Prove Multiple, prima giornata in salita

29 Giugno 2013

La classifica parziale della Coppa Europa di Tallinn vede gli italiani all’ultimo posto, SuperLeague a rischio. A livello individuale ottima prova di Simone Cairoli

 

La strada per rimanere in SuperLeague per gli azzurri impegnati a Tallinn (Estonia) nella Coppa Europa di Prove Multiple si sta dimostrando, come da previsioni, in salita. La classifica combinata uomini e donne vede l’Italia all’ottavo e ultimo posto con 20.831. Ci precedono la Polonia, settima a 21286, e la Gran Bretagna orfana di della Campionessa Olimpica Jessica Ennis-Hill: la compagine inglese è sesta, l’ultima posizione utile per evitare la retrocessione, a quota 21876. Domani allo stadio Kadriorg di Tallinn il verdetto, con gli italiani che puntano a miglioramenti in chiave individuale. 

Tra gli azzurri sta portando un’ottima gara Simone Cairoli che dopo cinque prove incassa un bottino di 3955 punti, trecento oltre il risultato ottenuto al termine della prima giornata del Multistars di Firenze dove siglò il personale (6785). Il ventitreenne arriva a metà gara in dodicesima posizione, il migliore fra gli italiani (100/11.09 (-0.2); Lungo/7,44 (+0.2); Peso/11,89; Alto/2,04; 400/51.34). E’ ventiduesimo invece Michele Calvi, capolista stagionale ma a Tallinn leggermente sotto la media del PB. Il campione italiano indoor nell’eptathlon ha collezionato 3755 punti frutto di queste prove: 100/10.86 (+1.4); Lungo/6,48 (+0.2); Peso/14,28; Alto/1,83; 400/50.93. Seguono al 24° posto Marco Ribolzi con 3664 punti (100/11.63(-0.5); Lungo/6,88 (+0.9); Peso/11,31; Alto/1,98; 400/50.22) e al 27° Gianluca Simionato con 3519 punti (100/11.54(-0.1), Lungo/6,61 (+0.6), Peso/12,79, Alto/1,89, 400/ 52.73).

Più ostica la gara delle donne che purtroppo accusano la squalifica nella gara iniziale di Laura Rendina: la laziale inciampa nell’ultima barriera dei 100hs e viene squalificata. Rendina, alle prese con un problema al tendine d’Achille, continua l’eptathlon per non mettere nei guai la squadra ma la prova individuale è ormai compromessa (nei 200 metri parte ma non conclude). La prima delle azzurre al momento è Carolina Bianchi che si difende concludendo la prima giornata al ventunesimo posto con 3203 punti: 100hs/14,34 (+0.0); Alto/1,66; Peso/11,13; 200/25,27 (+2.2). La segue, una posizione più indietro, la ‘capitana’ Elisa Trevisan a 3194: 100hs/14,53 (-0.4); Alto/1,63; Peso/12,93; 200/26.02 (+1.7). La Junior Flavia Nasella, alla prima esperienza in nazionale assoluta, è ventiseiesima con 3060 punti: 100hs/15,19 (-1.8); Alto/1,66; Peso/10,09; 200/24,83 (+1.3). 

A questo LINK è consultabile il sito della manifestazione con i risultati della prima giornata.

File allegati:
- Le pagine EA sulla manifestazione
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: