Maratona di Roma, torna Pertile

03 Marzo 2015

Domenica 22 marzo l’evento in diretta tv su RaiSport e in 65 nazioni. Partenza e arrivo in via dei Fori Imperiali,  percorso classico con passaggio a San Pietro


 

Sarà Ruggero Pertile la stella italiana della XXI Acea Maratona di Roma, la 42,195 chilometri della capitale che si svolgerà domenica 22 marzo 2015 con partenza (alle 8.50) e arrivo da via dei Fori Imperiali. La gara è stata presentata oggi in Campidoglio: confermata nel circuito dei migliori eventi su strada al mondo IAAF Road Race Gold Label, ha già raccolto 15mila iscrizioni da 110 nazioni (c’è tempo fino a giovedì 5 marzo): lo scorso anno gli arrivati furono ben 14.875. Abbinata alla prova competitiva di 42,195 chilometri c’è la non competitiva di 5 chilometri aperta a tutti, la RomaFun, che nelle ultime edizioni ha visto la partecipazione di oltre 80.000 persone. Partenza da via dei Fori Imperiali dopo quella della maratona, e arrivo all'interno del Circo Massimo. Pertile (Assindustria Padova), in agosto settimo ai Campionati Europei di Zurigo, ha un primato personale di 2h09.53 e a Roma ha già vinto nel 2004. Al via, ma solo per un test propedeutico, ci saranno anche i due azzurri delle Fiamme Gialle Andrea Lalli e Ahmed El Mazoury, che hanno in programma di correre per 25-30 chilometri a Roma, mentre Roma segnerà il debutto in maratona di Jamel Chatbi (Riccardi Milano). In lizza per la vittoria ci saranno però diversi atleti africani. I più accreditati sono i keniani John Kipkorir Komen (PB 2h07:17) e Peter Chesang Kurui (2h08:56), gli etiopi Teshome Gelana Etana (2h07:37) e Habtamu Assefa Wakeyo (2h08:28) e il marocchino Mustapha El Aziz (2h07:55) con l’ucraino Oleksandr Sitkovskyy da tenere d’occhio quale possibile outsider. In campo femminile fari puntati sull’azzurra Deborah Toniolo (Forestale), per la prima volta a Roma. La 37enne atleta di Schio (PB 2h28:31) sarà in gara con l’obiettivo di salire sul podio. Tra le più accreditate per il successo spiccano le due giovanissime etiopi Meseret Tolwalk (classe 1993 e un PB di 2h27:26) e Alemu Mokonnin Ourge (classe 1994, PB 2h31:20), e due esperte atlete dell’est, la bielorussa Nastassia Ivanova Staravoitava (PB 2h27:04) e l’ucraina Olena Burkovska (PB 2h27:07).

Alla presentazione sono intervenuti l’On. Ignazio Marino, Sindaco di Roma Capitale, al quale è stato consegnato il pettorale della Maratona di Roma numero 2024, come augurio per la candidatura olimpica di Roma; il presidente della FIDAL Alfio Giomi,  Renato Di Rocco, Presidente FCI, l'On. Paolo Masini, Assessore di Roma Capitale a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione; l'On. Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega alle politiche europee; l'On. Valeria Baglio presidente dell’Assemblea Capitolina, l'On. Rita Visini. Assessore Politiche sociali e Sport della Regione Lazio; l'On. Laura Coccia e il Dottor Riccardo Viola, presidente del Coni Lazio; il Dottor Enrico Castrucci, presidente Maratona di Roma. Presente anche il regista Fausto Brizzi, che proprio alla maratona di Roma ambienterà un episodio del suo prossimo film. 

IL PERCORSO - Confermato quello dello scorso anno, che era stato rinnovato rispetto alle precedenti edizioni. Via dei Fori Imperiali sarà sempre teatro dei due momenti più emozionanti della maratona: partenza e arrivo. Saranno entrambe all’altezza del Foro di Traiano-Campidoglio: la partenza in direzione di Piazza Venezia, via del Teatro Marcello, l’arrivo invece da via IV Novembre-Piazza Venezia, dunque fronte Colosseo. Il passaggio in via della Conciliazione con vista San Pietro è uno dei punti più amati dai podisti di tutto il mondo. Il tracciato, mediamente scorrevole, contempla 77 cambi di direzione (nessuna curva a gomito) e circa 7,6 chilometri di sampietrini. Il passaggio di mezza maratona è fissato in via della Giuliana. Il percorso tocca quasi tutti i punti più importanti e famosi di Roma.

Confermati i passaggi sul Ponte Settimia Spizzichino (al km 4,5), nel Traforo Umberto I (al km 41) e in via Nazionale e Largo Magnanapoli (al km 41,5 con a destra, sullo sfondo, il Quirinale). Domenica 22 marzo, con il pettorale di gara della Acea Maratona di Roma o della RomaFun si viaggia gratis sui mezzi pubblici (bus, tram e metro di Roma) grazie ad Atac e all’Amministrazione Capitolina.

CALCATERRA DOPPIA - Giorgio Calcaterra, il celeberrimo ultramaratoneta italiano, ha deciso di onorare l’evento compiendo l’ennesima impresa personale: correre due volte consecutivamente la Maratona di Roma. L’obiettivo è quello di ispirare le persone e incoraggiarle a correre per il benessere personale.  Partirà insieme al gruppo di testa con l’obiettivo di chiudere i 42,195 chilometri in 2h30-2h40. Arrivato al traguardo, ricevuta la medaglia del finisher, proseguirà correndo per la seconda volta la maratona incitando e accompagnando tutti i podisti che raggiungerà lungo il percorso e chiuderà la prova di 84,390 chilometri insieme all’ultimo arrivato.

HANDBIKE - L’Acea Maratona di Roma sarà per gli atleti in handbike la prima gara del calendario 2015 della Federazione Ciclistica Italiana. Al via si aspettano oltre 50 atleti. Alla maratona parteciperanno anche diversi atleti disabili che rientrano nelle categorie Cip.

CHARITY, OBIETTIVO 150.000 EURO - Fin dalle prime edizioni della Maratona di Roma, decine di Ong italiane si sono impegnate a raccogliere fondi con le iscrizioni alla 42 chilometri e alla RomaFun di 5 chilometri. I podisti che hanno deciso di sostenere una delle tante charities, attivano una raccolta fondi ponendosi un obiettivo e, raggiunto un minimo stabilito, ricevono dall’associazione un pettorale omaggio. Su retedeldono.it, il portale di fund-raising partner dell’Acea Maratona di Roma, e su maratonadiroma.it si possono verificare in tempo reale le donazioni. L'obiettivo 2015 è quello di superare i 150.000 euro di raccolta (nel 2014 furono 134.000 euro i fondi raccolti), ai quali si aggiungeranno i fondi raccolti dalle associazioni no profit internazionali e dalle charity della RomaFun.

MARATHON ART CARD - Grazie all’Assessorato alla Cultura di Roma capitale, gli iscritti alla maratona riceveranno la Marathon Art Card, esibendo la quale avranno diritto all’ingresso ridotto in tutti i musei del Sistema Museale di Roma Capitale dal 19 al 24 marzo 2015.

PACEMAKER - Per ogni fascia di tempo (3h, 3h15, 3h30, 3h45, 4h, 4h15, 4h30, 4h45, 5h) gli atleti avranno a disposizione 4 pacemaker (la fascia da 5 ore ne avrà 5) contraddistinti da palloncini colorati. Durante la gara, a turno, uno di loro segnerà il passo, gli altri saranno in mezzo al gruppo ad assistere i tanti maratoneti con il tempo di riferimento finale. Anche quest'anno ci sarà il collaudato RomaFitwalking, che consentirà la partecipazione agli amanti della camminata veloce. L’iniziativa è in collaborazione con Fitwalking Project di Maurizio e Giorgio Damilano.

ROMAFUN - Il percorso della RomaFun, la stracittadina di 5 chilometri alla quale partecipano decine di migliaia di persone, è quasi totalmente piatto e conquista il cuore della Roma imperiale. Partenza al seguito della maratona da via dei Fori Imperiali, poi per 1,5 chilometri segue il tracciato della maratona passando accanto al Teatro di Marcello, Bocca della Verità e costeggiando il Circo Massimo. Continua per i rettilinei di via delle Terme di Caracalla, rientrando sul percorso di maratona fino a lambire Porta San Paolo e Piramide, per poi tornare nel centro storico nel tratto finale con l'arrivo all'interno del Circo Massimo. Si attendono oltre 80.000 partecipanti.

LA MARATONA VA A SCUOLA - è un progetto promosso insieme a Roma Capitale che coinvolgerà oltre 10.000 studenti alla RomaFun. I Circoli Didattici e gli Istituti Comprensivi più numerosi riceveranno un contributo economico per l'acquisto di materiale didattico. Come da tradizione anche i Centri anziani saranno coinvolti nella RomaFun, dove si prevede una partecipazione di oltre 5.000 “over”.

TV - Diretta su RaiSport dalle 8.35 alle 11.45 e in streaming sul portale www.raisport.rai.it.

(da comunicato stampa organizzatori)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: