Mondiali, Cavallaro promosso in semifinale




 
Sembra quello di Riga \'99. Lo junior che correva un lanciato a \"palla di cannone\" è riapparso magicamente, body azzurro e scudetto tricolore sul petto, sulla pista dello Stade de France, quattro anni dopo. Alessandro Cavallaro ha conquistato in serata, dopo una batteria eccellente, l\'accesso alla semifinale mondiale. Sempre in scia allo statunitense Patton, Cavallaro ha corso questa mattina in 20.42 (nuovo primato personale, sei centesimi meno del precedente), e successivamente, nel secondo turno, in 20.47, piazzandosi al secondo posto in entrambe le occasioni. Grande decontrazione, facilità di corsa, piedi alla dinamite, il siciliano ha rimesso in mostra tutte le doti che ne avevano fatto un prodigio dello sprint azzurro, quando, poco più che esordiente, aveva centrato l\'oro continentale Under 20. \"Sono molto soddisfatto - ha detto nel dopo corsa - essere nei primi sedici al mondo è già qualcosa di grande per me. Rispetto alla gara del mattino, stasera avevo paura di correre con meno adrenalina, più rilassato, e invece non è andata così: buon segno. Sì, avere Patton davanti a me in tutte e due le occasioni mi è servito: a questo punto, spero mi ricapiti anche domani sera...\". Il compito che attende Cavallaro sarà però difficilissimo. L\'obiettivo è tornare a piazzare un azzurro in una finale di sprint, mondiale od olimpica, sedici anni dopo Pierfrancesco Pavoni (Roma \'87) e diciannove anni dopo Mennea (Los Angeles 1984).
Nelle due immagini, Alessandro Cavallaro (Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: