Martellata da 70,20 per la Salis

25 Febbraio 2012

Ai Campionati Italiani Invernali di lanci di Lucca, la lanciatrice delle Fiamme Azzurre centra il minimo olimpico "B" per Londra

 

I tricolori invernali di lanci trovano una giornata di apertura quasi primaverile al Campo Moreno Martini di Lucca, con un sole che scalda i presenti e regala buone prestazioni nel lancio del martello. Silvia Salis (Fiamme Azzurre), 70,20 e minimo olimpico B (69,00) per Londra tra le donne, e Lorenzo Povegliano (Carabinieri), 75,50 tra gli uomini, confermano a livello assoluto le previsioni della vigilia, mentre nel giavellotto – sicuramente inficiato da un vento ballerino – i titoli vanno a Zahra Bani (Fiamme Azzurre), 57,81, e Norbert Bonvecchio (Atletica Trento CMB), 73,61. In chiave giovanile, notevole 73,73 del martellista junior Marco Bortolato (Atl. Udinese Malignani) che diventa così il secondo italiano di sempre nella sua categoria.

La cronaca della manifestazione vede Lorenzo Povegliano (Carabinieri) ribadire le misure di inizio stagione, con un leggero miglioramento al primo lancio a 75,50, misura che chiude subito il discorso vittoria (per lui anche un 75,30 al quinto ). “Sono contentissimo per la misura e per il titolo – le prime parole del neocampione italiano che succede a Vizzoni, in via di completa ripresa dal recente infortunio e presente come spettatore –  anche perché nelle ultime settimane con la neve non è stato facile allenarsi dalle nostre parti. Adesso gli obiettivi imminenti sono la Coppa Europa invernale di lanci (17-18 marzo, Bar, Montenegro) e il minimo per le Olimpiadi da centrare in stagione (78,00)”. Alle sue spalle con 72,69 si piazza Marco Lingua (Fiamme Gialle), mentre al terzo posto chiude il neo campione italiano delle promesse Simone Falloni (Aeronautica), 71,48.

Completano il podio degli under 23, Gianlorenzo Ferretti (Atletica Firenze Marathon), 63,82, e Mattia Gabbiadini (Atletica Cento Torri Pavia), 59,95.

Nel martello femminile successo di Silvia Salis (Fiamme Azzurre) che dopo una tranquilla apertura con 66,33, deve attendere tre nulli e il quinto lancio a 70,20 per chiudere la gara, e lasciare a giusta distanza la senese Elisa Palmieri (Esercito) che con 67,16 avvicina il personale (67,33). “Sono contenta della misura e del successo in una gara comunque di passaggio – dichiara la ligure che indossa la sesta maglia tricolore – anche perché l’inverno è stato duro. Nelle prossime settimane metteremo a posto altri particolari tecnici in vista della Coppa Europa invernale perché sono altre le misure che posso raggiungere”. Il podio si completa con la medaglia di bronzo che va al collo di Micaela Mariani (Assindustria Sport Padova), 60,50. Tra le promesse successo di pochi centimetri per Sara Pizi (Tecno Adriatletica Marche) con 56,86, davanti a Elisa Magni (CUS Parma), 56,64, e Valentina Leomanni (Atletica Fanfulla Lodigiana), 55,62.

Arriva l’undicesimo titolo italiano per la giavellottista delle Fiamme Azzurre Zahra Bani, 57,81 al quinto lancio, insidiata comunque fino al terzo lancio dalla compagna di squadra Tiziana Rocco, seconda con 53,24, e Maddalena Purgato (Assindustria Sport Padova), terza con 53,15. Nella categoria promesse veste la maglia tricolore Sara Jemai (U.S. Sangiorgese) con netta superiorità, 48,86, davanti a Elena Sorrentino (Assindustria Sport Padova), 43,20, e Giulia Boaro (Libertas Friuli Palmanova), 42,42. A livello maschile il giavellotto regala la sorpresa di giornata, con il trentino Norbert Bonvecchio (Atletica Trento CMB) che regola tutti i più quotati avversari, scagliando al primo lancio il giavellotto a 73,16. Alle sue spalle terminano nell’ordine, Roberto Bertolini (Fiamme Oro Padova), 71,32, e Leonardo Gottardo (Aeronautica Militare), 70,48.

Tanta la felicità del ventiseienne trentino che, dopo la premiazione, rimarca il buon momento di forma conseguente alla continuità degli allenamenti non interrotti da infortuni, la prospettiva imminente della Coppa Europa invernale di lanci, con un occhio già puntato verso il minimo (79,70) da conseguire per i campionati europei di Helsinki. La prova degli under 23 vede invece l’assegnazione del titolo al marchigiano Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle), 68,95, secondo Gianluca Simionato (Atletica Fanfulla Lodigiana), 61,88, e terzo Nicolò Pisoni (Atletica Alto Garda e Ledro), 58,53.

A livello giovanile, la mattinata si era aperta con la grande prestazione di Marco Bortolato, che al secondo lancio si prende il titolo italiano del martello con 73,73. Lo junior dell’Atletica Udinese Malignani sigla con l’attrezzo da 6kg il nuovo primato regionale friulano e la seconda migliore prestazione italiana di sempre per la categoria. “Sono molto contento – dichiara l’atleta classe 1994 allenato da Mario Vecchiato – e visti i recenti allenamenti, la misura conferma quanto di buono fatto ultimamente”. Notevole la sua serie: 70,40; 73,73; 70,80; N; 69,54; 73,34. Alle sue spalle Patrizio Di Blasio (Fiamme Gialle Simoni) con 68,63 e Carlo Calabrese (Bruni Pubblicità Atletica Vomano), 63,16. Nel martello giovanile femminile la favorita piemontese Francesca Massobrio (CUS Torino) ha vita facile, vincendo con una miglior misura di 57,60 al terzo lancio, sotto comunque alla sua miglior prestazione stagionale di 58,68. La medaglia d’argento va a Maria Chiara Rizzi (Cremona Sportiva Atletica Arvedi), 54,04, terza Elisabetta Broseghini (GS Valsugana Trentino), 49,05.

Il giavellotto giovanile maschile va al veneto Mauro Fraresso (Silca Ultralite Vittorio Veneto) che al primo lancio scaglia l’attrezzo da 800 grammi al nuovo personale di 66,66, chiudendo subito la gara, tanto che il secondo classificato Stefano Contini (Atletica Fanfulla Lodigiana) risulta staccato di oltre sette metri (59,01), mentre la medaglia di bronzo è di Joseph Figliolini (Atletica Studentesca CaRiRi), 58,22. Il giavellotto giovanile femminile premia con il titolo italiano Roberta Molardi (Cremona Sportiva Atletica Arvedi) con un miglior lancio a 47,04, davanti a Martina Clean (CUS Trieste), 44,29, e Celeste Sfirro (Atletica Fanfulla Lodigiani), 39,80.

Andrea Bruschettini (CR FIDAL Toscana)

File allegati:
- RISULTATI/Results
- Le FOTO/Photos


Condividi con
Seguici su: