Pista: ostacolisti e giovani in evidenza




 

Nel week-end, come sempre, sono stati diversi gli eventi che in Italia e all'Estero hanno visto protagonisti i nostri atleti. Sabato a Ginevra secondo posto per il poliziotto Emanuele Abate sui 110hs in 13.78 (-0.7), dopo aver corso la serie precedente in 13.84 (-1.4). Terzo il finanziere Andrea Alterio in 13.96. Al femminile 13.69 (-1.4) per Sara Balduchelli (Italgest). Nella stessa riunione 24.73 (+1.2) nei 200 per la junior dell'Italgest Marta Maffioletti con la compagna di squadra Elenora Sirtoli a 55.26 nei 400. Nel giro di pista con barriere, invece, Manuela Gentili (Cus Palermo) ha fermato il cronometro a 57.93.

Sempre sabato, ma a Rieti, l'allievo Simone Fusiani (Cariri), già vincitore al Brixia Meeting con 4,60, si è ampiamente confermato oltre il minimo dell'asta per i prossimi Mondiali Under 18, superando alla prima prova quota 4,90. Nell'alto 2,24 per Nicola Ciotti (Carabinieri). A Bergamo, esordio di Elena Scarpellini (Aeronautica) con 4,20 m. In azione anche i lanciatori del peso, sabato a Bussolengo (VR): 18,28 per Paolo Dal Soglio (Carabinieri) e 18,04 per Marco Dodoni (Forestale). 

Domenica pomeriggio si è disputato il 4° Meeting Città di Fabriano, manifestazione nazionale giovanile con gare anche del settore assoluto. Il reatino Massimiliano Donati (Fiamme Gialle) ha vinto nettamente i 100 metri in 10.50 (+0.6), mentre Luca Verdecchia (Fiamme Oro) è giunto terzo in 10.91, preceduto anche da Gabriele Giudetti (Aden Exprivia Molfetta/10”90). Marzia Caravelli (Cus Cagliari) prevale sui 100 ostacoli in 13.51 (+0.4) sulla braccianese Veronica Borsi (Fiamme Gialle), seconda in 13.59. Tra gli juniores, convincente prova nei 110 ostacoli di Giovanni Mantovani (Sport Atl. Fermo) che ha battuto nettamente il suo rivale abituale Nicola Lucchi Casadei (Atl. Endas Cesena), con un bel 14.19 contro 14.98. L'allievo Gianmarco Tamberi (Atletica Osimo) è il migliore nel salto in alto con 2.00. Yessica Stortini Perez (Sport Atl. Fermo) sfiora il personale sui 100 con 12.29 (-0.3) e Sofia Verducci (Sport Atl. Fermo) si piazza seconda nel triplo saltando 11.75 (-0.2), preceduta da Sofia Romano (Italgest Salento – 11.90/0.0). Nell’asta lo junior Marcello Palazzo (Cus Foggia) salta 5 metri esatti. Il giorno prima a San Benedetto del Tronto (AP), 24.40 (-0.8) di Francesca Ramini (Sport Atl. Fermo) nei 200.

Il XXII Meeting Giovanile Città di Bergamo ha, invece, visto impegnati i migliori allievi e allieve lombardi pronti a testare la condizione in previsione della Finale Nazionale dei CdS che si svolgerà ad Abano Terme il 20 e 21 giugno. Ottima prova per il bergamasco Alessandro Lanfranchi che ha abbattuto il muro degli 11” correndo in 10.93 con vento a favore entro il limite consentito +1,8. Netto il miglioramento dell’atleta dell’Atl. Bergamo 59 Creberg visto che il suo precedente personale era di 11.08. Nuovo personale anche per Arianna Pesenti che si è aggiudicata la gara dei 400hs correndo in 1’03”61 (il suo prec 1’03”69 le aveva dato la medaglia di bronzo agli Italiani Allieve dello scorso anno). Da segnalare tra i cadetti la vittoria di Diego Antoj nel martello con 54,37, quella di Stefano Cucchi nel peso con 15,11 e quella di Davide Basilico (Atl. Rovellasca), neocampione regionale ai Giochi Studenteschi, nell’alto con 1,88. Bravo anche Lukas Manyika Maguhe che si è aggiudicato l’oro nei 1000 cadetti con 2:40.99. Tra le cadette bene Debora Varrone nei 1000 vinti in 3:00.55, Silvia Zanini oro con 12,57 nel peso e Violante Valenti negli 80 con 10.33.

A Trento, lo junior delle Fiamme Gialle Stefano Petrolli ha corso i 110hs in 14.34 (+0.4). A Vado Ligure, progressi per l'allievo Giacomo Ansaldo (AAA Genova) che con 10.95 nei 100 sfiora il minimo (10.90) per i Mondiali di Bressanone. Per lui anche 22.11 nei 200.

A Vicenza, in occasione dei Societari Cadetti veneti doppietta della campionessa italiana studentesca Ottavia Cestonaro (Csi Fiamm), capace di vincere, al primo di categoria, il lungo con 5.53, e il triplo con 11.75. Bene anche la bellunese Maria Paniz (Athletic Club), senza rivali negli 80 con e senza barriere (11.89/10.38).

Nella foto, l'ostacolista Emanuele Abate (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)




Condividi con
Seguici su: