Mondiali: Rubino quarto nella 20km




 

Il primo titolo iridato della dodicesima edizione dei Campionati del Mondo è andato al russo Borchin, campione olimpico in carica e dominatore della 20 chilometri di marcia, ma l'Italia ha sfiorato il podio con Giorgio Rubino, splendido quarto in 1:19:50 (a tredici secondi dal primato personale) dopo una gara autoritaria che l'ha visto, assieme al capitano e compagno Ivano Brugnetti (poi ritiratosi), prendere l'iniziativa e condurre fino a metà gara. Il terzo azzurro in gara, Jean-Jacques Nkouloukidi, è giunto ventunesimo in 1:23:07. Rubino ha guidato con Brugnetti transitando a metà gara in 39:48, assieme al norvegese Tysse. I tre battistrada sono stati poi raggiunti al dodicesimo chilometro da un gruppo comprendente tra gli altri il campione olimpico Borchin, il cinese Hao e l'australiano Tallent. Dopo un momento di difficoltà Rubino è riuscito a stare agganciato al gruppo di cinque-sei atleti lanciati a condurre, mentre Brugnetti ha progressivamente perso contatto, e dopo due proposte di squalifica ha alzato bandiera bianca. 

Rubino, protagonista di un finale in crescendo, caratteristica che lo contraddistingue abitualmente, nel tratto conclusivo del percorso ha raggiunto e superato il colombiano Lopez, che lo precedeva, conquistando il quarto posto che rappresenta il miglior risultato della carriera del marciatore delle Fiamme Gialle in manifestazioni di carattere internazionale. La gara è stata di alto contenuto tecnico: Borchin ha trionfato in 1:18:41, argento al cinese Hao in 1:19:06. Bronzo al messicano Eder Sanchez in 1:19:22. Ritirato un altro dei favoriti, lo spagnolo Paquillo Fernandez.

 

Nella foto in alto, il marciatore Giorgio Rubino; in quella in basso, un momento della gara (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL) File allegati:
- RISULTATI / Results
- Le foto della 1^ giornata (mattina) / Photos



Condividi con
Seguici su: