Mondiali Mosca Vizzoni in finale

10 Agosto 2013

Il capitano promosso nel martello, finale lunedì pomeriggio. Meucci 19esimo nei 10000

 

Buona sessione pomeridiana per gli atleti italiani nella prima giornata dei Campionati del Mondo di Mosca. Grazie ad un lancio di 75,38, Nicola Vizzoni guadagna l'accesso alla finale del martello (in programma lunedì), la quinta della sua lunga carriera azzurra. Promosse alle semifinali dei 400 metri - domani - anche Libania Grenot (51.43, primato stagionale) e Chiara Bazzoni (52.14, a soli otto centesimi dal personale). Poca gloria per Daniele Meucci nei 10000 metri: diciannovesimo posto in 28:06.74. L'oro va a Mo Farah, il superfavorito della vigilia, che si impone in volata in 27:21.71. Eliminata la 20enne Darya Derkach nelle qualificazioni del lungo (un solo salto valido, misurato 6,16). Nelle altre gare del pomeriggio, va segnalato il super passggio di boa nel Decathlon dello statunitense Ashton Eaton, 4502 punti (10.35; 7,73; 14,39; 1,93; 46.02) e del connazionale Gunnar Nixon (secondo, 4493). 

LA CRONACA DELLE GARE

Martello uomini
In finale, alla nona esperienza in un Campionato del Mondo. Nicola Vizzoni non tradisce. Il capitano, ormai ad un passo dai 40, taglia un prestigioso traguardo, trovando nel lancio conclusivo (misurato a 75,38) le energie per riguadagnare l’accesso al turno delle medaglie. Il "Vizzo" apre con 74,65, e si colloca subito abbastanza bene nel suo gruppo; nella seconda tornata, però, un paio di avversari lo superano in classifica, facendolo scivolare fino al 13esimo posto complessivo. Una beffa, che però il toscano cancella proprio all’ultima prova, scagliando il suo martello a 75,38, e piazzandosi al sesto posto del turno (l’undicesimo tra i finalisti). E’ il quinto approdo  in finale per Vizzoni (per tre volte tra i primi otto, con l’apice nel 2001, a Edmonton, quando fu quarto), su nove esperienze mondiali. Kozmus (Slovenia, oro olimpico a Pechino e argento a Londra dodici mesi fa) è il miglior del gruppo dell’azzurro, con 78,10, ma nella lista generale lo precedono l’ungherese Pars (79,06) e il ceco Melich (78,52). La finale dopodomani, lunedì, alle 18.30 italiane.

Lungo donne
Poca gloria per Darya Derkach nelle qualificazioni del lungo. Per lei, 20 anni compiuti in marzo, ed impegnata nella prima esperienza in una grande manifestazione estiva, un solo salto valido, misurato a 6,16, e due nulli. Risultato in parte preventivabile, anche se una misura di maggior spessore avrebbe probabilmente dato maggior rilievo alla partecipazione di questa ragazza dalle innegabili qualità. Per lei, 28esimo posto complessivo. Capofila del turno la britannica Shara proctor, capace di un notevole 6,85, imitata nel passaggio diretto alla finale di domani da sole altre due atlete (la nigeriana Okagbare, 6,83 e la statunitense Tori Polk, 6,75).

10000 uomini
Si parte con il keniano Tanui a fare da battistrada, con un ritmo abbastanza regolare da 2:45 al chilometro (8:19.95, 13:49.95 ai 500 metri). La fila è allungata, con tutti i migliori davanti: Africa dappertutto, a dominare in lungo ed in largo. Daniele Meucci resta attaccato al treno fino ai 7000, ovvero fin quando davanti decidono di cominciare a fare sul serio. L’azzurro piano piano scivola via, fino a perdere contatto con il treno dei migliori, ma senza mollare la presa sulla corsa. Mo Farah si affaccia al comando dopo gli 8000 (22:11.40), inciampa, rischia di cadere, ma tiene la posizione di comando alla corda. Si vedono atleti dalla pelle bianca in testa quando la coppia di statunitensi composta da Rupp e Ritzenheim decide di farsi largo, ma Farah non cede, è sempre davanti, e non sembra temere rivali o virazioni di ritmo. Ai 9000 si transita in 24:55.48, anticamera di una conclusione da velocisti. La corsa si accende ovviamente nell’ultima tornata, che il doppio campione olimpico di Londra gestisce con imbarazzante padronanza, sprintando praticamente solo nell’ultima parte del rettilineo.

E suo l’oro mondiale, in 27:21.71 (con un ultimo chilometro da 2:26, ed un ultimo giro da 54.49). Le medaglie vanno all’etiope Jeilan e al keniano Tanui, battuti dall’imprendibile britannico. A Rupp il quarto posto, mentre Daniele Meucci è 19esimo, in 28:06.74.

400m donne
Passaggio del turno con primato stagionale per una buona Libania Grenot nelle batterie dei 400 metri. L’azzurra è terza in 51.43, e quindi promossa di diritto alle semifinali, finendo alle spalle della statunitense Francena McCorory (50.56) e della giamaicana Stehanie McPherson (50.98); il crono è il migliore dell’anno per Libania, che aveva corso in 51.53 nel meeting di Lignano il 16 luglio scorso. Dopo un avvio fin troppo tranquillo (0.238), l’azzurra mette in azione una buona progressione sul primo rettilineo, agganciando la francese Guei a metà della successiva curva. Sul rettilineo conclusivo, la Grenot resta come d’abitudine molto composta, e nei metri conclusivi non paga eccessivamente il finale di gara. Nella quarta batteria, vinta dalla russa Ryzhova in 50.69, si comporta molto bene Chiara Bazzoni, che corre molto vicina al primato personale, terminando al sesto posto in 52.14 (vanta un 52.06 siglato quest’anno). Il premio per la toscana arriva sotto forma di qualificazione alla semifinale di domani, con il secondo dei tempi di ripescaggio. La più veloce del turno  è la britannica Christine Ohuruogu, vincitrice della seconda batteria in un ottimo 50.20.

Le altre gare del pomeriggio

Le cose più belle le fanno vedere i decatleti, protagonisti di una prima giornata di assoluto rilievo. Guida Ashton Eaton (lo statunitense campione olimpico e primatista del mondo), con un parziale di 4502 (10.35; 7,73; 14,39; 1,93; 46.02), con il crono dei 400 metri che è anche il più veloce mai fatto registrare in un Decathlon di campionato iridato. Nelle siepi al femminile, sorprende un affto statistico, che - forse - segnala una tendenza: ben otto delle 15 finaliste sono europee, anche se i migliori crono, e le vittorie delle batterie, sono ancora marcate Kenya-Etiopia. Alla sera, infine, lo show dei 100 metri. Nel contesto noto ormai anche a chi non segue l'atletica, fa sensazione la corsa del francese Jimmy Vicaut, e non per il 10.06 finale (-0.1), ma perché ottenuto con una partenza sonnolenta (0.204) e con una frenata esagerata (una vera "inchiodata") nei metri finali. Piace, per l'eleganza, anche il cinese Peimeng Zhang, che eguaglia il record nazionale correndo in 10.04 (-0.2). Vanno sotto i 10 secondi gli statunitensi Justin Gatlin (9.99, -0.3) e Mike Rodgers (9.98, -0.1). Usain Bolt, nell'ultima batteria, appare concentrato oltremisura, forse memore della brutta esperienza di Daegu. E infatti, la falsa partenza di Hyman, nella corsia accanto alla sua, provoca un brivido in tutti i presenti. Alla partenza valida, il primatista del mondo produce il prevedibile allungo in totale decontrazione, terminando in 10.07 (-0.4).

Domani si farà sul serio. 

Marco Sicari

LE DICHIARAZIONI DEGLI AZZURRI

LE FOTO DA MOSCA

XIV CAMPIONATI DEL MONDO - MOSCA 2013
9 AZZURRI IN GARA NELLA SECONDA GIORNATA
PROGRAMMA (orario italiano)


11 AGOSTO
07:05     M     110m Hs     Decathlon                 
07:40     M     110m Hs     Batterie                         
08:00     M     Disco           Decathlon Gruppo A                 
08:30     W    1500m         Batterie                     MAGNANI        
08:45     W     Peso           Qualificazione            ROSA        
09:05     M     400m          Batterie                     GALVAN        
09:20     M     Disco           Decathlon Gruppo B                 
09:55     W     100m          Batterie                 
11:05     M     Asta             Decathlon                 

15:00     M     20 Km Marcia    Finale     GIUPPONI, RUBINO, TONTODONATI        
15:15     M     Giavellotto      Decathlon Gruppo A                 
16:30     M     Giavellotto      Decathlon Gruppo B                 
17:00     W     Lungo            Finale               
17:05     M     100m             Semi-Finale                
17:10     W     Asta              Qualificazione                   
17:35     M     800m            Semi-Finale     Benedetti          
18:05     W     400m           Semi-Finale     Bazzoni, Grenot         
18:15     W     Disco            Finale                     
18:35     M     1500m          Decathlon                 
19:05     W     10,000m       Finale                 
19:50     M     100m            Finale      

I MONDIALI IN TV: LA PROGRAMMAZIONE RAI
ISCRITTI/Entries
RISULTATI/Results
TUTTE LE NOTIZIE SULLA SQUADRA AZZURRA A MOSCA

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag: #Moscow2013 | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: