Strada: un sabato di corse




 
Va a Daniele Caimmi l'edizione numero 70 della Notturna di San Giovanni, una delle corse più antiche d’Italia, calata il cuore artistico e storico di Firenze, nell’ambito dei festeggiamenti del Santo Patrono della città. Così ieri il maratoneta delle Fiamme Gialle ha fatto da subito gara in testa insieme al corregionale Denis Curzi lungo i 10 km della corsa e aggiudicandosi la vittoria (29'43") con una volata finale sul carabiniere (29'45"). Terzo il portacolori del GP Alpi Apuane, Mohammed Taqui (30'13"). Al femminile, missione compiuta per la fiorentina Gloria Marconi (Corradini Rubiera) che si aggiudica la gara per l'ottava volta in 33'18". Dietro di lei la compagna di squadra Ivana Iozzia (34'34") con Nicoletta Franceschi (Atl. Vinci), al terzo posto (37'30"). La Notturna è stata preceduta dalla decima edizione della staffetta - Trofeo "Fernando Bini". Le otto squadre formate da tre uomini e una donna, hanno percorso ciascuna 550 metri intorno al Duomo, con il quartetto dell’Atletica Firenze Marathon (Viola Caldarelli, Luca Morandini, Lorenzo Targioni, Fabio Crispino) che in dirittura di arrivo ha avuto la meglio su quelli di Toscana Atletica Caripit e Virtus Lucca.

Due vittorie in solitaria al 38° Trofeo San Vittore. A Tonadico di Primiero (TN) hanno vinto Ezekiel Kiprotich Meli e Nadia Ejjafini, entrambi con una fuga individuale dal primo giro. Il keniano si è subito involato e ha trionfato in 27'16" sul percorso ondulato di 9,4 km. Al secondo posto, staccato di 53", si è piazzato Edward Kiptanui Too (29'09"), mentre la terza piazza è andata all'aviere Francesco Bona, che nel finale è riuscito a vincere la resistenza del marocchino Ridouan e a chiudere in 28'19". Nella corsa femminile (5,35 km), l'assenza di Renate Rungger ha tolto la rivale più pericolosa alla Ejjafini. La marocchina, oggi del Bahrein, si è involata fin dalla metà del primo giro, guadagnando tornata dopo tornata un vantaggio sempre più consistente. Alla fine ha chiuso in 17'46", 55" davanti alla keniana Jebet (18'41") e 1'15" su Daniela Paterlini (19'01").  

Quasi 3400 i runners al via della prima edizione della RomaMezzaMaratona, gara in notturna, illuminata dalla luce di oltre 2000 fiaccole, che ieri sera a partire dalle 23 ha attraversato la Capitale dai piedi del Colosseo fino l'arrivo in via di Porta San Sebastiano. Percorso che in parte ricalca quello della maratona delle Olimpiadi del '60, con l'indimenticabile vittoria a piedi scalzi dell'etiope Abebe Bikila. In campo maschile il successo è andato al keniano Biwott Nicodemus (1h06:11) con Pasquale Rutigliano (EsercitO) secondo in 1h07:51 su Federico Simionato (Aeronautica - 1h08:15). Tra le donne, invece, senza rivali Fatna Maraoui (Esercito - 1h18:15) che si è lasciata alle spalle Gegia Gualtieri (Esercito - 1h21:13) e la promessa Martina Celi (Stud. Cariri - 1h21:13).     

MONTAGNA - Al 5° Trofeo "Tra borgo e riserva" di Pesche (IS), successi del finanziere Luciano Di Pardo (39'39") sul marocchino Hammann Larbi (Grottini Team Recanati - 40'38") e Luca Rosa (Atl. Benevento - 42'03"). Gara femminile ad Arianna Di Pardo (Nuova Atl. Isernia - 49'49") con al secondo e terzo posto Anna Bornaschella (Atl. Venafro - 50'37") e Iolanda Ferritti (Nuova Atl. Isernia - 51'20").   

a.g.

Nella foto, runners al via dell'edizione 2008 della Notturna di San Giovanni (foto Organizzatori)




Condividi con
Seguici su: