Guida e Baldini, un morso alla Grande Mela




 
Ci saranno anche Stefano Baldini e Maria Guida - come dire, il meglio della specialità in chiave azzurra - al via della Maratona di New York, in programma domani, domenica 3 novembre, sulle strade della \"Grande Mela\" (via alle 16.35 italiane per le donne, 16.55 per gli uomini). Grande l\'attesa per la prova dei due italiani, che andranno a caccia di un piazzamento di prestigio in una corsa che già altre volte, in passato (Pizzolato, Poli, Leone, Fiacconi) ha parlato la lingua del Belpaese. Ricco, anzi, ricchissimo, il lotto dei partecipanti: tra le donne, la campionessa europea dovrà guardarsi principalmente dalle keniane e dall\'irlandese Sonia O\'Sullivan, che farà il suo esordio \"vero\" (in passato ha già corso una maratona, ma allungando il programma previsto di correrne solo mezza) sulla distanza. In campo maschile, Etiopia sugli scudi (attenzione a Jifar), ma vanno seguiti anche i sudamericani, tradizionalmente molto competitivi sulle strade di New York. E ricco, come sempre, anche il montepremi: al vincitore (ed alla vincitrice) andranno 80.000 dollari in contanti ed un\'auto di valore più o meno simile. Previsti anche bonus di migliaia di dollari per prestazioni cronometriche di rilievo, comunque sempre molto difficili in una gara dura come questa. Grande attenzione da parte delle autorità americane sul fronte sicurezza, a poco più di un anno dalla tragedia del World Trade Centre. Il momento di massima allerta è considerato quello del via, quando le migliaia di maratoneti saranno concentrate sul ponte Da Verrazzano. Imponenti le misure di sicurezza; spicca, tra le altre cose, anche la raccolta di raccomandazioni distribuite ai corridori, con un eloquente \"Non accettate cibo o bevande dal pubblico durante la corsa\". Diretta tv su Rai2 a partire dalle 18, con il commento di Franco Bragagna e Attilio Monetti.


Condividi con
Seguici su: