Rieti 2013 Sogni Azzurri

16 Luglio 2013

A due giorni dall'apertura degli Europei Juniores la squadra italiana è arrivata a Rieti: tra i 75 azzurri anche diversi leader delle liste europee stagionali

 

di Raul Leoni

Dalle 21 edizioni degli Europei juniores finora disputate sono arrivate 88 medaglie azzurre: il direttore tecnico delle nazionali giovanili, Stefano Baldini, è sicuro che dall’edizione numero 22 – a Rieti (18/21 luglio) – arriveranno altre soddisfazioni. Certo è che tra i 75 convocati per la prossima rassegna continentale ce ne sono diversi nelle posizioni di vertice delle liste stagionali:  da Lorenzo Dini (10000m) ai gemelli Zoghlami, Ala ed Osama, tunisini di nascita e neo-italiani da pochi giorni (3000st), dal capolista europeo dei 110hs Lorenzo Perini al bronzo di Dudince nella Coppa europa di Marcia, Vito Minei. Mentre i concorsi parlano soprattutto al femminile con una doppia coppia di azzurre in grado di ben figurare: Sonia Malavisi e la rientrante Roberta Bruni nell’asta, oltre ad Ottavia Cestonaro e Francesca Lanciano nel triplo. Un peccato che non possano essere della partita la lunghista Anastassia Angioi (argento mondiale allieve a Lille 2011) e la pluriprimatista italiana del mezzofondo, Federica Del Buono, fermate da infortuni: ma le recenti esperienze di Donetsk e di Tampere, rispettivamente Mondiali U18 ed Europei U23, hanno confermato la vitalità delle nostre rappresentative di categoria, in grado di presentare protagonisti a sorpresa, non annoverati tra i favoriti delle vigilia.

Per la seconda volta in 43 anni la manifestazione si svolge in Italia, dopo l’edizione di Grosseto 2001 che vide il trionfo dello scomparso Cosimo Caliandro sui 1500 metri. E, dopo aver rievocato le numerose medaglie vinte dagli azzurri, è bene ricordare che nella prima edizione, quella parigina del 1970 allo Stadio di Colombes, non conquistammo alcun metallo: ma proprio in quella occasione si rivelarono per la prima volta a livello internazionale due campioni destinati a segnare un’intera epoca atletica come Pietro Mennea e Sara Simeoni. In realtà la storia dei Campionati Europei juniores è preceduta da tre edizioni degli “European Games” – Varsavia 1964, Odessa 1966 e Lipsia 1968 (l’unica dove non fummo presenti per le tensioni legate all’invasione di Praga, in corso in quei giorni) – e che da quelle spedizioni gli azzurri tornarono con due ori, un argento ed un bronzo: allori che meriterebbero di essere annoverate nel bilancio complessivo, visto che la caratura tecnica dei Giochi Europei non aveva proprio nulla da invidiare a quella dei “campionati” propriamente detti.

I 75 atleti selezionati dallo staff tecnico federale rappresentano il top assoluto per quanto riguarda la partecipazione degli azzurri: il precedente massimo storico, quello di Varazdin 1989 con 53 atleti, è legato ad una delle edizioni più fortunate per i nostri colori (otto medaglie in totale, delle quali quattro d’oro: record di sempre quanto a titoli conquistati nella singola edizione). Il numero massimo di medaglie – nove – risale invece all’edizione di Salonicco 1991.

Alla vigilia della grande kermesse di Rieti, proponiamo i profili tecnico-biografici degli atleti italiani presenti e le liste juniores di sempre.

LA SQUADRA ITALIANA

LISTE ITALIANE JUNIORES DI SEMPRE

File allegati:
- Le pagine EA sulla manifestazione
- LOC website


Condividi con
Seguici su: