Indoor, riecco la Di Martino: a Gent salta 1,94




 
A volte ritornano. In questo caso, bisogna aggiungere per fortuna. Antonietta di Martino torna a far parlare di sé, dopo una stagione condizionata da tanti, troppo infortuni. La saltatrice di Cava dei Tirreni (Salerno) è salita a 1,94 nella prima gara stagionale, oggi pomeriggio a Gent (Belgio), strappando il terzo posto in un consesso di livello mondiale, dietro le russe Tchitcherova (1,99) e Seryogina (1,97). Per l\'azzurra, da poco arruolata in Fiamme Gialle, è un ritorno da urlo. Discreta la doppia apparizione di Mauela Levorato nello stesso meeting belga: dopo aver fatto segnare un buon 7.28 nella batteria dei 60 metri, ha perso gli appoggi iniziali in finale, chiudendo in 7.39. Successivamente, sui 200 metri, ha ottenuto un 23.55 da non disprezzare, considerato che anche per lei si trattava della prima gara dell\'anno su questa distanza. Ancora azzurri a Gent: terzo posto con 5,50 per Giuseppe Gibilisco nell\'asta, ma fa ancora meglio di lui Stefano Dacastello, 21.05 nei 200 metri: la classifica unica tra le due serie disputate gli assegna la seconda piazza assoluta, davanto a qualche nome di rilievo internazionale. In precedenza, aveva corso i 60 metri in 6.83. Piccolo \"giallo\" per quanto riguarda Francesco Scuderi: il siciliano sbaglia tutto e corre la sua batteria dei 60 in un pessimo 6.89, finendo eliminato. Ma il foglio risultati, non gli assegna alcuna prestazione. Da Ancona, notizie confortanti anche dai lanci: Assunta Legnante si conferma in buona forma, con due bordate a 18,26 e 18,24 nel getto del peso. Anche per lei, lo scorso anno argento europeo al coperto, è tempo di scaldare i motori.
Nella foto, Antonietta Di Martino ai Mondiali di Edmonton 2001

File allegati:
- Il sito del meeting di Gent



Condividi con
Seguici su: