Societari Assoluti, Vallortigara torna a 1,90

01 Giugno 2019

A Vicenza la saltatrice azzurra si riporta in quota dopo la Diamond League di Stoccolma. A Rieti 46.57 nei 400 per Andrew Howe. I risultati dalle 17 sedi di gara


 

VENETO - Rialza la testa Elena Vallortigara. Nella seconda prova regionale dei Campionati di Società Assoluti, l’azzurra torna a 1,90 nel salto in alto a Vicenza, con la maglia dell’Assindustria Sport Padova. A due giorni dall’opaco 1,78 nella fredda serata di Stoccolma in Diamond League, la carabiniera vicentina di Schio si riaffaccia su misure dignitose con l’1,90 saltato al terzo tentativo, prima di tre errori alla successiva quota di 1,92. “Vedo uno spiraglio di luce - le parole della Vallortigara, seconda azzurra di sempre con il 2,02 della scorsa stagione - mi è dispiaciuto che in Svezia le condizioni meteo fossero così cattive, perché in realtà mi sentivo bene, e sono contenta di aver avuto quest’occasione a Vicenza per riprovarci subito. L’1,90 è stato un bel salto, l’ho fatto di cattiveria. Manca ancora qualcosa perché allo stacco cedo ancora molto e ci sono aspetti tecnici su cui oggi ho cercato di concentrarmi. Ma stiamo andando in avanti e questa gara mi dà fiducia”. Vallortigara eguaglia dunque lo stagionale, ritrovando la misura già ottenuta a Siena nell’esordio del 25 aprile, seguito da un 1,85 a Doha in Diamond League e dalla serata “no” di Stoccolma. Domenica 9 giugno sarà di nuovo in pedana, in Olanda, a Hengelo. Altri risultati dalla sede veneta dei Cds Assoluti: il peso è sempre per la pluricampionessa italiana Chiara Rosa (Libertas Sanp/Fiamme Azzurre) con 16,65. Nota di colore dal disco: a 51 anni, e a cinque stagioni dall’ultima gara, si rivede in pedana l’ex azzurro Diego Fortuna (Atletica Vicentina) che lancia 46.92 per il secondo posto.

VIDEO | ALTO: VALLORTIGARA 1,90 A VICENZA

LAZIO - Nuova uscita sui 400 metri per Andrew Howe: a Rieti il primatista italiano del lungo ferma i cronometri sul tempo di 46.57 fornendo una prova convincente nei primi trecento metri e stringendo i denti nel rettilineo conclusivo. In questa stagione il 34enne aviere della Studentesca Rieti Milardi aveva già corso su questa distanza altre due volte, sempre sulla pista di casa, con un 46.35 come miglior risultato a fine aprile. Alle World Relays di Yokohama in maggio ha anche contribuito alla qualificazione della staffetta mista azzurra per i Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre). Sempre allo stadio Guidobaldi, blitz nei 100 metri per la quattrocentista azzurra Maria Benedicta Chigbolu (Studentesca Rieti Milardi/Esercito), su una specialità nella quale non gareggiava da quattro anni: vittoria con il primato personale di 11.87 (-1.4). Nel salto in alto, fuori classifica, Erika Furlani (Fiamme Oro) supera l’asticella a 1,86. Cinquanta metri tondi tondi nel disco per Sebastiano Bianchetti (Studentesca Rieti Milardi/Fiamme Oro), 50,00, e in pedana è sempre un piacere ritrovare Assunta Legnante (Acsi Italia), a segno nel peso con 14,84. Al debutto stagionale nel triplo Dariya Derkach (Acsi Italia/Aeronautica) parte da 13,23 (-0.3). Si fa notare anche l’allievo Lorenzo Simonelli (Esercito Sport&Giovani) che prosegue la crescita nei 110hs: nella gara extra dedicata agli under 18 si migliora fino a 13.73 (+0.4) con gli ostacoli da 91 centimetri e diventa il sesto allievo italiano di sempre.

TOSCANA - Non esagera Yohanes Chiappinelli nel primo test stagionale sui 1500 a pochi giorni dal Golden Gala Pietro Mennea del 6 giugno all’Olimpico, dove battaglierà con i big dei 3000 siepi. A Grosseto il 21enne carabiniere senese, con la casacca della Uisp Atletica Siena, si limita a vincere la propria gara con 3:52.21. Nuovo assalto a 1,86 per l’allieva del salto in alto Idea Pieroni (Virtus Cr Lucca), fallito di poco al terzo tentativo: gara chiusa con il risultato di 1,81. E sempre della categoria under 18 spunta un’altra saltatrice interessante: Giada De Martino (Toscana Atl. Empoli Nissan) sale a 1,79 con progresso di cinque centimetri. Curiosità: la fiorentina è stata campionessa italiana cadette due anni fa, ma nel triplo. Lo junior Samuele Ceccarelli (Atl. Alta Toscana) pareggia il proprio limite nei 100 metri con uno sprint da 10.58 (+1.5). Il disco di Alessio Mannucci (Atl. Livorno) a 53,84.

LOMBARDIA (uomini) - A Nembro (Bergamo) il giavellotto di Roberto Bertolini (Cento Torri Pavia/Fiamme Oro) atterra a 77,39. Primo posto nei 100 metri per lo sprinter del gruppo azzurro della 4x100 Roberto Rigali (Bergamo Stars) con 10.64 (-0.9). Nei 110hs Mattia Montini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni/Carabinieri) si impone con 14.23 controvento (-2.0).

LOMBARDIA (donne) - Sulla pista di casa, a Bergamo, Marta Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) si cimenta di nuovo nei 1500 metri, con il crono di 4:18.12, quarto tempo in carriera. In questa stagione che ne sta tratteggiando il ritorno, la 20enne che fu medaglia di bronzo mondiale U18 degli 800 nel 2015, ha già corso la distanza in 4:14.63. Nel salto in alto Teresa Maria Rossi (Geas Atletica) supera 1,83 mentre sulla pedana del peso 15,06 di Sydney Giampietro (Cus Pro Patria Milano/Fiamme Gialle).

EMILIA ROMAGNA - Martellata da 66,68 a Imola (Bologna) per la tricolore e detentrice della migliore prestazione italiana under 23 Sara Fantini (Cus Parma/Carabinieri) che trova anche un altro lancio da 66,67. Sul giro di pista il campione del mondo con la staffetta 4x400 under 20 Edoardo Scotti (Cus Parma/Carabinieri) manda a referto il tempo di 47.42. Alla sua prima gara dell’anno sui 3000 siepi, l’azzurra Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena/Aeronautica) fa segnare il crono di 10:02.31. Dopo Savona, nuovo impegno nei 100hs per Desola Oki (Cus Parma/Fiamme Oro): prima piazza in 13.80 (+0.3). 

MARCHE - Bella serie di lanci per Giovanni Faloci (Avis Macerata/Fiamme Gialle) a Macerata: il 33enne umbro scaglia il disco a 62,72, settima prestazione in carriera, con una serie molto costante e tutta oltre i 61 metri (e un nullo). Nei 10.000 di marcia, l’azzurro del tacco e punta Michele Antonelli (Aeronautica) scende a 40:27.92, fuori classifica. La primatista italiana under 20 dei 400 metri Elisabetta Vandi (Avis Macerata/Fiamme Oro) in versione centometrista fattura 11.94 (+0.2), nella gara del primo sub-12 per l’allieva Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati, 11.99) cinque centesimi meglio del 12.04 di domenica scorsa al Brixia Meeting. Progresso per Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) in un test agonistico sui 400 chiuso in 47.20. A otto centimetri dal personale la junior Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), 53,34 nel giavellotto.

SARDEGNA - Si migliora il giovane sprinter Lorenzo Patta (Atl. Oristano). A Sassari il tricolore juniores della velocità corre in 10.43 (-0.2) nei 100 metri, due centesimi in meno del personale centrato un anno fa sulla stessa pista, e sale al sesto posto nelle liste italiane under 20 di sempre. Nella passata stagione era sceso anche a 10.37 ventoso (+2.3) con il successo alla rassegna nazionale di Agropoli.

PIEMONTE/VALLE D'AOSTA - La stagione italiana di Daisy Osakue inizia con un lancio di 14,91 nel peso a Mondovì (Cuneo). Domani la 23enne delle Fiamme Gialle, per l’occasione in maglia Sisport Torino, è attesa sulla pedana del disco in cui è arrivata quest’anno fino a 61,35 nell’attività statunitense di college, timbrando lo standard per i Mondiali di Doha.

LIGURIA - Un altro sprint sul rettilineo di Savona per Luminosa Bogliolo (Cus Genova/Fiamme Oro), ma senza ostacoli. Dopo il 13.14 nei 100hs di mercoledì al meeting internazionale, oggi la ligure si mette alla prova sui 100 piani e riesce a limare il personal best di un centesimo con 12.02 (+1.1).

PUGLIA/BASILICATA - Sulla pista di Matera l’azzurro Massimo Stano si cimenta nei 10.000 metri di marcia. Due settimane dopo l’impegno sulla 20 km in Coppa Europa il pugliese delle Fiamme Oro, in gara per l’Aden Exprivia Molfetta, taglia il traguardo in 41:40.94.

FRIULI-VENEZIA GIULIA/TRENTINO - La finalista olimpica Desirée Rossit (Atl. Malignani Libertas/Fiamme Oro) conquista il salto in alto con la misura di 1,77. Nei 110 ostacoli scende a 14.22 (+0.4) Gabriele Crnigoj (Atl. Malignani Libertas). Joyce Mattagliano (Atl. Brugnera Friulintagli/Esercito) si esprime in 4:21.25 nei 1500. Martello alla tricolore invernale giovanile Isabella Martinis (Atl. Malignani Libertas) con 54,46. Nel disco, in gara extra, si migliora Enrico Saccomano (Atl. Malignani Libertas) che sposta di oltre mezzo metro il proprio limite con l’attrezzo da 1,750 kg: 54,44.

CAMPANIA - Programma anticipato di un giorno a Salerno, dove si gareggia tra venerdì e sabato. Nel day 1 in evidenza sui 110 ostacoli lo junior Giuseppe Filpi (Atl. Agropoli) che si migliora a 14.09 (+1.6) con le barriere di categoria, in una prova extra.

UMBRIA - A Orvieto (Terni) in due sotto il primato regionale assoluto nei 100 ostacoli, separate da un solo centesimo. Vittoria per Elena Ricci (Atl. Arcs Cus Perugia) in 14.00 (+1.2) davanti alla compagna di club Nadine Santificetur, 14.01.

Orlandi-Cassai (hanno collaborato Giovanni Balbo, Leonardo Bordoni, Andrea Bruschettini, Carlo Carotenuto, Christian Diociaiuti, Mauro Ferraro, Marco Mura, Cesare Rizzi)

CdS Assoluti 2019 - le sedi della seconda prova regionale (1-2 giugno)
Abruzzo, Molise: Pescara; Basilicata, Puglia: Matera; Calabria: Siderno (RC); Campania: Salerno (31/5-1/6); Emilia-Romagna, Alto Adige: Imola (BO); Friuli-Venezia Giulia, Trentino: Udine; Lazio: Rieti; Liguria: Savona; Lombardia (uomini): Nembro (BG); Lombardia (donne): Bergamo; Marche: Macerata; Piemonte, Valle d’Aosta: Mondovì (CN); Sardegna: Sassari; Sicilia: Catania; Toscana: Grosseto; Umbria: Orvieto (TR); Veneto: Vicenza

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: