Portland, Powell-Eaton, partenze super

18 Marzo 2016

Prima sessione mattutina dei Mondiali indoor: il re delle multiple inizia con 6.81 nei 60m e 8,08 nel lungo. Il giamaicano scuote l'Oregon con un gigantesco 6.44 nelle batterie dei 60m.


 

Dopo il volo di Renaud Lavillenie nell’asta di ieri notte, il Mondiale indoor di Portland entra nel vivo, con la prima sessione completa di gare. Nella mattinata all'Oregon Convention Center, inizio delle fatiche per atleti ed atlete delle prove multiple: Ashton Eaton, lo statunitense campione e primatista di tutto, si mette immediatamente in evidenza con due prove vittoriose nell'Eptathlon, 6,81 nei 60 metri (nonostante un avvio incerto!) e soprattutto 8,08 nel lungo. Lo imita, sul versante opposto della pista, la moglie Brianne Theisen-Eaton, al comando con 2161 punti nel Pentathlon.

Nei 400 metri uomini, 46.15 e miglior tempo delle batterie per Abdelah Haroun (Qatar, ma sudanese di nascita), davanti a Bralon Tapli (Grenada, 46.24) e Deon Lendore (Trinidad, 46.38). Quinto tempo (46.57), ma in pieno controllo, per il ceco Pavel Maslak, oro mondiale indoor a Sopot due anni fa. In campo femminile, prima piazza provvisoria per Oluwakemi Adekoya (Bahrain), la campionessa asiatica indoor, qui leader con 52.27.

Il kick conclusivo del marocchino Iguider (2:29 nel 1000 finale, 7:51.65 crono al traguardo) è la nota più significativa dei round introduttivo dei 3000 metri, mentre nei 1500 metri donne l’olandese Sifan Hassan prepara l’assalto all’oro con una batteria da 4:07.28 ed almeno due cambi di ritmo da appunto sul taccuino. Ripescato con i tempi - ma con il secondo tempo assoluto - l'etiope Mohammed Aman, preceduto sul traguardo solo dal bicampione asiatico Musaeb Balla (1:47.61 contro 1:48.02).

Finale di mattinata con le batterie dei 60 metri. E' il momento del botto: Asafa Powell stampa un mostruoso 6.44, mondiale stagionale, primato personale (aveva corso in 6.49 quest'anno, a Houston il 12 febbraio), e quinta prestazione iridata di tutti i tempi, a cinque centesimi di secondo dal record di Maurice Greene che resiste dal 1998. Non si correva così velocemente su questa distanza da sette anni. Nel pomeriggio americano (la notte italiana, via all'1:35) la seconda sessione di gare: cinque titoli in palio, tra i quali quello dei 60 metri uomini (che viste le premesse acquista particolare interesse) e quello dei 60hs donne.

m.s.

MONDIALI INDOOR PORTLAND 2016 | ORARIO/RISULTATI - Timetable/Results - FOTO/Photos

LE PAGINE IAAF - STATISTICS HANDBOOK - LA SQUADRA AZZURRA/Italian Team

LA PROGRAMMAZIONE TV - ISCRITTI/Entries - TUTTE LE NOTIZIE/News

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 CAMPIONATI MONDIALI INDOOR