Nella domenica si strada vittorie per Caimmi e Ton




 
Domenica ricca d’importanti prove su strada, incentrata in particolare sulla 12. edizione della Placentia Marathon for Unicef che fa registrare il previsto predominio keniano con però una sorpresa. Un problema fisico costringe al ritiro il favorito della vigilia Benson Mbithi, così la corsa si evolve in maniera tale da spingere il pacemaker, il conosciuto keniano Paul Kanda Kangogo, a tirare avanti fino al traguardo per conquistare la sua prima prestigiosa vittoria sulla distanza, in 2h16:41. Alle sue spalle terminano Edward Tabut (2h19:08) e Joshua Kipchumba Rop (2h19:54). Il primo degli italiani è Emanuele Zenucchi (Atl.Recastello) che termina al quinto posto in 2h26:42. Un risultato positivo quello del bergamasco, che però trova maggiore soddisfazione nella prestazione della sua allieva Daniela Vassalli, che si aggiudica la gara femminile con il tempo di 2h50:31 che abbassa il proprio personale di oltre 6 minuti. Sul podio anche Elena Jaccheri (2h58:53) e la specialista di ultramaratona Giovanna Cavalli (2h59:46). A Piacenza era in programma anche la mezza maratona, che ha premiato il keniano Isaac Tanui nell’ottimo tempo di 1h03:21 e la svizzera Maja Neuenschwander in 1h18:24. 643 partecipanti erano in gara a Ravenna alla 33. edizione della Maratonina Valli e Pinete. La manifestazione aveva un logico favorito in Daniele Caimmi e il portacolori delle Fiamme Gialle non ha deluso le aspettative. Per buona parte della gara, che ricordiamo prevede almeno un terzo del suo percorso su tracciato sterrato, l’azzurro è stato al passo per ottenere il record della corsa, poi un leggero rallentamento nel finale, anche per la mancanza di stimoli da parte degli avversari, lo ha portato a chiudere in un comunque probante 1h03:30, tempo che lascia ben sperare in vista della sua uscita in maratona prevista per aprile a Torino. Oggi Caimmi parte alla volta della Namibia per un nuovo periodo di preparazione insieme a Baldini e ad altri maratoneti azzurri. Alle spalle del finanziere sono giunti il marocchino Abdelkabir Saji (1h04:25) e il keniano Philemon Kipkering (1h07:02). Nella prova femminile ritorno al successo di un’altra azzurra in preparazione per una maratona, Lucilla Andreucci (Forestale) che ha chiuso in 1h15:20, tempo fra i migliori della stagione, davanti a Laura Giordano (Silca Ultralight/1h16:37) e a Maria Cocchetti (Cover Mapei/1h16:49). Un’altra mezza maratona nazionale era in programma a Fucecchio, dove con una temperatura quasi primaverile la vittoria è andata a Daniel Limo Kiprop, il keniano che si era già aggiudicato l’edizione dello scorso anno. Il portacolori del Gs Orecchiella ha vinto in 1h03:59, precedendo il connazionale John Kipsiele Rotich (1h04:14) e Ottavio Andriani, l’azzurro delle Fiamme Oro che ha chiuso in 1h05:18. Sesto posto per un altro maratoneta italiano, Giovanni Ruggiero (Forestale) i 1h07:20. Ritorno al successo fra le donne per Deborah Toniolo (Forestale) anche lei in partenza per la Namibia, che ha chiuso in 1h15:03 davanti a Ilaria Bianchi (Team Suma) reduce dalla vittoria nella Maratona delle Terre Verdiane che ha fatto segnare il tempo di 1h21:24. g.g. Nella foto: Daniele Caimmi (archivio Fidal) File allegati:
- IL SITO DELLA MARATONA DI PIACENZA
- IL SITO DELLA 33. VALLI E PINETE
- IL SITO DELLA MARATONINA DI FUCECCHIO


Condividi con
Seguici su: