I risultati del week-end di corsa




 

Sono stati ancora una volta migliaia di runners che nel passato week-end hanno animato i numerosi eventi su strada previsti dal calendario nazionale. In Toscana, alle terza Maratona di Lucca, successo dell'atleta del Burundi, Joachim Nshimirimana (Toscana Atl. Caripit) primo in 2h18:40 su Carmine Buccilli (GS Lital/2h21:28) e il keniano Nicodemus Biwott (Farnese Vini Running Club/2h24:23). In campo femminile, la vittoria è andata a Marzena Michalska (Fiamme Oro), 2h43:01, davanti a Paola Garinei (Atl. Avis Perugia/2h48:58) e Concetta Franzese (I Pini Crispano/3h01:38). In Campania, alla XVII Strasalerno Halfmarathon, vittorie di Gennaro Varrella (International Security/1h12:13) e Roberta Boggiato (Running Club Futura/1h23:21), mentre ad aggiudicarsi la maratona sono stati il salernitano Antonello Barretta (Atl. Isaura/2h39:52) e dalla pugliese Nunzia Patruno (Barletta Sportiva/4h12:26). Al II Giro Podistico Città di Molfetta (10km) affermazione di Giovanni Auciello (SM Esercito) sul marocchino Issam Zaid (Rocco Scotellaro MT) e Francesco Minerva (AThletic Terni). Nelle varie prove del Trofeo Exprivia da segnalare il primo posto dell'olimpionica giovanile della marcia Anna Clemente (Don Milani), in gara sui 3000 metri. Restando in Puglia sui 21,097km del IV Trofeo Federiciano di Andria si sono imposti Domenico Tendone (CRAL Amiu Bari/1h18:07) e Silvana Iania (Free Runners Molfetta/1h31:56),  mentre la XXVI Stracittadina Novolese (11,1 km) ha visto primeggiare Gianmarco Buttazzo (Esercito) e Soumiya Labani (Alteratletica Locorotondo).

MONTAGNA - L’intensa giornata agonistica del Trofeo Vanoni, domenica 23 ottobre a Morbegno (SO), si è aperta con i giovanissimi del 34° Minivanoni. Record di partecipazione con 312 atleti classificati in rappresentanza di 22 società. La Targa Mons. Danieli – Battaglion Morbegno, offerta dal gruppo ANA di Morbegno, è andata all’AS Lanzada che ha superato i padroni di casa del GS CSI Morbegno, gradino più basso del podio per il GP Valchiavenna. Nella prova assoluta femminile affermazione della stella del GS Valgerola Ciapparelli, Alice Gaggi. Partenza accorta per l’azzurra di casa che scollinava al quarto posto con un ritardo di 20”, ma la salita troppo tirata dell’inglese Pippa Maddams e della ceca Eva Skalinoka presentava il conto. Mentre Alice volava sulla tecnica discesa che riporta nel centro di Morbegno, le due straniere perdevano colpi. Solo al Tempietto Gaggi riusciva a riprendere e superare le due avversarie, per poi presentarsi solitaria nell’affollata e centrale via Vanoni. Passerella finale per l’azzurra che andava a vincere in 22:37, secondo posto per l’olimpionica di sci di fondo Eva Skalnikova (Repubblica Ceca) in 22:50, terza Pippa Maddams (Gran Bretagna – Snowdon Race Team) in 22:52. Tra gli uomini, grandi emozioni e risultato incerto fino alla fine nel 54° Trofeo Vanoni a staffetta. Alla fine della prima frazione cambiava primo Alex Baldaccini (G.S. Orobie) con un crono sorprendente, 29:03, miglior tempo di giornata e secondo miglior tempo di sempre al Vanoni dopo il record di Marco De Gasperi con 28:45, alle sue spalle la Slovenia con Mitja Kosovelj (29’14”) e Nicola Golinelli (ASD Ger Rancio) con 29:56. Nella seconda frazione i giochi cambiano: la Slovenia passa al comando con Simon Alic, davanti alla Recastello Radici Group con Fabio Ruga e al G.S. Orobie con Luca Bonazzi, la Gran Bretagna si assesta al 4° posto davanti all’Atletica Valli Bergamasche. In terza frazione al Gran Premio della montagna in località Arzo è La Recastello a prendere il comando con Danilo Bosio, ma un Francesco Della Torre in gran giornata e galvanizzato dalla grande prestazione del compagno di squadra Baldaccini si esalta nella gara di casa e in discesa crea il successo del G.S. Orobie, la Slovenia con Bostjan Hrovat molla e la Gran Bretagna – Snowdon Race Team con Robbie Simpson in grande spolvero recupera alla gran andando a prendere La Recastello Radici Group proprio nel finale. Francesco Della Torre va a chiudere vincendo con il tempo finale di squadra di 1h32:23. Secondo posto per la Gran Bretagna in 1h33:00, terza La Recastello Radici Group in 1h33:10, quarta la Slovenia in 1h33:22 e quinta l’Atletica Valli Bergamasche in 1h33:28. La Francia, pur con l’ottima prestazione di Julien Rancon (30:00) non va oltre la sesta posizione, settima e ottava la Polonia con le due staffette in gara (di cui una composta dagli juniores medaglia d’argento ai recenti mondiali di corsa in montagna), noni e decimi i padroni di casa del G.S. CSI Morbegno con la squadra A (Marco Leoni, Stefano Sansi, Giovanni Tacchini) e la squadra B (Francesco Peyronel, Mattia Curtoni, Enrico Gianoncelli).




Condividi con
Seguici su: