Modena: Desalu 6.74 al personale nei 60

03 Febbraio 2019

Il velocista azzurro si migliora di due centesimi sul rettilineo indoor, vittoria in 6.73 per Cellario. A Bergamo cresce Rigali con 6.73.


 

Ancora un test indoor per Fausto Desalu, che a Modena firma il record personale sui 60 metri con 6.74. Lo sprinter delle Fiamme Gialle chiude al secondo posto nel meeting di oggi alle spalle di Giovanni Cellario (La Fratellanza 1874 Modena), vincitore della finale in 6.73. Per il velocista azzurro, due centesimi in meno rispetto al precedente primato di 6.76, che risaliva a quattro anni fa, mentre in batteria aveva corso in 6.86. Il 24enne di Casalmaggiore allenato da Sebastian Bacchieri a Parma, secondo azzurro di sempre nei 200 metri all’aperto con il 20.13 da sesto posto nella finale europea, era alla seconda uscita dell’anno dopo l’esordio di mercoledì ad Ancona dove si era espresso in 6.78. Progresso stagionale per Cellario, rientrato nello scorso weekend con 6.84 ad Ancona, che ha un personale di 6.60 stabilito nel 2017. (ha collaborato Stefano Ruggeri) [RISULTATI/Results]

BERGAMO: RIGALI 6.73 - Velocità in primo piano nell’impianto indoor di Bergamo, con il miglioramento di Roberto Rigali sui 60 metri. Il 29enne sprinter bresciano della Bergamo Stars, convocato agli Europei di Berlino nella 4x100 azzurra, ritocca due volte il record personale con 6.77 in batteria e poi 6.73 in finale, per abbassare di otto centesimi il 6.81 che aveva finora ottenuto quattro volte in carriera, davanti al 6.82 di Diego Marani (Fiamme Gialle). Al femminile Marta Maffioletti (Bracco Atletica) corre in 7.55 e 7.61, due settimane dopo il 7.50 realizzato sulla stessa pista. [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: