Padova con le stelle azzurre

28 Agosto 2013

Domenica sera al XXVII Meeting di Padova Schembri, Galvan, Grenot, Caravelli e Benedetti. Copertina per LaShawn ed Aries Merrit

 

Tante stelle italiane, tanti finalisti di Mosca e diversi campioni mondiali in carica: sono questi i presupposti del XXVII Meeting di Padova, organizzato da Assindustria Sport e in scena domenica sera 1 settembre a partire dalle 19:00 allo Stadio Euganeo. Tra gli azzurri sono ben dodici i reduci dalla rassegna iridata moscovita. Matteo Galvan dopo l’ottima impressione destata in Russia (dove ha corso anche entrambe le staffette) sarà al via dei 400 insieme al Campione iridato in carica LaShawn Merritt (che si presenta con il 43.74 corso a Mosca): i due in Florida hanno condiviso casa e allenamenti e Galvan (Fiamme Gialle) proverà a dire la sua in una gara che vede al via anche il giamaicano Rusheen McDonald, argento a Mosca con la 4x400. Tra gli italiani saranno alla partenza gli altri due finanzieri Marco Lorenzi e Michele Tricca insieme al poliziotto Isalbet Juarez. Nella gara femminile è annunciata invece Libania Grenot (Fiamme Gialle), reduce dalla semifinale iridata e dal secondo posto al DN Galan di Stoccolma. Nella pista dove l’anno scorso diventò la seconda azzurra di sempre nei 200 metri con il crono di 22:85 Grenot  troverà metà della 4x400 russa vincitrice a Mosca, ovvero Antonina Krivoshapka (bronzo nella gara indiviudale) e Kseniya Ryzhova.

Tra le gare copertina della riunione patavina ecco i 110 ostacoli del primatista mondiale e medaglia d’oro dei Giochi Olimpici di Londra Aries Merritt, alle prese con la concorrenza del cubano Orlando Ortega.

In chiave italiana attenzione alla sfida tra Hassane Fofana (Fiamme Oro), ventunenne che all’Arena di Mialno ha conquistato il primo tricolore assoluto e il promettente Lorenzo Perini (Aeronautica), primatista italiano juniores e argento europeo under 20, di nuovo alle prese con gli ostacoli della categoria Assoluta. Restando agli ostacoli torna a Padova, dopo aver vinto a Londra il secondo titolo olimpico della sua carriera, il dominicano Felix Sanchez, nei 400 ostacoli che annunciano anche Leonardo Capotosti (Fiamme Gialle) Giacomo Panizza (Fiamme Oro) e il bronzo agli Europei under 23 l’’estone Rasmus Magi. Attenzione anche alla pedana del triplo dove il finalista iridato Fabrizio Schembri (Carabinieri) troverà il plurimedagliato a Olimpiadi e Mondiali Will Claye. Schembri, quest’anno atterrato alle soglie dei 17 metri in occasione dei Campionati Italiani di Milano (16,98), arriva dall’ottimo ottavo posto di Mosca ed è in cerca di un po’  di fortuna dopo l’ultima uscita agonistica sotto la pioggia scrosciante di Chiasso. All’Euganeo è annunciato anche il campione italiano indoor Michele Boni (Aeronautica), mentre nel lungo femminile ecco l’argento degli Europei Under 23 Dariya Derkach (ACSI Italia Atletica) e la campionessa italiana in carica Tania Vicenzino (Esercito). Il personale migliore è della russa Oksana Zhukovskaya, capace in questa stagione di atterrare a 7,02 metri.

Torna in gara alla ricerca di buoni riscontri cronometrici, e contro la statunitense Kellie Wells, Marzia Caravelli (CUS Cagliari), che ripropone la sfida nei 100 ostacoli con Micol Cattaneo (Carabinieri): sono la prima e la seconda degli Assoluti, oltre che un terzo della staffetta veloce di Mosca.

Sempre di ritorno dai Mondiali, e in arrivo negli 800 di Padova, anche il trentino Giordano Benedetti, alla ricerca di un piazzamento di prestigio in un meeting italiano dopo il primato personale di 1:44.67 corso al Golden Gala il 6 giugno scorso. Annunciati, nel doppio giro di pista, anche Lukas Rifesser (Esercito) e Jacopo Lahbi (Atletica Mogliano). Restando al mezzofondo i 1.500 femminili vedono l'azzurra Margherita Magnani (Fiamme Gialle) insieme alla slovena Sonja Roman, alla russa Yelena Korobkina ed alla keniana Violah Lagat. Nei 100 correrà il campione italiano in carica Delmas Obou (Fiamme Gialle), insieme allo staffettista azzurro Fabio Cerutti (Fiamme Gialle) mentre non si vedrà in pista il vicentino Michael Tumi (Fiamme Oro) che dopo la 4x100 iridata ha chiuso la lunga stagione agonistica. Ci saranno invece tre capaci di correre sotto i 10 secondi: lo statunitense Ryan Bailey (PB 9.88), medaglia d’argento con la staffetta 4x100 ai Giochi Olimpici di Londra, lo sprinter dello Zimbawe GabrileMvumvure (9.98 quest’anno) e l’americano Isiah Young (9.99). Il peso aspetta invece Daniele Secci (Fiamme Gialle) e Tommaso Parolo (Assindustria Sport), azzurri agli Europei under 23 di Tampere, insieme a Paolo Dal Soglio (Carabinieri) e Marco Dodoni (Forestale) in una gara che vede favoriti d’obbligo il canadese Dylan Armstrong, bronzo del getto del peso a Mosca, e lo statunitense Christian Cantwell. Al femminile c’è invece Laura Bordignon (Fiamme Azzurre), che dal disco si testa nel lancio del peso, alle prese addirittura con la medaglia d’argento di Londra la russa Yevgeniya Kolodko. Nel programma anche le staffette 4x100 che vedranno in pista le selezioni regionali under 20 comitati di Veneto, Friuli e Venezia Giulia, Emilia Romagna, Marche, Lombardia e Trentino, oltre al team di Assindustria Sport Padova.

TV - Diretta su RaiSport 1 dalle 19.00 alle 21.00

a.c.s.

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: