Mondiali, via con le medaglie della marcia




 
Via, si comincia. Domani mattina, alle 8.30, scatteranno i Mondiali parigini, con la 20 km di marcia che assegnerà subito il primo titolo. Italia con buone carte da giocare, anche se la lotta per le medaglie sarà durissima: in rigoroso ordine alfabetico, vestiranno l\'azzurro Lorenzo Civallero, Michele Didoni e Alessandro Gandellini. \"Sono maturato, cresciuto, mi propongo per fare una gara davvero diversa\", dice Gandellini, mentre Didoni indica chiaro il quadro dei favoriti: \"Lo spagnolo Fernandez ha un\'altra marcia: spero non parta per fare il record del Mondo, altrimenti finiamo tutti a 4 minuti. Poi, messicani e russi, ma ci siamo anche noi. Ho preferito lavorare all\'estero, quest\'anno, a Barcellona, dove ho potuto sperimentare il CAR, ovvero il centro di preparazione olimpica degli iberici: abbiamo bisogno di lavorare in gruppo anche noi, ricreare l\'atmosfera di collaborazione che c\'era prima e che può produrre successi\". VIZZONI APRE IL MONDIALE DEI LANCI AZZURRI, DOMANI QUALIFICAZIONE ALLE 9.30 Anche Nicola Vizzoni sarà impegnato nella prima giornata: \"La stagione è stata difficile, certo, ho avuto parecchi problemi in avvio. Ma adesso, la forma sembra in crescita: a Viareggio ho fatto sei lanci oltre i 77 metri, e questo mi fa ben sperare. Sento il peso della gara (tra l\'altro, il toscano lancerà nel gruppo del mattino, alle 9.30, ndr), ma ai Mondiali non si può scherzare\". Sempre nella mattinata, l\'Italia calerà anche un altro dei suoi assi, Fabrizio Donato, che sarà impegnato nelle qualificazioni del Triplo: \"Gli infortuni sono alle spalle, per fortuna: ora sto bene, darò il meglio per superare la qualificazione, quello è il primo obiettivo. Poi si vedrà, anche se non ho mai detto di puntare alle medaglie. Se lo dicono gli altri, va bene. Camossi? Sì, mi è mancato quest\'anno, ma da un punto di vista agonistico: con lui in gara ho sempre fatto buone cose\". Gertrud Bacher punta decisa al record italiano dell\'Eptathlon (suo, 6.185 punti): comincerà la sua fatica multipla domani, alla ricerca di una buona prima giornata: \"Dipende tutto da lì: la seconda, in realtà, è il mio punto di forza. Dovrò stare attenta soprattutto a 100 ostacoli e alto\". \"Day 1\" del Mondiale proporrà anche la qualificazione dell\'alto maschile: in gara Andrea Bettinelli, Alessandro Talotti e Nicola Ciotti: \"Si va in finale con 2,27\", dicono quasi in coro. \"E l\'alto azzurro, che prima di noi tre aveva mandato ai Mondiali solo due atleti in assoluto, è davvero cresciuto\". \"La svolta - dice Nicola Ciotti - è probabilmente arrivata agli Assoluti indoor del 2002, quando io e Bettinelli abbiamo saltato 2,30. E ora, siamo qui\". PERRONE E MARTINEZ, LE BIG AZZURRE DELLA SECONDA GIORNATA Elisabetta Perrone guiderà il trio azzurro (con Rossella Giordano ed Elisa Rigaudo) della 20 km di marcia, in programma domenica mattina. La vercellese, bronzo iridato due anni fa ad Edmonton, ha le idee chiare anche sul suo ruolo all\'interno della squadra: \"Non mi sento la salvatrice della Patria - ha detto la capitana azzurra - anzi, a dire il vero, non mi pare che ci sia una patria da salvare. Sono tanti, in squadra, in grado di fare bene a questi Mondiali. Io? Darò il massimo, certo, sperando che il ritmo, in partenza, non sia proibitivo: se non esagereranno, sarò lì con loro. Sì, il cambio di allenatore (da Sandro Damilano a Gianni Perricelli, ndr) mi ha dato nuovi stimoli, probabilmente gli stessi che mi aveva dato il cambio precedente, da Ugolini a Sandro: ogni tanto c\'è bisogno di provare nuove strade, porsi nuovi obiettivi. Il traguardo ultimo è Atene, i Giochi: il ricordo di Sydney (quando fu squalificata a pochi chilometri da traguardo, mentre era in testa, brucia ancora\". Magdelin Martinez è l\'altra \"big\", con Betty Perrone, della seconda giornata di gare. \"Sto bene - dice la triplista italo cubana - e mi aspetto il meglio. Conosco questa pedana, mi piace, e spero di arrivare lontano. Non so se scegliere tra i 15 metri o una medaglia, vorrei vincerne una ma vorrei tanto anche superare quel limite. Favorite sono la M\'Bango e la Lebedeva, dopo, ci sono le altre\". Lei compresa, s\'intende. LA SQUADRA ITALIANA RICEVUTA DALL\'AMBASCIATA Questa mattina una rappresentanza della delegazione azzurra, guidata dal Presidente Gianni Gola, è stata ricevuta dal Ministro Plenipotenziario dell\'ambasciata italiana in Francia, Carlo Tripepi, presso l\'Istituto di Cultura Italiana in rue de Varenne. La cerimonia, sobria ed elegante, ha rappresentato il benevenuto dato dalla folta comunità italiana agli atleti azzurri che saranno impegnati nel Mondiale. Presenti, tra gli altri, Diego Fortuna, Simona La Mantia e Barbara Lah, oltre a tecnici e dirigenti. GLI ITALIANI IN GARA DOMANI Saranno 12, complessivamente, gli italiani coinvolti nella prima giornata di gare dei Mondiali allo Stade de France. Eccoli: 8.30: 20km Marcia (Lorenzo Civallero, Michele Didoni, Alessandro Gandellini) 8.45: 100hs Eptathlon (Gertrud Bacher) 9.30: Martello, qualificazioni, gruppo A (Nicola Vizzoni) 10.45: Triplo, qualificazioni (Fabrizio Donato) 16.35: 400 metri, batterie (Andrea Barberi) 17.40: Alto, qualificazioni (Alessandro Bettinelli, Nicola Ciotti, Alessandro Talotti) 18: 1500, batterie (Christian Obrist) 19: 3000 siepi, batterie (Angelo Iannelli) NICOLA VIZZONI ED ELISABETTA PERRONE CAPITANI AZZURRI Scelti i capitani azzurri: saranno Nicola Vizzoni (argento olimpico a Sydney 2000) ed Elisabetta Perrone (argento olimpico ad Atlanta \'96 e bronzo mondiale ad Edmonton 2001). L\'unico esordiente annunciato è il maratoneta Ruggero Pertile. DOMANI SERA L\'APERTURA DI CASA ITALIA ATLETICA Con l\'avvio dei Mondiali, aprirà i suoi battenti anche Casa Italia Atletica, che quest\'anno avrà sede presso l\'Hotel Hilton, di fronte alla Torre Eiffel. La prima serata, oggi, con inizio alle ore 22, sarà dedicata alla stampa nazionale ed internazionale.
Euforia di fronte allo Stade de France (Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: