L'atletica friulana premia i suoi campioni




 

Si svolgerà sabato la cerimonia “L’Atletica regionale premia i suoi campioni” a cura del comitato regionale Friuli Venezia Giuliadella Federazione Italiana di Atletica Leggera, con l’obiettivo di premiare gli atleti e le società regionali che maggiormente si sono distinti nel corso della stagione agonistica trascorsa. Questo appuntamento annuale rappresenta un momento particolarmente significativo per la Federazione regionale e viene ospitato a rotazione nelle quattro province: è ora il turno di quella udinese e l’evento avrà luogo alle 17:30 nell’auditorium comunale di Maiano, cittadina che vanta consolidate tradizioni in questo sport ed un impianto tra i più apprezzati della regione. Saranno una settantina gli atleti premiati, capaci l’anno scorso di vincere titoli italiani, vestire la maglia della Nazionale o avere stabilito nuovi record regionali nell’ambito delle categorie assolute, promozionali, master e delle discipline paralimpiche. A loro rappresentare l’eccellenza di un movimento regionale in costante crescita che conta quasi seimila atleti: una buona metà tra Amatori e Master, quasi duemila i giovani delle categorie promozionali ed i rimanenti, meno di un migliaio, appartenenti al settore Assoluto. Non c’è dubbio che la prima pagina dell’annuario in distribuzione spetti alla giovane Alessia Trost, pordenonese trionfatrice nella gara di salto in alto nelle massime competizioni mondiali della categoria Allieve, così come un’atleta triestina ha già posto una seria ipoteca su quella dell’anno prossimo, come anticipa nel suo saluto Francesco Arese, presidente nazionale della Federazione: “Il 2009 si è chiuso con l’ultima perla di Alessia Trost nei Mondiali Studenteschi, al termine di un anno che l’ha vista trionfare ai Mondiali Allievi di Bressanone e all’European Youth Olympic Festival. Il 2010 porta alla ribalta Federica Bevilacqua, quinta agli Europei di Dublino, ventunesima e terza delle atlete del vecchio continente ai Mondiali di Bydgoszcz, in entrambi i casi il miglior risultato di sempre ottenuto da una junior italiana nel cross. Ho scelto di aprire il mio saluto con le imprese di queste giovani atlete perché nessuna parola potrebbere esprimere meglio l’eccellenza dell’atletica friulana riunita per rendere omaggio ai suoi atleti, ai tecnici, alle società, giudici e dirigenti. Sono le punte di un movimento che non esito a definire risorsa primaria dell’atletica italiana per quanto riguarda la ricerca, la tutela e la valorizzazione dei talenti”. Assicurato l’intervento dell’assessore regionale allo sport Elio De Anna a conferma del rilievo che l’amministrazione regionale attribuisce all’atletica leggera, sostenendo e supportando da anni, grazie alla legge sul talento sportivo, i giovani emergenti con un contributo economico a riconoscimento dei risultati ottenuti in campo e nello studio. “Ma al dilà delle medaglie – scrive l’assessore - lo sport è una grande palestra di vita, con i grandi valori racchiusi al suo interno e che ogni giorno ci ricordano come da questo settore della società giungono grandi lezioni di umanità e sensibilità. Ed è per questo motivo che la Regione, in questa decima legislatura, ha puntato molto sullo sport, ritenendo che esso possa contribuire alla formazione di una società migliore”. Saranno inoltre premiate le società che nel corso dell’anno si sono distinte a livello regionale, nazionale e perfino internazionale, con ulteriori riconoscimenti per dirigente, giudice e tecnico dell’anno.

(Alessandro Parlante - Ufficio Stampa CR FIDAL Friuli-Venezia Giulia)

Nella foto, la campionessa del mondo under 18 di salto in alto, Alessia Trost (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: