Golden Gala: 10 luglio stellare a Roma




 
E' un cast stellare quello che accenderà l'edizione numero 29 del Golden Gala. Manca meno di un mese al 10 luglio, giorno in cui lo Stadio Olimpico di Roma si trasformerà di nuovo nell'arena della tappa italiana della ÅF Golden League. Stamane, presso la Sala Conferenze dello Stadio Olimpico, la presentazione ufficiale dell'evento con il Presidente Nazionale della FIDAL Franco Arese, il Direttore del Meeting Luigi D'Onofrio e a cui hanno presenziato il Segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi e il consigliere delegato allo sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi. Testimonial l'azzurra, primatista italiana dell'alto, Antonietta Di Martino. Annunciati i nomi dei big del ranking internazionale che animeranno il Golden Gala 2009, tappa fondamentale verso l'appuntamento che vale una stagione: i Mondiali di Berlino (15-23 agosto).

"Organizzare un meeting di questo livello - ha dichiarato il Presidente Arese - in un contesto economico come quello che stiamo vivendo in ambito internazionale non è un'impresa facile, vista la riduzione delle risorse a disposizione. Questa, tra l'altro, sarà l'ultima edizione della Golden League. Il prossimo anno partirà la Diamond League, il nuovo circuito in cui saranno incluse le principali capitali mondiali dell'atletica. In questo senso stiamo lavorando per confermare la tappa di Roma all'interno di questa primaria selezione di eventi. L'intento è quello di riuscire a cambiare data, spostando il meeting ai primi di giugno, periodo più favorevole per puntare ad un coinvolgimento maggiore della città di Roma e del mondo delle scuola. Del resto, Roma è Roma e deve avere la Diamond League. Con la collaborazione di tutti, a partire dalle Istituzioni, possiamo riuscirci. L'atletica italiana ha iniziato bene il 2009. Dagli Europei Indoor di Torino fino alla recente conquista della Coppa Europa di marcia, espressione quest'ultima di una realtà unita e che sa di dover lavorare duramente per raggiungere un obiettivo. Dai nostri ateti mi aspetto quindi buone cose per questa lunga estate."

"Avremo 26 medaglie degli ultimi Giochi Olimpici di Pechino - ha aggiunto il Direttore del meeting D'Onofrio - con diversi campioni sul podio dei Mondiali di Osaka. Il cast è ancora via di definizione. Attualmente abbiamo dei contatti in corso per portare a Roma il primatista mondiale dei 110hs Dayron Robles e l'argento olimpico dell'asta Jennifer Stuczynski."

Sorridente come sempre Antonietta Di Martino: "Sono contenta dell'1,98 di Torino anche se avrei preferito saltare subito 2 metri perchè li avevo nelle gambe. Salto la prima tappa della Golden Legue di Berlino per saltare in Coppa Europa. Poi i Giochi del Mediterraneo, a cui tengo in particolar modo anche perchè è una manifestazione a cui non ho mai partecipato. Per arrivare al Golden Gala e poi, forse, Parigi, e l'ultima gara pre-Mondiali agli Assoluti di Milano. Il Golden Gala mi suscita più emozione di un mondiale. Ho sempre sognato di parteciparvi e per me è una gioia grandissima. Era un mio sogno da bambina, oggi diventato realtà." 

I PROTAGONISTI: Gli occhi al cielo saranno ancora una volta rivolti tutti verso la sua stella: la regina dell’asta Yelena Isinbaeva. Nel 2008 incantò l’Olimpico salendo là dove nessun’altra atleta era mai arrivata prima: 5 metri e 3 centimetri, record del mondo. Ed era solo l’inizio. Perché quella notte romana, un mese dopo alle Olimpiadi di Pechino, ebbe un’eco ancora superiore fino all’oro dei 5,05 m del suo ennesimo primato mondiale. In pista, invece, l’uomo da “inseguire” sarà il pluricampione olimpico e mondiale Kenenisa Bekele, l’etiope che a Pechino ha centrato una storica doppietta tra 10.000 e 5.000 m. Una medaglia d’oro, che è, invece, mancata alla croata Blanka Vlasic - vincitrice delle ultime 3 edizioni del Golden Gala - superata alle Olimpiadi dalla belga Tia Hellebaut e che guarda a questo 2009 come la stagione del riscatto. In pedana a Roma incontrerà anche l’azzurra, primatista italiana assoluta, Antonietta Di Martino, più che mai determinata a ritrovarsi ad alta quota come nel 2007, anno dei suoi record e dell’argento iridato ad Osaka. Nel lungo maschile sfida mozzafiato tra il campione mondiale e olimpico Irving Saladino e lo statunitense, due volte campione del mondo (2003 e 2005) e oro olimpico ad Atene 2004, Dwight Phillips. L’ennesimo round di un avvincente duello già iniziato lo scorso 7 giugno a Eugene (USA), in cui il panamense è atterrato ad 8,63 m, dopo lo strabiliante 8,74 saltato da Phillips. Campioni olimpici in azione anche nel giavellotto con il norvegese Andreas Thorkildsen (2004 e 2008, contro di lui il finlandese Tero Pitkamaki), nei 100hs con la statunitense Dawn Harper (2008), nei 3000 siepi con la russa Gulnara Samitova-Galkina (2008) e nei 1500 con la keniana Nancy Lagat (2008).        

I MIGLIORI AZZURRI IN GARA:
oltre alla Di Martino nell’alto, l’Italia punta sulla medaglia di bronzo degli Euroindoor di Torino Elisa Cusma in gara negli 800 m insieme all’emergente Daniela Reina. Nei 3000 siepi ci sarà anche la primatista italiana assoluta Elena Romagnolo, mentre nei 400 la primatista d’Italia Libania Grenot avrà modo di confrontarsi con le statunitensi Allison Felix e Sanya Richards. Sul giro di pista maschile sono, invece, annunciati Andrea Barberi e Claudio Licciardello. Quattro sprinter azzurri sui blocchi di partenza dei 100 m del giamaicano, ex primatista del mondo, Asafa Powell: Fabio Cerutti, Simone Collio, Emanuele Di Gregorio e Jacques Riparelli.

IL GOLDEN GALA IN TV: diretta delle gare a partire dalle 20:30 su Rai 3.


Nella foto in alto, il Presidente Nazionale della FIDAL Franco Arese e Antonietta Di Martino. Nella foto in basso, da sinistra il Meeting Director, D'Onofrio, il segretario Generale del CONI, Raffaele Pagnozzi, l'azzurra Antonietta Di Martino, il presidente FIDAL, Franco Arese, e il consigliere delegato allo sport del Comune di Roma, Alessandro Cochi (Petrucci/Fotosports per Fidal) 

File allegati:
- Il sito del Golden Gala



Condividi con
Seguici su: