Il cast dei Tricolori di maratona a Padova




 
Ad una settimana dal via si definisce il cast della Maratona S. Antonio, che il prossimo 23 aprile a Padova assegnerà i titoli italiani assoluti 2006. In chiave italiana sarà la sfida tra Ruggero Pertile e Alberico Di Cecco ad accendere la rincorsa tricolore. Pertile vs Di Cecco: un confronto che ha visto i due atleti lottare nel 2004, per una maglia azzurra ai Giochi di Olimpici di Atene, e i loro nomi si sono poi succeduti nell’albo d’oro della Maratona di Roma, dove hanno vinto rispettivamente nel 2004 e nel 2005. Ora la gara non sarà a distanza, ma sulle strade che congiungono Vedelago a Padova. Comitato organizzatore Nella foto: Ruggero Pertile, uno dei favoriti il 23 aprile a Padova (foto organizzatori) Un territorio familiare a Pertile, che vive lungo il percorso (a Villanova di Camposampiero) e corre per l’Assindustria Sport Padova. Il 31enne padovano nelle ultime settimane è apparso in ottima forma, limando quasi un minuto al proprio record sulla mezza maratona, correndo in 1h02:39 alla Stramilano del 2 aprile. Di Cecco da parte sua è il più forte maratoneta italiano dopo Stefano Baldini: nono alle Olimpiadi di Atene, per due volte protagonista alla New York City Marathon (quinto nel 2003 e sesto nel 2005), con il 2h08:02 che gli ha dato la vittoria alla Maratona di Roma 2005 il carabiniere abruzzese è il terzo azzurro nelle liste italiane all-time. Per completare il podio (ma anche con l’ambizione di riservare qualche sorpresa) si candidano l’ex primatista italiano Giacomo Leone e il bergamasco Sergio Chiesa. Il poliziotto Leone, a dieci anni dalla sua vittoria alla New York City Marathon, va a caccia di un crono utile a strappare una convocazione per i prossimi Europei di Goteborg e con lui Chiesa, che nella precedente edizione della rassegna continentale, quattro anni fa a Monaco di Baviera, ha fatto parte della squadra italiana. La gara femminile vedrà impegnata la campionessa italiana uscente, Ivana Iozzia. La maratoneta lombarda, terza all’ultima Stramilano in 1h13:26, dovrà vedersela con la marchigiana Marcella Mancini, che a Padova ha già vinto nel 2003 e lo scorso anno ha portato il proprio primato personale a 2h33:17. Entrambe però dovranno fare i conti con l’esperienza di Gloria Marconi, vincitrice della Maratona di Roma nel 2003 (in 2h29:35) e seconda l’anno dopo a Milano. L’atleta toscana, dopo vari infortuni, quest’anno sembra aver ritrovato la migliore condizione (il 5 marzo è giunta terza alla Roma-Ostia) e ora va a caccia del suo primo titolo italiano su strada, dopo averne collezionati quattro in pista. Da seguire poi le prove di Romina Sedoni (prima lo scorso ottobre alla Maratona d’Italia, a Carpi) e Giustina Menna, compagna di squadra della Mancini. File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: