente favorito nel peso specifico delle prestazioni dell'anno sui primi quattro uomini. Abbastanza quotati, al di là delle cifre nude e crude, possono essere considerati anche lo sprinter Giovanni Galbieri, anche perché il veronese ci ha abituati a performaces agonistiche non preventivabili, e le ragazze della staffetta veloce, che hanno in Gloria Hooper e Anna Bongiorni le loro frecce più insidiose.
Nell'ultima occasione, a Novi Sad 2009, la spedizione italiana raccolse 1 argento e 3 bronzi, ma almeno altre tre o quattro medaglie vennero letteralmente accarezzate dagli azzurri in Vojvodina. In passato il top dei podi in una sola edizione risale a Salonicco 1991 con 9 totali (1 oro, 5 argenti e 3 bronzi) ed il massimo di titoli continentali a San Sebastian 1993, dove gli ori furono quattro. Il totale delle medaglie delle medaglie finora raccolte - considerando anche le tre edizioni dei "Giochi Europei" per le considerazioni espresse in apertura - ammonta a 23 ori, 21 argenti e 42 bronzi (ossia 86 metalli complessivi).
Il bottino più scarso? Quello dell'edizione ufficiale numero uno, Parigi 1970: zero medaglie arrivarono dallo storico Stadio di Colombes. Ma chi potrebbe mai considerare in rosso l'eredità di una spedizione che rivelò il talento di esordienti del calibro di Pietro Mennea e di Sara Simeoni?

In attesa di seguire le competizioni, che si svolgeranno allo Stadio Kadriorg di Tallinn dal 21 al 24 luglio, presentiamo i nostri ragazzi attraverso il consueto strumento delle schede personali e le liste italiane all.time di categoria. Da ultimo ricordiamo che la manifestazione sarà seguita giornalmente dall'emittente satellitare Eurosport HD: al momento il palinsento prevede 4 ampie differite sul canale HD, giovedì 21 luglio (17.45 - 19.15), venerdì 22 luglio (18.00 - 19.30), sabato 23 luglio (00.00 - 01.30) e domenica 24 luglio (18.00 -20.00).

Raul Leoni

Nella foto (Giancarlo Colombo/fidal): José Bencosme, secondo nelle liste europee stagionali dei 400 ostacoli.




 

File allegati:
- LE SCHEDE DEGLI AZZURRI/Profiles
- LE LISTE ITALIANE DI SEMPRE/All Time Lists
- Le pagine di Tallinn 2011 sul sito Aea



Condividi con
Seguici su: