Quattromila italiani di corsa a New York




 

Domenica 7 novembre sul ponte di Verrazzano saranno le 9:40 in punto (le 15:40 in Italia) quando per la quaruntunesima volta New York vedrà prendere il via la sua Maratona. Una sfida per gli oltre 40000 che quest'anno hanno scelto di affrontare i 42,195 km della Grande Mela. Provengono da tutto il mondo - quasi 4000 solo gli italiani - ognuno con la sua storia e la sua personale voglia di mettersi alla prova. In mezzo a questa moltitudine di corsa non tutti, però, si faranno prendere dall'ossessione del cronometro, perchè il traguardo, in un evento globale come questo, è anche quello di esserci e, soprattutto, di arrivare di fino in fondo a Central Park. Ben altro, invece, lo spirito dei top runners che si contenderanno la vittoria finale. Al maschile si ripresenta il vincitore del 2009, l'argento olimpico di Atene, Meb Keflezighi (USA) che troverà, però, sulla sua strada una concorrenza di primo piano in cui spiccano i nomi del primatista mondiale, l'etiope Haile Gebrselassie, e del campione del mondo in carica, il keniano Abel Kirui. Da non sottovalutare nemmeno le ambizioni del brasiliano, Marilson Gomes dos Santos, già vincitore a New York nel 2006 e nel 2008, e dell'altro etiope ex iridato di cross, Gebre Gebremariam, affiancati dai keniani Gilbert Kirwa, James Kwambai ed Emmanuel Mutai. Il Vecchio continente sarà, invece, rappresentato dallo svizzero campione europeo Viktor Röthlin. Tra le donne (start mezz'ora prima) l'atleta più accreditata sembra essere l'etiope Teyba Erkesso (PB 2h23:53), quest'anno prima alla Maratona di Boston, che sarà al via insieme alla connazionale Derartu Tulu, vincitrice a New York nel 2009. Attenzione anche a Mary Keitany, 28enne keniana al debutto in maratona dopo il titolo iridato del 2009 sulla mezza distanza (1h06:36) e il primato mondiale sui 25km, 1:19:53, corso ad inizio anno a Berlino. Con lei l'etiope Kidane Werknesh, nel 2003 campionessa nel mondo di cross e argento iridato dei 10000, che ha scelto la Grande Mela per l'esordio sui 42,195 km. Non solo Africa, però, nella corsa femminile dove sono attese la russa Inga Abitova che con 2h22:19 di personal best vanta il secondo miglior tempo tra le partenti, la primatista francese Christelle Daunay (2h24:22) e la portoghese Ana Dulce Felix (1h08:36 sulla Mezza maratona). Hanno dovuto, invece, rinunciare all'avventura newyorkese, le due maratonete azzurre Rosaria Console (Fiamme Gialle) e Bruna Genovese (Forestale), entrambe fermate da problemi fisici.

TV: diretta su Eurosport dalle 15 alle 18.

STRADA ITALIA - Tante le manifestazioni su strada previste domenica 7 novembre anche dal calendario nazionale. Mezze maratone in Puglia, a Collepasso (LE) con la XXV Salento Half Marathon, in Veneto, teatro della III Maratonina di San Martino a Paese (TV), in Lombardia dove si disputeranno la III Maratonina del Basso Garda a Carpenedolo (BS) e la VI Mezza Maratona di Cesano Boscone (MI). 42,195 km, invece, per i partecipanti alla prima edizione dell'Ecomaratona del barbaresco e del tartufo bianco di Alba (CN).

File allegati:
- Il sito della manifestazione
- Casa Italia Atletica a New York



Condividi con
Seguici su: