Maratona, a Milano domina l'Africa




 
La Samsung Milano City Marathon scopre di avere un percorso velocissimo, e lancia nell'orbita dei 42 chilometri il keniano Benson Cherono, vincitore oggi in Piazza Duomo con 2h07:58. E' il miglior tempo realizzato in Italia quest'anno, e il fatto assume un significato superiore alla semplice curiosità statistica. A fare tripletta keniana il secondo posto di Beson Barus, 2h08:33, e il terzo di Joseph Ngeny, 2h09:27. In campo femminile, ancora Africa, ma questa volta in versione etiope: prima sul traguardo è stata Magarsa Askale Tafa, con un notevole 2h27:57. Secondo posto per la keniana Kimaiyo Kimutai (2h28:51), vincitrice dell'edizione 2005. Assai distanti le avversarie dal terzo posto in poi (solo in sei sotto le tre ore). A correre con il gruppo di testa nella prima parte di gara c’era anche il campione olimpico ed europeo Stefano Baldini, che ha effettuato un test di 23 km in vista del suo prossimo impegno agonistico alla maratona di New York, in programma il 5 novembre. “Sono soddisfatto della mia prova – ha commentato l’azzurro – mi proponevo di passare alla mezza in un tempo vicino a 1h04 e ci sono riuscito senza problemi. Il percorso è veramente scorrevole come me l’avevano descritto: qui si possono fare tempi di livello mondiale”. RISULTATI Uomini - 1. Benson Cherono (Ken) 2:07:58; 2. Benson Barus (Ken) 2:08:33; 3. Joseph Ngeny (Ken) 2:09:27; 4. Frank Caldera (Bra) 2:14:06; 5. Assefa Woldeyes (Eth) 2:15:16; 6. Melaku Kebebew (Eth) 2:16:01; 7. Ahmed Nasef (Mar) 2:16:54; 8. Paolo Battelli (Ita – Corradini Calcestruzzi) 2:20:58; 9. Benjamin Serem (Ken) 2:22:36; 10. Costantino Simonetta (Ita – As Falchi) 2:29:35. Donne - 1. Magarsa Askale Tafa (Eth) 2:27:57; 2. Hellen Kimutai (Ken) 2:28:51; 3. Anne Kosgei (Ken) 2:32:55; 4. Fridah Lodepa (Ken) 2:42:46; 5. Leila Bourguiba (Ita – Atl. Lugo) 2:54:32; 6. Emilia Huaman (Ita – Atl. Lambro) 2:55:51; 7. Elisabetta Zanetti (Ita – Atl. Campo Giuriati) 3:01:11; 8. Nicola Ann Roberts (Ita – Gs Semonte) 3:07:20; 9. Daniela Fiumara (Ita – Canottieri Milano) 3:14:53; 10. Flora Barlassina (Ita – Castello Running) 3:15:34. Disabili cat. T54 Enzo Masiello (Ita – Sport Di Più Torino) 1:37:34; cat. T51 Alvise De Vidi (Ita – Aspea Padova) 2:48:39; cat. T53 Antonella Munaro (Ita – Aspea Padova) 2:48:39. Handbike cat. A 1. Mario Rossetti (Ita – Gs Rancilio Parabiago) 1:44:05; 2. Marco Buscicchio (Ita – Gs Rancilio Parabiago) 1:44:06; 3. Riccardo Giani (Ita – Polha Varese) 1:52:23; cat. B/C 1. Vittorio Podestà (Ita – PH Zena) 1:15:23; 2. Paolo Cecchetto (Ita – Polha Varese) 1:15:23; 3. Patrick Gastaud (Fra) 1:25:32. Nella foto, l'arrivo del vincitore Benson Cherono (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: