Gigliotti: "A Goteborg vorrei due squadre complete




 
Il gruppo dei maratoneti azzurri ha già iniziato le grandi manovre in vista degli Europei di Goteborg. Un cammino lungo e difficile è quello che attende i ragazzi e soprattutto l’inarrestabile Luciano Gigliotti, responsabile tecnico del settore che non ha perso un giorno per mettersi al lavoro: “Questo è un anno importante – esordisce il tecnico biolimpionico, che sta guidando i convocati nel primo stage previsto a Riva degli Etruschi, nel mite clima della costa toscana – perché intendiamo andare in Svezia con le squadre al gran completo e se per gli uomini il compito è facile e allo stesso tempo difficile in quanto vogliamo costruire una squadra di qualità, fra le donne portare sei ragazze sarà un’impresa”. Il lavoro di Gigliotti non è certamente iniziato sotto i migliori auspici, visto che Stefano Baldini è stato costretto a fermarsi ad inizio stagione: “Stefano ha un inizio di peritendinite che gli impedisce di correre. In questi giorni ha lavorato in piscina e attraverso lunghe uscite in bici. Non dovrebbe trattarsi di un problema grave, dovrebbe risolversi in qualche giorno, ma la cosa mi preoccupa perché toglie tempo alla preparazione della potenza, per poi iniziare il lavoro specifico sulla maratona. Dicembre e gennaio sono mesi fondamentali nella preparazione di una gara: per Londra, il suo impegno primaverile, vedremo, Baldini andrà se sarà a posto, nei nostri propositi doveva essere la maratona giusta per tentare il record italiano. Stefano se va lo fa per vincere, ma deve essere in condizione di poterlo fare. E per il 23 aprile non c’è poi così tanto tempo”. Intanto Gigliotti ha già pressoché definito il programma di avvicinamento agli Europei degli altri probabili azzurri, quasi tutti chiamati a un test in primavera sulla distanza, dal quale trarrà le indicazioni per la costruzione della squadra: “Goffi ha cancellato il brutto ricordo di Firenze, ha avuto un’influenza durante le festività ma ha ripreso a pieno ritmo. Dovrebbe correre il 23 aprile ad Amburgo. Di Cecco ha il problema della mancanza del tecnico, dopo che ha chiuso il rapporto con Chiavatti. Lui probabilmente dovrebbe essere ai Tricolori di Padova, mentre Caimmi, che attendo con particolare fiducia per rivederlo ai livelli di Parigi 2003, correrà a Roma dove avrei voluto vedere anche Ingargiola, alle prese però con una fastidiosa tendinite che lo ha fermato. Bennici ed Andriani sono in questo momento i più in forma del gruppo, loro sono orientati su Parigi, mentre Curzi e Pertile andranno a Treviso, saranno quindi i primi a scendere in campo”. “Credo che da questi nomi nascerà la squadra per Goteborg – riprende Gigliotti – io vorrei fortemente proporre un team con qualche nome nuovo rispetto ad Helsinki, anche per avere un ricambio ed ampliare la base di lavoro. Ci sono poi altri atleti che tengo sotto controllo. Leone ad esempio, che ho visto bene in allenamento, potrebbe ritrovare posto se offrirà una prestazione di qualità in primavera” In campo femminile la situazione, come detto, è molto più nebulosa: “Vorremmo costruire una squadra intorno alla Genovese, operatasi al setto nasale, considerando però che lei ama percorrere strade solitarie ossia prepararsi per conto proprio. La Console è l’altra punta, lei sarà a Roma in marzo. Per il resto abbiamo un nugolo di ragazze valide ma con tempi lontani dalla media internazionale, speriamo che qualcuna cresca: la Alagia farà Piacenza o Salsomaggiore per preparare Padova. La Incerti potrebbe essere recuperata, a lei chiedo solo di prepararsi bene e misurarsi attraverso qualche mezza maratona, se per agosto sarà a posto la metto in squadra. La Iozzia dovrebbe andare anche lei a Padova, a difendere il titolo italiano, la Toniolo deve scegliere fra Treviso e Roma, la Marconi sarà a Padova, la Rota Gelpi è più indietro ma dovrebbe essere anche lei pronta per Padova. Già presentare una squadra completa a Goteborg sarebbe un grande risultato”. Gabriele Gentili Nella foto: Rosaria Console, punta della squadra azzurra per Goteborg (foto Omega/Fidal)

Condividi con
Seguici su: