New York e Mondeville: italiani in pista

01 Febbraio 2018

Il 3 febbraio le velociste Bongiorni e Spacca in gara in Francia. La Magnani torna sui 3000 metri dei Millrose Games.


 

Il 3 febbraio sarà un sabato sotto il tetto per l'atletica azzurra. Oltre ad Andrew Howe, Alessia Trost e Ayomide Folorunso in gara a Karlsruhe, al meeting di Mondeville in Francia sono attesi diversi atleti italiani. Nello sprint, al via la tricolore assoluta in carica dei 60 metri Anna Bongiorni (Carabinieri) dopo l'esordio di domenica scorsa a Roma dove la toscana figlia d'arte è sfrecciata in 7.39, mentre ha rinunciato alla trasferta la compagna di club Gloria Hooper. Nei 400 metri va sui blocchi di partenza Maria Enrica Spacca (Carabinieri), una delle colonne della staffetta 4x400 primatista d'Italia alle Olimpiadi di Rio 2016. Nel triplo il 22enne Simone Forte (Fiamme Gialle) che proprio al coperto ha centrato il suo miglior hop-step-jump di sempre: 16,62 nel 2016 ad Ancona. Nell'elenco degli iscritti anche i nomi di Abdelmjid Ed Derraz (SS Vittorio Alfieri Asti) sui 3000 metri e Sveva Fascetti (ACSI Italia Atletica) nei 2000. Tra i campioni attesi in pista a Mondeville ci sono due big della velocità transalpina come Jimmy Vicaut e Christophe Lemaitre sui 60 metri. [ISCRITTI/Entries]

NEW YORK: C'E' LA MAGNANI SUI 3000 - Trasferta oltreoceano per Margherita Magnani. Sabato 3 febbraio la trentenne delle Fiamme Gialle sarà al via dei 3000 metri dei Millrose Games di New York. Proprio quattro anni fa, nello storico meeting statunitense, l'azzurra aveva realizzato il primato personale correndo in 8:51.81. Lo scorso 25 gennaio a Ostrava, la Magnani aveva avvicinato quel tempo tagliando il traguardo in 8:54.56. Il pass per i Mondiali Indoor di Birmingham è 8:50.00. Anche stavolta si troverà in una sfida molto competitiva in cui spicca la presenza dell'iridata e bronzo olimpico dei 3000 siepi Emma Coburn. [ISCRITTI/Entries]

Alessio Giovannini

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: