Howe, intervento riuscito, stop di sei mesi




 

Si è concluso nel primo pomeriggio, presso la Clinica Ortopedica di Perugia, l'intervento chirurgico di ricostruzione del tendine d'Achille sinistro di Andrew Howe, laceratosi circa 24 ore fa, a Rieti, nel corso di una seduta di allenamento. L'intervento, eseguito dal prof. Giuliano Cerulli, alla presenza del prof. Carlo Tranquilli (Direttore dell'Istituto di Medicina e Scienza dello Sport del CONI) ha avuto una durata di circa un'ora. Tutto si è svolto regolarmente, secondo quanto raccontato dal Responsabile sanitario della FIDAL, prof. Giuseppe Fischetto: "L'intervento è tecnicamente riuscito: è stata effettuata la ricostruzione della continuità del tendine che, peraltro, dalle informazioni ricevute direttamente dal chirurgo, pur essendo quasi totalmente interrotto, ha rivelato una buona consistenza. Ciò potrebbe deporre positivamente per la ripresa sportiva. A questo punto, sono prevedibili circa sei mesi per il ritorno ad una normale funzionalità. Ad una prima fase di immobilizzazione completa, che durerà non meno di quattro settimane, seguirà un progressivo carico con ripresa funzionale, sotto le indicazioni del prof. Cerulli". Howe lascerà la struttura ospedaliera perugina nella mattinata di domani.

Nella foto d'archivio, Andrew Howe (Giancarlo Colombo/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: