Il maltempo dimezza la nazionale per Glasgow




 
Undici dei ventidue atleti convocati per l'incontro internazionale in programma a Glasgow (Gran Bretagna) domani pomeriggio, sono stati costretti a rinunciare alla trasferta per la chiusura dell'aeroporto di Milano Linate. La cancellazione del loro volo per Londra (dove avrebbero fatto scalo prima di raggiungere la Scozia), e l'impossibilità di ottenere una nuova combinazione di voli che garantisse l'arrivo in tempo per lo svolgimento delle gare, ha determinato la rinuncia. Con loro, anche due tecnici. E' partito regolarmente, al contrario, il gruppo (altri undici atleti) che ha lasciato l'Italia da Roma Fiumicino. Questo l'elenco di quanti hanno dovuto rinunciare (ad essi vanno aggiunti i tecnici Gianni Ghidini e Giuseppe Mannella; tra parentesi, la gara che gli atleti avrebbero dovuto affrontare a Glasgow): Gianni Carabelli (4x400) Elisa Cusma (800) Laura Gatto (lungo) Andrea Giaconi (60hs) Christian Neunhauserer (800) Jens Yao Amanfu (4x400) Marta Milani (4x400) Marco Moraglio (4x400) Martina Rosati (400) Elena Sordelli (60) Doris Tomasini (200) Regolarmente in viaggio tutti gli altri (compreso il DT Nicola Silvaggi): Francesco Scuderi (60) Andrea Barberi (400) Angelo Iannelli (3000) Giuseppe Gibilisco (asta) Nicola Trentin (lungo) Domenico Rao (4x400) Margaret Macchiut (60hs) Antonietta Di Martino (alto) Daniela Reina (4x400) Maria Enrica Spacca (4x400) Elisa Rondoni (4x400) Nella foto, Gianni Carabelli, tra gli azzurri costretti a tornare a casa (Omega/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: