Paralimpici: 20 azzurri agli Europei

18 Luglio 2018

L’Italia in gara con 13 uomini e 7 donne alla rassegna continentale di Berlino, dal 20 al 26 agosto. Leader della squadra le campionesse paralimpiche Legnante e Caironi.


 

La FISPES, Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali, ha ufficializzato la lista dei convocati che faranno parte della squadra azzurra in occasione dei Campionati Europei Paralimpici di atletica leggera in programma a Berlino dal 20 al 26 agosto. Saranno 20, 13 uomini e 7 donne, gli atleti italiani protagonisti delle sfide continentali allo stadio del Friedrich Ludwig Jahn Sportpark. Riflettori puntati sulla lanciatrice non vedente Assunta Legnante (Anthropos Civitanova), due volte campionessa paralimpica e tre ori iridati in bacheca. La primatista mondiale del getto del peso F11 con 17,32 metri sarà la capitana di una squadra composta da veterani, tre esordienti senior assoluti e cinque giovani di FISPES Academy, l’accademia under 20 di atletica paralimpica. Per la stessa categoria tra gli uomini, ci sarà il discobolo di origine cubana e campione europeo Oney Tapia (Fiamme Azzurre), capace quest’anno di fissare il record del mondo di specialità a 45,65 e di diventare capolista del ranking mondiale stagionale anche nel peso (13,01).

Il salto in lungo e i 100 metri T63 sono ormai da anni territorio incontrastato di Martina Caironi (Fiamme Gialle) che nella sua carriera è riuscita a conquistare 17 podi internazionali. Per effetto delle nuove categorie funzionali, l’atleta bergamasca è prima nella lista mondiale 2018 del lungo con la misura di 4,88 che potrebbe diventare primato iridato a fine anno. Nota di merito quest’anno anche per il lanciatore in carrozzina Giuseppe Campoccio (Paralimpico Difesa). Il bronzo dei Mondiali di Londra 2017 è riuscito in pochi mesi a balzare agli onori delle cronache, battendo se stesso per ben sette volte, con corrispondenti record italiani nel peso, disco e giavellotto F33 e la seconda prestazione mondiale di tutti i tempi nel peso (12,17).

A Berlino, Oxana Corso (Fiamme Gialle) farà il suo ritorno in una rassegna internazionale. Dopo il lungo stop a causa di un’operazione al piede, la velocista T35 cercherà di difendere gli argenti europei conquistati sui 100 metri nelle due ultime edizioni continentali di Grosseto 2016 e Swansea 2014. Lo sprint metterà in pista anche Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa), bronzo a Rio 2016 e argento iridato a Londra l’anno scorso nella categoria T63, e l’atleta ipovedente di FISPES Academy Carlotta Bertoli (Veneto Special Sport) che a 18 anni vanta già un secondo posto mondiale di livello giovanile. A completare le sette presenze femminili ci saranno le primatiste italiane Francesca Cipelli (Veneto Special Sport) nel salto in lungo T37 e Adriana Gardini (Polisportiva Caprioli) nel lancio del giavellotto F54, al debutto con la maglia azzurra.

Sul versante maschile presenza confermata per tutti gli staffettisti dell’argento mondiale 4x100 categoria amputati: Simone Manigrasso (Fiamme Gialle), argento individuale nei 400 T64, Emanuele Di Marino (Fiamme Azzurre), bronzo sempre nel giro di pista, Riccardo Bagaini (Sempione 82), vincitore di cinque medaglie tra Mondiali ed Europei giovanili nei 100 e 200 T47, e Andrea Lanfri (Fiamme Azzurre). Il velocista biamputato T62 troverà tra i suoi avversari dei 200 e 400 l’altro azzurro Luca Campeotto (Atletica 2000).

La corsa in carrozzina nazionale ha ripreso nuova linfa grazie alle ultime prestazioni da record assoluto di Diego Gastaldi (Sport No Limits Firenze) e Farhan Hadafo Adawe (Dilettantistica Novara), atleta di origine somala con passaporto italiano solo da quest’anno. Entrambi sono all’esordio in azzurro.

Nella spedizione non poteva certo mancare Roberto La Barbera (Pegaso), saltatore in lungo T64 di grande esperienza con un curriculum di 15 medaglie internazionali culminato con l’argento paralimpico ad Atene 2004.

Il futuro dell’atletica paralimpica italiano è legato anche a Marco Cicchetti (Fiamme Azzurre), promessa 19enne del lungo T44, già al vertice del ranking mondiale stagionale con la misura di 6,94. Con lui per FISPES Academy saranno presenti il velocista siciliano Raffaele Di Maggio (Anthropos Civitanova), atleta dei 400 T20 in rappresentanza delle disabilità intellettivo-relazionali, e Marco Pentagoni (Dilettantistica Novara) iscritto nei 100 e nel lungo T63.

Alla presentazione ufficiale degli Europei il Presidente FISPES Sandrino Porru dice: “A Berlino vivremo un’esperienza ancora una volta molto bella, sono contento di vedere una delegazione così nutrita di atleti che rappresenta tutte le disabilità. Un grande grazie a loro, che sapranno onorare la maglia azzurra e saranno d’esempio per tante altre persone che si avvicinano alla pratica sportiva”.

Il Presidente CIP Luca Pancalli dichiara: “In bocca al lupo a questa squadra, portate il tricolore con fierezza e dignità per diffondere la para atletica azzurra e il movimento paralimpico italiano. Ricordatevi che le vostre gesta serviranno ad altri ragazzi, voi siete gli ispiratori”.

Il DT Vincenzo Duminuco aggiunge: “Abbiamo grandi aspettative, non lo nego, ma manteniamo i piedi per terra. È stato difficile comporre questa squadra per problemi di abbondanza, ma abbiamo seguito dei criteri molto rigidi, sulla base delle sole prestazioni del 2018. È un team di qualità con un’età media di 29 anni e con la presenza di cinque atleti di FISPES Academy under 20 ci stiamo aprendo al futuro”.

Berlino 2018 porterà in anteprima mondiale la staffetta universale composta da squadre di due donne e due uomini di quattro tipologie di disabilità diverse (disabilità visiva, cerebrolesione, amputazione, cerebrolesione/paraplegia o tetraplegia in carrozzina). Gli Europei, a cui parteciperanno 600 atleti provenienti da 39 paesi del vecchio continente, saranno seguiti in diretta televisiva da RaiSport. Due anni fa a Grosseto, l’Italia aveva vinto 13 medaglie (2 ori, 5 argenti, 6 bronzi).

Giuliana Grillo (FISPES)

Campionati Europei Paralimpici
Berlino (Germania), 20-26 agosto 2018
La squadra azzurra/Italian Team

DONNE/Women (7)
Carlotta Bertoli (Veneto Special Sport): 100, 200 T13, staffetta universale
Martina Caironi (Fiamme Gialle): 100, salto in lungo T63
Francesca Cipelli (Veneto Special Sport): salto in lungo T37
Monica Contrafatto (Paralimpico Difesa): 100 T63
Oxana Corso (Fiamme Gialle): 100 T35, staffetta universale
Adriana Gardini (Polisportiva Caprioli): lancio del giavellotto F54
Assunta Legnante (Anthropos Civitanova): getto del peso F11. Guida: Nadia Checchini

UOMINI/Men (13)
Riccardo Bagaini (Sempione 82): 100, 200 T47, staffetta 4x100, staffetta universale
Luca Campeotto (Atletica 2000): 200, 400 T62
Giuseppe Campoccio (Paralimpico Difesa): getto del peso, lancio del giavellotto F33
Marco Cicchetti (Fiamme Azzurre): 100, salto in lungo T44, 4x100, staffetta universale
Raffaele Di Maggio (Anthropos Civitanova): 400 T20
Emanuele Di Marino (Fiamme Azzurre): 100, 200 T44, staffetta 4x100, staffetta universale
Farhan Hadafo (Dilettantistica Novara): 100, 400 T52
Diego Gastaldi (Sport No Limits Firenze): 100, 200, 400, 800 T53, staffetta universale
Roberto La Barbera (Pegaso): salto in lungo T64, staffetta 4x100
Andrea Lanfri (Fiamme Azzurre): 200, 400 T62, staffetta 4x100
Simone Manigrasso (Fiamme Gialle): 100, 200 T64, staffetta 4x100
Marco Pentagoni (Dilettantistica Novara): 100, salto in lungo T63
Oney Tapia (Fiamme Azzurre): lancio del disco, getto del peso F11. Guida: Guido Sgherzi

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Sintesi nuove classificazioni funzionali
- Il sito della manifestazione
- Le pagine World Para Athletics

Le autorità e gli ospiti intervenuti alla presentazione


Condividi con
Seguici su: