Murcia: i giovani lanciatori azzurri in cerca di g




 
Spagna, Francia e Germania: tre squadre per tracciare un quadro d’insieme del movimento giovanile italiano nel settore lanci. Il quadrangolare in programma sabato a Murcia con la formula dei tre atleti-gara (un Under 23 e due Juniores) per le specialità del disco, del martello e del giavellotto darà un importante responso sulla situazione del settore, che dopo i Campionati Italiani Invernali di Bari vuole confermare quell’effervescenza messa in mostra nel capoluogo pugliese. Siamo ancora in inverno, la stagione è appena agli inizi eppure non sono stati pochi coloro che sono tornati da Bari con in tasca un progresso metrico, in qualche caso anche sostanzioso. La Federazione Spagnola ha reso noto l’elenco degli iscritti. Se dal punto di vista delle prestazioni stagionali non è aggiornato (mancano infatti, per quanto riguarda gli italiani, proprio i risultati di Bari) si può avere un’idea di quel che gli azzurri si troveranno di fronte. Iniziamo dal martello maschile, dove Lorenzo Rocchi avrà certamente pane per i suoi denti contro uno squadrone tedesco tutto superiore ai 64 metri (attenzione a Stefan Welsch, junior già capace di bordate oltre i 68 metri, candidato al podio agli Europei di categoria di quest’estate). Nel disco invece Giovanni Faloci potrebbe anche togliersi una bella soddisfazione internazionale, avendo il personale migliore fra tutti ed essendo già vicino ai 57 metri. Nel giavellotto la competizione si preannuncia molto incerta: se Bonvecchio può aspirare a un osto sul podio, i due ragazzi Fent e Sabbio potrebbero sfruttare l’occasione per nuovi progressi nel proprio personale. In campo femminile molta curiosità circonda la prestazione di Tamara Apostolico, ancora junior ma già capace di lanciare l’attrezzo oltre i 51 metri. Lo stimolo delle rappresentanti tedesche (ma attenzione anche alla spagnola Gallofre) potrebbe permetterle un nuovo guadagno nel suo primato. Nel martello Silvia Salis vanta di gran lunga la migliore prestazione, basti pensare che vanta quasi 10 metri di vantaggio sulla base dei risultati stagionali. Nel giavellotto difficile togliere la vittoria alla tedesca Zimmer, Under 23 che ha già scagliato l’attrezzo oltre i 60 metri, ma la De Lazzari può lottare per un buon piazzamento. L’obiettivo generale è comunque, al di là della classifica a squadre, che ragazzi e ragazze sfruttino quest’esperienza internazionale per imparare, con il condimento magari di una prestazione agonistica da ricordare. g.g. Nella foto: Lorenzo Rocchi (archivio Fidal) File allegati:
- L'ELENCO DEGLI ISCRITTI


Condividi con
Seguici su: