Strada: la domenica di corsa

18 Aprile 2016

Tutti i vincitori nelle gare inserite nel calendario nazionale di corsa su strada e corsa in montagna


 

Nel weekend che ha visto lo svolgimento della Maratona di Padova e della Dieci Miglia di Maria Luigia a Colorno (Parma), tanti altri appuntamenti hanno affollato il calendario nazionale delle corse su strada. La seconda edizione della Santander Mezza Maratona Città di Torino, nel centro del capoluogo piemontese, va al keniano Jonathan Kosgei Kanda (Atl. Castello/1h03:38) che precede l’altro keniano Paul Tiongik (Athletic Terni/1h03:54) e il ruandese Sylvain Rukundo (Toscana Atl. Futura/1h04:11). Nell’affascinante percorso che ha toccato i monumenti più belli della città, con partenza e arrivo in Piazza San Carlo, successo al Ruanda in campo femminile e primo posto di Claudette Mukasakindi (Atletica 2005) in 1h18:06 per lasciarsi alle spalle Elisa Stefani (Brancaleone Asti/1h18:32) e Mina El Kannoussi (Atl. Saluzzo/1h21:34). Sono stati più di seimila i partecipanti totali della due giorni di iniziative podistiche, tra la Kids Run per i bambini fino a 12 anni, la 10 km competitiva e la corsa-camminata di 3 km per la ricerca, che hanno permesso a tutti gli appassionati di divertirsi, stare in forma, passare una giornata all’aperto e contribuire alla raccolta fondi per la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo.

A San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) è andata in scena l’edizione numero 18 per la Maratonina dei Fiori con la vittoria del keniano Joash Kipruto Koech (Atl. Potenza Picena) in 1h04:09 nei confronti del connazionale Julius Rono (Atl. Recanati/1h04:13), terzo Alessio Terrasi (Fiamma Rossa Palermo) con 1h07:46. Tra le donne, nel lungomare delle Palme, affermazione della marchigiana Simona Santini (Atl. Brescia 1950) che chiude i 21,097 chilometri in 1h16:32 su Laura Biagetti (Athletic Terni/1h17:29) e Silvia Luna (Grottini Team Recanati/1h21:48). Giornata calda nel Cilento per la 17ª Agropoli Half Marathon. Nella suggestiva “mezza maratona del Mediterraneo”, arriva davanti un terzetto con Lhoussaine Oukhrid (Gruppo Città di Genova/1h05:14), Hicham Boufars (1h05:16) e Yassine Kabbouri (1h05:17), tutti del Marocco come le prime due al femminile: Malika Ben Lafkir (1h17:33) e Siham Laaraichi (Pod. Il Laghetto/1h19:57), mentre completa il podio Annamaria Caso (Bartolo Longo/1h28:25). Sui 10 chilometri della 14ª Corritrieste, vittorie di Rocco Sorrentino (Pool Sport Trieste/34:53) e Alessandra Lena (Atl. Brugnera Friulintagli/38:53). Nella settima edizione della Taranto nel Cuore, 10 km valida come Memorial Alberto Casile ed Enzo D’Ippolito, riescono a conquistare il successo Francesco Minerva (Dynamyk Fitness/29:37) e Teresa Lelario (Atl. Assi Trani/38:21).

La 5ª Grimpeur Race Memorial Beppe Comini, a Gavardo (Brescia), porta la firma al maschile di Alessandro Rambaldini (Atl. Valli Bergamasche Leffe) che nei 10 chilometri quasi interamente in salita chiude in 53:35, con 12 secondi di vantaggio su Marco Filosi (Valchiese) seguito da Marco Zanoni (Gp Pellegrinelli/54:16). Nella gara femminile Sara Bottarelli (Free-Zone) conferma il momento di forma con il successo in 1h02:29, più staccate Ana Nanu (Gs Gabbi/1h06:37) e Nives Carobbio (Runners Bergamo/1h08:01). Meteo inclemente, ma emozioni forti al Valtellina Vertical Tube, che ha celebrato a Montagna in Valtellina (Sondrio) la sua seconda edizione con oltre 450 classificati e una giornata dedicata al ricordo di Marco Gianatti, prematuramente scomparso lo scorso anno, pochi mesi dopo aver lanciato una gara a cronometro da svolgersi sulla scalinata (2700 gradini) di fianco alla condotta che vedeva da casa. L’argento iridato della corsa in montagna Emmie Collinge (Atl. Alta Valtellina) ferma il cronometro su 16:10, migliorando il 16:25 da lei corso nel 2015. Sul podio con lei salgono due protagoniste assolute della corsa in montagna italiana, le azzurre Valentina Belotti (Alta Valtellina/17:15) e Samantha Galassi (La Recastello/17:58). Esito più incerto nella prova maschile: a vincere è il tricolore 2015 di km verticale, nonché bronzo iridato nelle lunghe distanze Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) che in 14:20 precede un altro giovane di grande interesse, l’altoatesino Hannes Perkmann (Sportler Team), staccato di soli 5 secondi, e il il forestale Emanuele Manzi, terzo in 14:50.

l.c.

(da comunicati stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: