Master: primi record ad Ancona

26 Febbraio 2016

Quattro migliori prestazioni italiane nell’apertura della rassegna tricolore “over 35”, con Gloria Marconi protagonista sui 3000 metri SF45


 

La giornata inaugurale dei Campionati italiani master indoor e invernali di lanci, ad Ancona, fa segnare subito quattro nuovi record nazionali. Arrivano quindi risultati notevoli fin dall’inizio, oltre a molte sfide combattute. Tra i protagonisti c’è Gloria Marconi (La Galla Pontedera Atletica), che compie il suo debutto in una manifestazione dedicata ai master con 9:57.78 nei 3000 metri per abbassare nettamente il precedente limite SF45, dopo una carriera di alto livello. Infatti ha indossato per 13 volte la maglia azzurra, partecipando alla maratona dei Mondiali nel 2003, ma ha vinto anche 7 titoli italiani assoluti e il primo di questi nel 2002 proprio sulla distanza dei 3000 indoor, mentre gli altri su 5000, 10.000 e mezza maratona. “Sembra strano, ma alla partenza ho sentito un po’ di emozione - racconta la toscana classe ’68 - era da tanto tempo che non correvo in sala e mi sono veramente divertita. Correre mi piace, l’agonismo fa parte della mia storia”. Nel palmarès, tra i suoi successi, da ricordare poi quello all’edizione 2003 della maratona di Roma. Sulla pedana del martello si festeggiano invece i record italiani SF50 di Paola Rosati (Atl. Virtus Castenedolo) con 43,08 e di Maria Lategana (Cus Lecce) che nella categoria SF75 lancia a 21,82. Un primato dalle prove multiple: Francesco Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) stabilisce la miglior prestazione italiana del pentathlon SM75 con lo score di 3344 punti.

Ma tante gare interessanti vanno in scena al Palaindoor del capoluogo marchigiano, nella rassegna tricolore “over 35” più partecipata di sempre con più di 1500 atleti e quasi 3200 presenze-gara. Sulla pedana del peso si conferma Lamberto Boranga (Olimpia Amatori Rimini): il celebre ex portiere di serie A, ora medico e atleta master, conquista di nuovo il titolo SM70 con 11,07 al primo tentativo. Nei 3000 metri applausi per Domenico Caporale (Runners Chieti), che chiude in 9:24.10 non troppo distante dal record italiano SM50, e nel pentathlon donne si mette in evidenza il bronzo iridato all’aperto Sara Colombo (Atl. Monza) con 3771 punti fra le SF40. Domani la seconda giornata, dalle 8.30 del mattino fino a tarda serata, per una non stop di gare tricolori. Si assegnano i titoli nella marcia sui 3000 metri e poi nei 1500 di corsa, invece il pomeriggio sarà tutto all’insegna della velocità: 60 ostacoli, 60 piani, 400 metri. Nei concorsi, un gran numero di pedane impegnate sia al Palaindoor (lungo, peso, alto, asta, triplo) che al campo Italico Conti dove si svolgeranno le competizioni di martello e disco. Chiusura domenica dalle 9.00 fino alle ore 17.30 circa.

Luca Cassai

MIGLIORI PRESTAZIONI ITALIANE
Pentathlon SM75: Francesco Bruni (Collection Atl. Sambenedettese) 3344
3000 SF45: Gloria Marconi (La Galla Pontedera Atl.) 9:57.78
Martello SF50: Paola Rosati (Atl. Virtus Castenedolo) 43,08
Martello SF75: Maria Lategana (Cus Lecce) 21,82

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

La partenza dei 3000 SF45 (FotoGP/FIDAL Marche)


Condividi con
Seguici su: