Marcia, test vincente per Schwazer




 

Il campione olimpico della 50km di marcia Alex Schwazer ha vinto stamattina ad Anzola (BO), il IX Trofeo "Ugo Frigerio". Il carabiniere altoatesino ha chiuso i 10km del percorso in 42:42, davanti ai compagni di squadra Diego Cafagna (42:51) e Matteo Giupponi (42:53). Mattinata calda, ma abbastanza ventilata sulle strade della località in provincia di Bologna. Schwazer è partito subito davanti affiancato da Giupponi con Cafagna staccato di una decina di metri nella prima parte di gara. All'ultimo giro, quando Cafagna era già rientrato da qualche chilometro nel terzetto di testa, Alex ha cambiato passo imprimendo alla sua marcia il decisivo allungo vincente. L'azzurro che a fine gennaio aveva subito un infortunio al ginocchio, è reduce da tre intense settimane di raduno in altura a Livigno (SO) durante le quali ha svolto importanti volumi di lavoro. La gara di oggi, quindi, rappresentava soprattutto un'ulteriore verifica della sua condizione. L'olimpionico proseguirà ora la preparazione tra casa sua e il centro federale di San Vincenzo (LI) in vista della prima 50km fissata il prossimo 26 giugno a Dublino (IRL), nel contesto dello IAAF Race Walking Challenge. 

GP MARCIA - Pronostici rispettati a Sant'Antimo (NA), sede dei 10km della terza prova del Grand Prix di marcia 2011. Al maschile si è, infatti, imposto in 41:53 il campione italiano della 20km Jean Jacques Nkouloukidi (Fiamme Gialle), di ritorno dal personal best (3h54:18) di una settimana fa sulla 50km di Coppa Europa. Alle sue spalle il compagno di squadra under 23 Vito Di Bari (42:43) con Vincenzo Magiulo (Atl.Aversa A.Aversano) a completare il podio in 44:09. Alla tricolore in carica Sibilla Di Vincenzo (Assindustria Sport Padova) la prova femminile conclusa in 46:13 davanti ai due giovani talenti pugliesi la promessa Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) e l'allieva, oro olimpico giovanile, Anna Clemente (Don Milani), giunte appaiate in 48:06. [RISULTATI/Results]

Nella foto, l'olimpionico della 50km di marcia Alex Schwazer (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: