Poker azzurro in gara a Venezia




 
Non mancheranno protagonisti stranieri. Ma la Maratona di Venezia - Trofeo Casinò di Venezia, in programma domenica prossima via alle 9.20, diretta tv su RaiTre), sarà soprattutto una corsa con prim'attori italiani. E' questo il messaggio venuto fuori dalla presentazione della gara, avvenuta ieri mattina, nella sede di Ca' Noghera del Casinò veneziano. A contendersi il successo, anche un poker di maratoneti azzurri: Giuliano Battocletti, Migidio Bourifa, Daniele Caimmi e Alberico Di Cecco. Uomini che in più di una occasione, in passato, hanno saputo mostrare il proprio valore, e che puntano decisi, fin d'ora, ad avanzare la propria candidatura alla maglia azzurra dei Mondiali di Osaka 2007. Il presidente di Venicemarathon Enrico Jacomini ha illustrato le importanti novità nel programma di quest’anno, a partire dal “raddoppio” della Family Run ed i cambiamenti di percorso. “Grazie alla sensibilità delle autorità locali - le parole di Jacomini - torneremo a partire da Villa Pisani di Strà, come già avvenuto nel 1985. La location d’eccezione farà da sfondo anche all’arrivo dei top runners, che verranno portati alla linea di partenza navigando a bordo di una barca. Le novità per il percorso riguardano anche il tratto di Mestre, interessato nella zona del Parco San Giuliano, dove gli atleti potranno percorrere un tratto di circa quattro chilometri avendo come sfondo Venezia e la sua laguna. Il Parco ospiterà inoltre anche il quartier generale della maratona, compresa Exposport (la Fiera dello sport e del tempo libero), il Pasta Party (la festa conviviale) ed una delle due Family Run”. L’attenzione dei presenti è poi stata orientata verso i progetti di solidarietà e le iniziative sociali, rappresentate quest’anno dalla partnership con Africa Mission Cooperazione e Sviluppo, organizzazione impegnata nel progetto di costruzione di pozzi d’acqua potabile in Uganda. “Abbiamo scelto di legarci a Venicemarathon – ha spiegato Carlo Venerio Antonello Presidente di Cooperazione e Sviluppo - perché anche nella maratona di Venezia sono presenti le due anime del nostro progetto: la corsa e l’acqua, la corsa che gli uomini affrontano quotidianamente per recuperare un po’ d’acqua per le proprie famiglie e l’acqua così agognata in Africa e così importante per Venezia. Per contribuire alla realizzazione dei pozzi, è possibile inviare un SMS al numero 48565 per contribuire”. Nella foto d'archivio, Daniele Caimmi (Omega/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: