Sinigaglia allunga: giavellotto a 58,41

16 Febbraio 2020

La 22enne veneta si migliora di oltre 5 metri a Mariano Comense e diventa la sesta azzurra di sempre: "Prestazione inaspettata, ai Tricolori di Lucca per stabilizzarmi su queste misure"

 

Oltre cinque metri di primato personale nel giavellotto: bel passo in avanti per Luisa Sinigaglia (Bracco Atletica) che a Mariano Comense (Como) si porta a 58,41, diventando la sesta italiana di sempre. Per la 22enne padovana di Cinto Euganeo, quarta lo scorso anno agli Europei U23 di Gavle, è un deciso progresso rispetto al 52,93 che fino a stamattina rappresentava il primato personale. Sinigaglia balza anche in testa alle graduatorie italiane stagionali e sarà in pedana a Lucca il 7-8 marzo a caccia del titolo invernale ai Tricolori di Lucca. La sua serie di oggi, peraltro, dimostra che il 58,41 al quarto lancio non è un lampo isolato: nei due successivi turni il giavellotto atterra a 56,67 e 57,01.

“Sono contenta di questa gara, è stata una forte emozione - racconta Sinigaglia - mi aspettavo di valere il primato personale perché l’ultima gara era andata bene e sentivo di non aver dato ancora tutto, ma sinceramente pensavo a una misura intorno ai 55 metri. Il 58,41 è stato inaspettato. Dopo quel lancio ho cercato di mantenere la concentrazione e di sfruttare la botta di adrenalina per confermarmi, e sono molto felice di esserci riuscita. A Lucca spero di fare ancora bene e di stabilizzarmi su queste misure. Devo ringraziare Cosimo Scaglione che mi ha dato consigli nell’ultimo periodo e il primatista italiano Carlo Sonego”. 

LA SCHEDA
È nata a Venezia il 27 settembre 1997, 1.68x60kg
Società: Bracco Atletica
Nel suo background sportivo solo un po’ di nuoto e le gare scolastiche di badminton, poi l’esigenza di un’attività sportiva più gratificante l’ha portata nel 2010 al campo sportivo di Este (Padova), praticando il vortex. Naturale indirizzarsi poi verso il giavellotto, inizialmente allenata da Gianfranco Temporin. Ha dimostrato un eclettismo inconsueto, piazzandosi spesso anche sulle pedane dei salti (alto e triplo). Per un periodo è stata seguita dalla primatista italiana Claudia Coslovich. Vive a Cinto Euganeo, in provincia di Padova, e studia ingegneria chimica e dei materiali.
Curriculum (giavellotto): WJC: 2016 (15Q); EJC: 2015 (17Q); U23 ECh: 2017 (16Q), 2019 (4).

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate