Mariano Comense: nuovo centro per i lanci

14 Dicembre 2018

Presentata nella cittadina lombarda l’area, riservata agli specialisti dei lanci, che sarà centro tecnico regionale


 

L’ambizione è finalmente diventata realtà a Mariano Comense (Como), con la costruzione di una nuova area lanci al Centro Sportivo. Nel Palazzo Comunale, giovedì 13 dicembre, è stata annunciata l’apertura di questo nuovo centro tecnico regionale in un incontro a cui hanno partecipato il presidente FIDAL Alfio Giomi, la massima carica del Comitato regionale FIDAL Lombardia, Gianni Mauri, e il numero uno del Comitato provinciale FIDAL Como-Lecco, Giampaolo Riva.

Il presidente FIDAL Alfio Giomi si è detto soddisfatto per la realizzazione di questo progetto: “Ogni struttura deve essere di servizio a chi è sotto la sua ala. Creando questi centri tecnici non solo forniamo un servizio, ma gettiamo le basi per il futuro. A partire dalla realtà lombarda sta diventando possibile lavorare ancor più nel locale, fino a raggiungere direttamente le società sportive, che rappresentano la prima fonte educativa per i giovani in Italia. Ciò che guida il movimento è la passione degli atleti, degli allenatori, dei dirigenti: progetti come quello che celebriamo oggi sono da applaudire e da prendere d’esempio anche altrove. Noi siamo abituati a giudicare l’operato di una Federazione dal numero di medaglie nelle grandi manifestazioni ed è normale che la si pensi così, ma per costruire un avvenire vincente dobbiamo iniziare a lavorare dal basso, cioè dalle società sportive”. Il nuovo impianto avrà la possibilità di candidarsi per ospitare manifestazioni di carattere nazionale, come la rassegna tricolore invernale di lanci.

“È stato un percorso lungo e tortuoso” - hanno ricordato all’unisono in avvio di serata l’assessore comunale allo sport Fermo Borgonovo e il presidente dell’Atletica Mariano Comense, Carlo Cariboni - “ma essere qui ora a celebrare questa nascita importante, per la città, per la società e per il settore tecnico regionale, ci dice che ne è valsa sicuramente la pena”. Il presidente FIDAL Lombardia, Gianni Mauri, ha espresso così il suo ringraziamento: “Carlo Cariboni è una di quelle persone di cui l’atletica ha bisogno: la sua è una vita spesa con passione e dedizione al servizio di questo sport. Dopo i centri tecnici di Chiari (salti), Nembro (mezzofondo) e Bergamo (ostacoli), che già rappresentano un’eccellenza e un motivo di vanto per l’atletica in Lombardia, siamo lieti di accogliere quest’altra grande conquista per il movimento regionale.

La Lombardia è una regione con numeri pazzeschi e con tanti tecnici qualificati: la nascita di questi centri, la cui paternità è da riconoscere al presidente Alfio Giomi, favorisce l’armonia e la serenità nella preparazione, dimostrando che i risultati si ottengono se si inizia a lavorare tutti nella stessa direzione”. Mauri ha concluso ringraziando per la loro presenza alcuni ospiti illustri seduti in sala, come il campione italiano 1967 di decathlon Bruno Poserina (papà dell’attuale primatista italiano Beniamino Poserina) e il giavellottista Roberto Bertolini.

Giampaolo Riva, presidente FIDAL Como-Lecco, ha speso parole di elogio: “L’Atletica Mariano Comense, della quale ho anche vestito i colori da atleta per qualche anno, è da tempo tra le più attive sul territorio, sia per quanto riguarda l’organizzazione delle manifestazioni sia per il buon livello di atleti che riesce a mettere in luce anche a livello nazionale”. Breve intervento anche da parte del fiduciario tecnico regionale, Sergio Previtali: “La nuova struttura viene a colmare quella che era una vera e propria esigenza dei tecnici e ci permette di soddisfare necessità comuni a parecchie realtà del territorio. L’area è stata ben realizzata ed è già efficiente”. L’ultimo a prendere la parola è il sindaco di Mariano Comense, Giovanni Marchisio, ricordando come l’area sia nata anche per esigenze logistiche del Centro Sportivo in via Santa Caterina, da anni condiviso con la società di calcio: “La soluzione è stata dettata dalla logica e dal buon senso. Ora, prima di tutto, i martellisti e i discoboli marianesi hanno una pedana su cui allenarsi senza interferire con la società calcistica. Il risultato è stato ottenuto grazie alla competenza e alla giusta insistenza della dirigenza gialloblù, che ha messo l’anima per ottenere questo spazio speciale e ha realizzato quella che all’inizio sembrava una suggestione. Questa presentazione è una vera e propria festa per l’Atletica Mariano Comense, per i suoi atleti e per i suoi dirigenti”. L’area lanci marianese sarà già sede di importanti appuntamenti a livello agonistico con l’avvento del nuovo anno: le due fasi regionali, valide come qualificazione tricolore invernale, e i campionati regionali invernali di lanci si svolgeranno nella cittadina comasca il 26-27 gennaio, il 2-3 febbraio e il 16-17 febbraio.

Matteo Porro (FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate