Master: una raffica di titoli ad Arezzo

01 Giugno 2018

Sabato 2 e domenica 3 giugno, nella città toscana, la rassegna nazionale over 35 dedicata a prove multiple, staffette e 10.000 metri, due anni dopo i Campionati italiani su pista che torneranno tra un mese


 

Torna ad Arezzo una rassegna nazionale dedicata agli over 35 dell’atletica. Nel weekend la città toscana ospita i Campionati italiani master di prove multiple, staffette e 10.000 metri, sabato 2 e domenica 3 giugno. Oltre al decathlon uomini e all’eptathlon donne per tutte le fasce di età, sabato pomeriggio sono in programma le staffette 4x100 e 4x400 metri, quindi le gare dei 10.000 metri. Domenica toccherà invece alle staffette di mezzofondo (4x800 femminile, 4x1500 maschile), per chiudere con le staffette che prevedono frazioni crescenti di 100, 200, 300 e 400 metri, nell’evento organizzato dall’Unione Polisportiva Policiano Arezzo Atletica. Sarà il primo dei due appuntamenti dell’anno ad Arezzo con una manifestazione tricolore, a un mese dai Campionati italiani su pista che per tre giornate, da venerdì 29 giugno a domenica 1° luglio, saranno nuovamente accolti nel campo di atletica intitolato a Enzo Tenti, dopo l’edizione del 2016.

Tra gli iscritti, nel decathlon spicca il nome di Hubert Indra (Südtirol Team Club), grande protagonista della stagione indoor con il primato italiano del pentathlon SM60, e al femminile dell’altra altoatesina Ingeborg Zorzi (Sportclub Merano/SF70), oro continentale al coperto. Sui 10.000 metri è attesa la veneta Nadia Dandolo (Atl. Asi Roma/SF55), ex mezzofondista azzurra che è salita sul podio ai recenti Europei non stadia, ma anche la pluricampionessa tricolore Maria Lorenzoni (Atl. 85 Faenza). Anche tra gli uomini al via diversi nomi di primo piano del movimento master come il viterbese Rolando Di Marco (Atl. Di Marco Sport/SM65) e Dario Rappo (Atl. Virtus Castenedolo/SM70).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries


Condividi con
Seguici su: