Milano: protagoniste in rosa al XXV Aprile

17 Aprile 2018

Mercoledì 18 aprile torna la Walk&Middle Distance Night con la marciatrice Giorgi (5000), le mezzofondiste Santiusti (esordio stagionale sui 1000) e Bellò (600), mentre la junior Battocletti è attesa nei 3000 metri


 

Spettacolo garantito soprattutto al femminile mercoledì 18 aprile alla Walk&Middle Distance Night, al campo XXV Aprile di Milano (inizio ore 18.45). L’ottava edizione del meeting, dedicato alla memoria di Ugo Grassia e organizzato dal Cus Pro Patria Milano, vanta quattro donne da copertina. Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), recente vincitrice all’incontro internazionale di Podebrady (Repubblica Ceca), sarà l’atleta di punta dei 5000 di marcia a un paio di settimane dai Mondiali a squadre di Taicang. Sui 1000 metri a invito, debutto stagionale per l’azzurra Yusneysi Santiusti (Assindustria Sport Padova), quinta negli 800 metri agli Europei del 2016, che avrà in Chiara Ferdani (Atl. Spezia Duferco) una giovane sfidante, senza dimenticare la campionessa italiana allieve indoor della distanza Sophia Favalli (Freezone) alla caccia di un crono di rilievo. Altra distanza spuria ricca di interesse e presenze sono i 600 metri: la mezzofondista più attesa è Elena Bellò (Fiamme Azzurre) alla caccia della MPI Promesse sulla distanza di 1:29.39 che già detiene dallo scorso anno. A completare il quartetto c’è Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre), 18 anni compiuti giovedì scorso. La trentina figlia d’arte sarà il faro di un 3000 di ottima qualità, sulla distanza in cui ha vinto la medaglia di bronzo agli Europei under 20, che attende al via anche Giovanna Epis (Carabinieri), la junior Michela Cesarò (Cus Torino), l’ugandese Adha Munguleya (Gs Lammari), la campionessa spagnola juniores Andrea Romero e poi Elisa Palmero (Atl. Pinerolo), Micol Majori (Pro Sesto), Alice Cocco (Bracco), Ilaria Dal Magro (Atl. Lecco Colombo), le allieve della Freezone Elisa Ducoli e Giulia Bellini e l’ex campionessa italiana cadette di cross Irene Arlati (Merate Atletica). Ci sarà una pacemaker di lusso come la keniota Mary Wanjohi Wangari (atleta da 15:13 sui 5000 metri e vincitrice domenica scorsa della Stradella Rotary Half Marathon-Trofeo Gianfranco Boveri) per un passaggio ai 2000 fra 6:10 e 6:15.

Anche i 2000 siepi hanno una donna in primo piano: è Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano): in buon crescendo di forma l’under 23 allenata da Giorgio Rondelli ritorna in pista nella gara che l’aveva vista protagonista cinque anni fa all’esordio nella categoria allieve con 6:42.50. Al via anche Naila Aqdeir (Bracco), Federica Zenoni (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), la junior Vanessa Campana (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), la greca Isavella Kotsahili e l’esordiente Giorgia Valetti (Pro Sesto).

In campo maschile, gare molto stuzzicanti e sulla carta piuttosto equilibrate, a partire dai 500 metri a invito con Isalbet Juarez (Athletic Club 96 Alperia), Mattia Cella (Pro Sesto), Davide Marelli (Gs Bernatese) e Mattia Casarico (Gs Bernatese). Affollati i 600: all’annunciata sfida a tre per il momento fra Roberto Severi (Cus Pro Patria Milano), Mattia Moretti (Carabinieri) e Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia) potrebbe aggiungersi Emilio Perco (Assindustria Sport Padova) e c’è curiosità anche per la prova dell’emergente junior Giovanni Crotti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Nella marcia maschile (5000 metri) lo specialista più accreditato è Manuel Giordano (N. Atl. Fanfulla Lodigiana). Sui 2000 siepi attesi François Marzetta (Cus Insubria Eolo), Soufiane Elkounia (Athletic Club 96 Alperia) e l’allievo siciliano Carmelo Cannizzaro (Libertas Running Modica). Due atleti keniani a fare da locomotive nei 3000 (Douglas Kipserem e Charles Kamau, rispettivamente primo e terzo alla Tutta Dritta di Torino) per un passaggio da 5:20 ai 2000 metri. In gara diversi atleti italiani come Pietro Riva (Fiamme Oro), Michele Fontana (Aeronautica), Andrea Ghia (Cus Genova) e Nadir Cavagna (Atl. Valle Brembana). Poi altri due giovanissimi africani di talento, entrambi classe 2000, l’ugandese Hosea Kiplangat e Ali Hissein Mahamat, atleta del Ciad.

Cesare Rizzi (FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- ORARIO/Timetable


Condividi con
Seguici su: