Il keniano Kiptanui domina la maratona di Palermo




 
E’ il keniano Hillary Kiptanui il vincitore dell’undicesima edizione della Maratona Internazionale Città di Palermo. Il venticinquenne di Eldoret, al suo esordio sulla distanza dei 42,195 km, ha terminato la sua fatica in 2h14:15 dopo avere illuso a lungo il pubblico. Kiptanui è infatti andato all’attacco dopo appena 15 km, transitando alla mezza maratona in 1h04:50, un tempo che faceva sognare una prestazione al di sotto delle 2h10. sarebbe stato per gli organizzatori un risultato sensazionale che avrebbe confermato le doti di velocità del percorso siciliano. Dopo il 30. chilometro, però, il corridore africano dava i primi segni di cedimento, che si trasformavano in un autentico calvario dopo il 38. chilometro: le ultime battute della gara sono state percorse a rilento, ma il suo vantaggio era per gli avversari incolmabile. Alle spalle di Kiptanui che chiudeva scendendo comunque sotto le 2h15, si registrava il vuoto, con il secondo, il marocchino Bibì Hamad partito per fare la lepre fino al 25° km, che chiudeva in 2h27:51. Terzo Giovanni Soffietto, autore di un’autentica impresa: dieci anni fa si era aggiudicato la seconda edizione della maratona di Palermo, a distanza di due lustri è salito ancora sul podio, correndo appena 5 secondi più lento di quanto fece allora (2h28:40). In campo femminile affermazione a sorpresa per Luisa Balsamo. L’amatrice palermitana specialista delle gare nel deserto doveva correre la mezza maratona per problemi di sideremia. Solo alla fine ha deciso di tentare l’avventura maratona e, chiudendo in 3h17:56, ha sbaragliato la concorrenza iscrivendo il suo nome nell’albo d’oro della manifestazione. Gloria per gli atleti palermitani anche sulla distanza della mezza maratona. In campo maschile terza affermazione per Francesco Duca (Amatori Palermo) in 1h06:25, mentre tra le donne è stata la catanese Tatiana Betta (1h22:14) a staccare tutti. RISULTATI Uomini: 1. Hillary Kiptanui (Ken) 2h14:15; 2. Bibì Hamad (Mar) 2h27:51; 3. Giovanni Soffietto 2h28:40; 4. Matteo Giammona (Universitas Palermo) 2h39:02; 5. Augusto Tambone (Atl.Insieme) 2h39:57; 6. Joshua Bett (Ken) 2h44:05; 7. Philipp Kendrick (Eng) 2h45:58; 8. Benedetto Patti (Atl. Mazara) 2h46:18; 9. Giovanni Immesi (Universitas Palermo) 2h47:39; 10. Vito Catania (Atl. Regalbuto) 2h49:16. Donne: 1. Luisa Balsamo 3h17:56; 2. Roberta Falaschi 3h20:57; 3. Elisabetta Comero (Atl. Galliate) 3h24:07. Nella foto: Luisa Balsamoin una premiazione recente (foto organizzatori)


Condividi con
Seguici su: