Mosca: esordio-Bolt, domani la finale

10 Agosto 2013

Il primatista del mondo dei 100 metri apre il suo mondiale e vince agevolmente in 10.07. Domani le semifinali e l'assegnazione delle medaglie.

 

La prima giornata dei Campionati del Mondo di Mosca si è chiusa con le batterie dei 100 metri maschili, sette serie con Usain Bolt nell'ultima. Il giamaicano primatista e ex-iridato (a Daegu perse il Mondiale grazie alla squalifica per falsa partenza in finale), ha assolto il compito della qualificazione in 10.07, con vento contrario, partendo in modo discreto (secondo tempo di reazione in 0.155) e recuperando il gap dal trinidegno Sorrillo, che lo affiancava nella corsia sinistra. Per Bolt una accelerazione "normale" per quello che siamo abituati a vedere, e soprattutto l'ampiezza del passo, gigantesca, che è la vera differenza in suo favore in ogni competizione. Misurato più che in passato, con meno concessioni allo spettacolo e alla guasconeria, Bolt è apparso molto concentrato e ha dovuto replicare la partenza per via della squalifica del caimano Hyman, uomo che ambiva perlomeno alla semifinale.

Con Bolt, passaggio di turno indenne anche per gli altri tre giamaicani impegnati: Nesta Carter e Kemar Bailey-Cole hanno vinto le rispettive batterie (10.11 e 10.02, con una impressione di scioltezza migliore destata dal più giovane), mentre Nickel Ashmeade (secondo nella sua batteria in 10.12) ha subìto l'ottima prestazione dello statunitese Michael Rodgers, il più veloce delle batterie in 9.98. Il piccolo statunitense ha corso in modo fruttifero e leggero, in una parola efficace. Un po' meno bene Justin Gatlin, che pur autore del primo "meno 10" della storia sul suolo russo, non è partito dai blocchi in maniera entusiasmante (0.168) ma ha trovato l'assetto giusto dopo i primi 30 metri, chiudendo in 9.99 davanti a Keston Bledman (Trinidad), che è piaciuto in 10.02 considerando che dopo i primi due appoggi si è quasi pestato le scarpette. Quotazioni in rialzo per Rodgers, stabili per Gatlin. Il terzo sprinter USA, Charlie Silmon, è stato eliminato, quinto in 10.34 nella batteria vinta dal francese Vicaut.

L'Europa della velocità pura, da quanto visto nel turno preliminare, passa proprio per la corsa rotonda di Jimmy Vicaut, il francese campione europeo indoor, che ha l'ambizione minima di migliorare il sesto posto conquistato a Daegu, quanto approdò alla finale mondiale da junior. Le aspettative sono state ben confermate dal campione di Francia: nella quinta batteria ha mostrato autorità e grande accelerazione, negli ultimi 10 metri ha rallentato vistosamente frenando sul traguardo, raggiunto in 10.06. Borsino delle quotazioni in rialzo, per lui. L'altro francese, Christophe Lemaître, ha perso da Bailey-Cole nella batteria d'apertura, dopo una partenza al rallentatore, ma ha salvato la qualificazione grazie al solito favoloso lanciato (10.12).

Raggiungono le semifinali anche tutti e tre i britannici, ma con approdi diversi: prestazioni normali per Dwain Chambers (10.14 dietro Gatlin e Bledman) e per Harry Aikines-Aryeetey (10.16 dietro Rodgers e Ashmeade), un incubo per l'uomo più atteso James Dasaolu, il vicecampione europeo dei 60 metri, che si presentava forte del magnifico 9.91 nella semifinale dei campionati britannici, e in seguito rimasto ai box rinunciando in extremis al confronto con Bolt nella tappa di Londra della Diamond League. Dasaolu ne ha combinate di tutti i colori, e ha salvato la qualificazione con l'ultimo tempo dei ripescati (10.20). Peggior partente della sua batteria (0.181), ha rimesso le cose a posto dopo 20 metri ma poi l'accelerazione del lunghissimo cinese Zhang Peimeng l'ha mandato in confusione. Il britannico ha riaccelerato e negli ultimi 10 metri, ormai imprendibile il cinese, ha rallentato e ha rivolto lo sguardo al tabellone, perdendo il terzo posto.

Infine, una parola sul cinese Zhang Peimeng, che ha eguagliato in 10.04 il primato nazionale ottenuto quest'anno, e la conferma di un rendimento costante sotto i 10.20 da inizio stagione. Con Dasaolu, ripescati anche l'altro cinese Su Bingtian (10.16) e Antoine Adams di St.Kitts (10.18), che approda alle semifinali di domani in compagnia del connazionale Jason Rogers (lo sprinter che ha approfittato della distrazione di Dasaolu).

Marco Buccellato

I MONDIALI IN TV: LA PROGRAMMAZIONE RAI
ISCRITTI/Entries
RISULTATI/Results
TUTTE LE NOTIZIE SULLA SQUADRA AZZURRA A MOSCA

FOTO/Photos

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag: #Moscow2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: