Giorgi vincente a Lugano in 1h30:31

11 Marzo 2018

La marciatrice azzurra si aggiudica la 20 km sulle strade della città elvetica. Al maschile si migliora ancora il 21enne Chiesa, quarto in 1h21:46 e quinto under 23 italiano di sempre.


 

Un successo per ripartire. La stagione di Eleonora Giorgi inizia con una vittoria sui 20 chilometri di marcia a Lugano, in Svizzera. Nel 15° Memorial Mario Albisetti, una classica internazionale del tacco e punta, la 28enne lombarda delle Fiamme Azzurre chiude con il tempo di 1h30:31 in una competizione disputata sotto la pioggia. Per la primatista italiana sulla distanza (1h26:17 a Murcia nel 2015) era il rientro agonistico, sette mesi dopo i Mondiali di Londra dove si era piazzata quattordicesima in 1h30:34. Oggi la dottoressa in economia alla Bocconi, seguita dal tecnico Gianni Perricelli, prende il largo negli ultimi cinque chilometri dopo aver sempre condotto il ritmo (44:47 al giro di boa) per avere la meglio nei confronti della ceca Anezka Drahotova, bronzo europeo nel 2014, seconda in 1h30:48 con la terza posizione alla britannica Bethan Davies (1h31:53).

“Sono contenta della vittoria - commenta la Giorgi - che è servita per rompere il ghiaccio. Questo è un punto di partenza, anche se speravo di scendere sotto l’ora e trenta minuti, però il meteo ha un po’ influito sulla gara, tra pioggia e freddo. Mi mancavano le gare, all’inizio c’era un po’ di emozione perché non si sa mai cosa attendersi dopo un inverno di allenamenti, ma il feedback sarà utile. Adesso valuterò se fare un’altra gara prima dei Mondiali a squadre di inizio maggio. Si tornerà a Taicang, in Cina, e ho un bel ricordo. Proprio lì, quattro anni fa, ho realizzato il mio primo record italiano”. Quarto posto con 1h34:50 alla bergamasca Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), che coglie il suo terzo tempo in carriera a poco più di un minuto dal personal best, mentre si migliora la ventenne Lidia Barcella (Bracco Atletica), ottava in 1h39:38.

Tra gli uomini, brillante protagonista Stefano Chiesa.

Il 21enne piemontese dell’Atletica Cento Torri Pavia arriva quarto in 1h21:46 e migliora nuovamente il record personale sulla 20 chilometri, appena sette giorni dopo aver conquistato il titolo italiano promesse con 1h22:32 a Roma. Con questo risultato il giovane marciatore cresciuto a Trobaso di Verbania, che si allena a Lomello con Pietro Pastorini, firma il miglior crono delle ultime undici stagioni per un italiano under 23, diventando il quinto azzurro di sempre in questa categoria. Sul gradino più alto del podio il giapponese Koki Ikeda in 1h21:26, davanti al britannico Tom Bosworth (1h21:28) e all’altro nipponico Masatora Kawano (1h21:31). Settimo posto per il veneto Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia) con 1h24:30, preceduto dal messicano Isaac Palma (1h21:57) e dall’irlandese Alex Wright (1h23:18), che si era imposto un anno fa a Lugano.

“È andata meglio di quanto mi aspettassi! Speravo che la partenza fosse più veloce - le parole di Chiesa, che nella scorsa stagione ha vinto il tricolore assoluto della 50 chilometri - poi c’è stato un brusco cambio di ritmo e mi sono trovato nel secondo gruppo, insieme a Wright e al britannico Wilkinson, dietro i primi quattro: i due giapponesi, Bosworth e Palma. Sono rimasto con loro fino al decimo chilometro, con un parziale di 41:25, ma poi ho fatto una progressione che mi ha portato a completare la seconda parte di gara intorno a 40:20, in pratica il mio record sui 10 chilometri. Ormai da due anni e mezzo mi alleno a Lomello dal martedì al sabato, si iniziano a vedere i frutti del lavoro. In prospettiva credo di essere più portato per la 50 chilometri, ma l’obiettivo è di poter essere competitivo su entrambe le distanze”.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate