Indoor: primi salti del 2018

07 Gennaio 2018

A Padova, la tricolore dell’asta Molinarolo apre la stagione con 4,15. Tutti i risultati delle gare di Ancona, Bergamo, Rieti, Aosta e Torino.


 

Al via il 2018 del Palaindoor di Padova. Nel meeting inaugurale della stagione, Elisa Molinarolo riparte da 4,15: nuovo record personale in sala ritoccato di cinque centimetri per entrare nella top ten nazionale di sempre al coperto, in decima posizione. L’astista del Gruppo Atletico Coin ha iniziato confermando i progressi mostrati nella scorsa annata, quando ha festeggiato il titolo italiano assoluto all’aperto realizzando anche quello che finora rappresenta il suo miglior salto di sempre (4,25). Oggi ha superato la misura vincente con la prima prova, al culmine di un cammino iniziato a 3,60 e proseguito senza errori sulle successive quote di 3,80 e 4,00, poi la 23enne ex ginnasta veronese ha tentato inutilmente i 4,30. Secondo posto a Tatiane Carne (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) con 4,00. Il campione italiano di decathlon Jacopo Zanatta (Silca Ultralite Vittorio Veneto) ha conquistato i 60 ostacoli in 8.47 e l’alto con 2,04. Nel mezzofondo Valentina Bernasconi (Atl. Mogliano) si è imposta nei 3000 in 9:47.30, precedendo Chiara Ferdani (Atl. Spezia Duferco, 10:06.29), e al maschile 8:24.99 del siepista Leonardo Feletto (Atl. Mogliano). Nei 60 metri cresce la 19enne Alessia Pavese (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) che scende a 7.69 in finale, due centesimi in meno di un primato personale datato 2014, dopo il 7.72 della batteria e tra gli uomini 6.93 di Roberto Rigali (Brixia Atletica 2014). Nel triplo si migliora (di 13 centimetri) anche l’allieva Valentina Paoletti (Atl. Roata Chiusani), atterrata a 11,79. Sui 60 ostacoli, doppietta dell’Athletic Club Firex Belluno con lo junior Cristopher Cecchet (8.32) e l’allievo Alessio Sommacal (8.35), tra le allieve Elena Carraro (Brixia Atl. 2014) autorevole con il personale di 8.83 in batteria prima di vincere la finale in 8.90. [RISULTATI/Results]

ANCONA - Secondo meeting nazionale dell’anno al Palaindoor di Ancona con il ritorno in gara di Enrica Cipolloni, che si cimenta nelle prove multiple dopo due stagioni di stop per infortunio. La campionessa italiana assoluta al coperto del 2014 conquista il successo nel pentathlon con uno score di 3709. Per la 27enne sambenedettese delle Fiamme Oro, la giornata inizia con 8.95 sui 60 ostacoli, poi salta 1,74 nell’alto al primo tentativo e lancia il peso a 11,55, quindi atterra a 5,43 nel lungo e chiude con 2:39.85 sugli 800 metri. Al secondo posto la campana Anna Generali (Running Club Napoli, 3531) e terza la junior perugina Martina Mazzola (Atl. Avis Macerata, 3459). Nella velocità il 18enne Vittorio Massucci (Sport Atl. Fermo) si migliora anche oggi sui 200 con 22.37 alle spalle soltanto di Francesco Molinari (Olimpus San Marino, 22.10) e al femminile la 15enne Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) corre in 25.37. Protagonisti dell’intero weekend gli eptatleti nel Festival delle prove multiple: tra gli assoluti prevale il ventenne Matteo Taviani (Atl. Virtus Cr Lucca) con 4786 punti. [RISULTATI/Results]

BERGAMO - Nei Campionati regionali di prove multiple indoor a Bergamo, conquista il titolo lombardo di eptathlon assoluto Marco Leone (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) che effettua il sorpasso decisivo nella gara di asta e si impone con 4815 punti. Chiude secondo Matteo Di Prima (Cus Pro Patria Milano) a quota 4713, terzo Alexi Atchori Essoh (Atl. Virtus Castenedolo) con 4654. Tra gli juniores in testa dall’inizio alla fine Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi), 4868. Nel pentathlon under 18 davanti a tutti Pietro Sfenopo (Cento Torri Pavia, 3147) e Alice Facco (Atl. Vigevano, 3151). [RISULTATI/Results]

RIETI - Prime gare dell’anno a Rieti con il Campionato regionale indoor di prove multiple cadetti, nell’impianto coperto dello stadio Raul Guidobaldi. In evidenza la tricolore di categoria Benedetta Benedetti (Libertas Atl. Castelgandolfo-Albano) che centra il record personale outdoor di 14,17 nel getto del peso, disputato all’aperto, per migliorare un limite regionale under 16 (13,81 di Loredana Ferrazza) che risaliva al 1981. Punti importanti per conquistare il titolo di triathlon con uno score di 2401, invece al maschile successo di Alessandro Meduri (Acsi Campidoglio Palatino) con 2275. [RISULTATI/Results]

AOSTA - Meeting di apertura al Palaindoor di Aosta con l’allieva Eleonora Foudraz (Atl. Sandro Calvesi), azzurra dei 400 nella scorsa stagione al Festival olimpico della gioventù europea, che corre 8.07 in batteria e 8.10 in finale sui 60 metri. Nel lungo la junior Corinne Challancin (Atl. Pont Donnas) realizza il personale in sala con 5,60. [RISULTATI/Results]

TORINO - Nel pistino indoor dello stadio Primo Nebiolo a Torino, assegnati i titoli regionali al coperto di salto in lungo. Le prestazioni migliori della giornata portano la firma dello junior Andrea Cerrato (Atl. Fossano ’75) con 6,67 e dell’allieva Giorgia Berton (Sisport Torino) che prevale tra le under 18 con la misura di 5,39. [RISULTATI/Results]

MASTER - Primo record del 2018 tra i master dell’atletica italiana. A Innsbruck (Austria), l’intramontabile altoatesino Hubert Indra (Südtirol Team Club) supera la quota di 3,60 nell’asta, per incrementare di cinque centimetri la sua migliore prestazione nazionale SM60 al coperto. [RISULTATI/Results]

Luca Cassai

(hanno collaborato Mauro Ferraro, Simone Proietti, Cesare Rizzi, Myriam Scamangas)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: