San Geminiano, vince la Galimberti

31 Gennaio 2017

Il keniano Mwangi e la portacolori della Bracco Atletica si aggiudicano la Corrida modenese, con quasi cinquemila persone al via. Tra gli uomini Giacobazzi settimo e migliore italiano.


 

Un fiume di gente a Modena per la 43esima Corrida di San Geminiano. Quasi 5000 partecipanti oggi tra la prova internazionale di 13,350 km e la non competitiva, con successi del keniano Paul Mwangi (Run2gether) tra gli uomini e dell’italiana Sara Galimberti (Bracco Atletica) al femminile. Dopo metà gara, il vincitore ha spinto sull’acceleratore provando a staccare i compagni di viaggio dell’iniziale quartetto di testa. In volata si sono presentati in due: secondo posto dell’ugandese Fred Musobo con quattro secondi di ritardo (38:39 contro 38:43), poi l’altro keniano Michael Chelule (Run2gether, 39:12) di poco davanti all’ugandese Albert Chemutai (39:14), quindi Robert Ndiwa (Kenya, 39:34) e Victor Kiplangat (Uganda, 39:48). Migliore degli italiani Alessandro Giacobazzi, ventun anni da compiere domani. Il portacolori de La Fratellanza 1874 Modena, club organizzatore della manifestazione, ha tagliato il traguardo in settima posizione (39:48) dopo un’intensa lotta in un gruppo composto anche da Yassine El Fathaoui (Atl. Casone Noceto, ottavo in 39:50), Francesco Bona (Aeronautica, nono con 39:53) e Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe, decimo in 40:03), che hanno sempre tenuto a vista i battistrada senza mai riuscire ad avvicinarsi. Dal settimo chilometro hanno quindi staccato i keniani Paul Tiongik (Gp Parco Alpi Apuane) e Daniel Ngeno (Atl. Libertas Orvieto) oltre all’ucraino Vasyl Matviychuk (Gs Gabbi).

Una gara tutta italiana quella femminile, con quattro atlete raccolte in poco più di un minuto. La testa della corsa ha sempre visto Sara Galimberti (Bracco Atletica) transitare in solitaria dal primo all’ultimo chilometro, incalzata a una decina di secondi da Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena) e dalla veneta Giovanna Epis (Carabinieri) che provavano a colmare il gap, mentre poco più indietro inseguiva la reggiana Barbara Bressi (Self Atl. Montanari & Gruzza). Distanza che sul traguardo si è mantenuta con il successo della Galimberti in 45:01, seguita da Bertoni (45:15) ed Epis (45:22), quarta la Bressi (46:07), mentre si è ritirata Christine Santi (Esercito) che a metà gara è stata costretta a fermarsi. “La Corrida mi ha sempre portato bene - ha detto la vincitrice - e oggi ho migliorato di 15 secondi il tempo che avevo realizzato nel 2015. Ero partita senza troppe aspettative, ma sapevo di stare molto bene e il pubblico ha fatto la differenza. Non c’era chilometro senza tifo, ringrazio Modena che mi ha fatto sentire a casa oggi”.

l.c.

(da comunicato stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: