Pavullo e Jesi ai Mondiali studenteschi

04 Aprile 2018

A Parigi, sul percorso ai piedi della Torre Eiffel, decimo l’istituto Cavazzi di Pavullo nel Frignano (Modena) al maschile, con le allieve del liceo Da Vinci di Jesi (Ancona) al 17° posto nella rassegna iridata di corsa campestre


 

Un pomeriggio di gare con la Torre Eiffel sullo sfondo per i Campionati Mondiali studenteschi di corsa campestre. Il miglior risultato delle rappresentative italiane, a Parigi, è il decimo posto al maschile dell’istituto Cavazzi di Pavullo nel Frignano (Modena), mentre al femminile il liceo Da Vinci di Jesi (Ancona) chiude in diciassettesima posizione. Le due squadre si erano imposte, nella scorsa stagione, alla rassegna nazionale studentesca di cross per la categoria allievi (anni di nascita dal 2000 al 2002). Nella capitale francese, a livello individuale, si piazza 18° Davide Rossi (17:05) che quest’anno è stato quinto alla Festa del Cross di Gubbio tra gli juniores. Oggi alle sue spalle finiscono 32° Nicolò Barbieri (17:34), campione italiano under 18 dei 1500 metri, e 54° Gianmarco Verdi (18:20), poi 104° Andrea Barbieri (20:04), 109° Simone Lelli (20:13) e 118° Michel Petillo (20:47) al termine dei 5,5 km previsti sul percorso sterrato del Campo di Marte, una zona protetta in cui non era consentito l’utilizzo di scarpe chiodate.

Al femminile, con le atlete impegnate su 4155 metri, 40esima Andree Fioretti (15:50) e 65esima Sofia Rocchetti (16:26), quindi 71esima la tricolore allieve dei 400 indoor Angelica Ghergo (16:42), 105esima Giulia Bartocci (18:37), 120esima Benedetta Stronati (19:18) e 129esima Noemi Dolciotti (20:42). Vittoria al maschile dell’ungherese Istvan Palkovits, in fuga sin dalle battute iniziali e primo al traguardo in 16:15 davanti al marocchino Anass Essayi (16:28) e al turco Anil Kalayci (16:31), invece la gara femminile vede il successo dell’australiana Abbey Rockliff (13:54) che precede le marocchine Yasmine Bidekan (13:55) e Houda Ahettiou (14:03).

Entrambe le classifiche a squadre sono dominate dalla scuola Allal di Ifrane, in Marocco: i ragazzi precedono la Westlake Boys High School di Auckland (Nuova Zelanda) e l’Ozel Altinyildiz Koleji di Nevsehir (Turchia), le ragazze hanno la meglio nei confronti della Abbotsleigh School for Girls di Sydney (Australia) e della St Cuthbert’s School di Auckland (Nuova Zelanda). Ad accompagnare gli atleti italiani la capo delegazione Laura Spagnoli, referente educazione fisica e sportiva per la provincia di Rieti, insieme ai docenti degli istituti scolastici, l’emiliana Paola Nicolai e il marchigiano Maurizio Marini. Presente inoltre Giuliana Cassani, consigliere regionale FIDAL Lombardia, in qualità di membro della commissione tecnica ISF (la federazione mondiale dello sport studentesco) per l’atletica leggera.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Gli atleti italiani a Parigi


Condividi con
Seguici su: